Giorno: 23 Maggio 2017

Non verrà mai la notte? Doppio appuntamento a Ferrara Off

Da Organizzatori

Doppio appuntamento a Ferrara Off questo weekend per gli attori che hanno partecipato al secondo anno del laboratorio teatrale per adulti condotto da Roberta Pazi, avviato in ottobre: sabato 27 e domenica 28 maggio alle 21.30 gli allievi porteranno in scena “Non verrà mai la notte?”. Lo spettacolo sarà incentrato sul dialogo e sul significato di comprendersi, sorprendendosi. Coinvolgerà i personaggi – assieme al pubblico che assisterà alla rappresentazione – in tante piccole storie, tra tentativi a tratti maldestri, ma sempre appassionati, di confronto.
Sul palco saliranno: Nella Baglivo, Roberta Baruffaldi, Franca Bersanetti, Francesca Bonotto, Ilaria Borraccetti, Marisa Caniato, Mauro Coppola, Clara Coviello, Camilla Gori, Maria Grazia Ianuzziello, Caterina Materazzo, Davide Oddone, Cinzia Olivieri, Ruggero Pareschi, Enrico Sisti e Susanna Taddia.
«È con soddisfazione che presento questo lavoro – racconta Roberta Pazi, che lo ha ideato e diretto -. I partecipanti al corso si sono dedicati alla sua preparazione con grande impegno e attenzione, oltre che entusiasmo e curiosità. E il percorso che ognuno di loro ha fatto non può che rendermi orgogliosa. Per otto mesi ci siamo dedicati all’improvvisazione individuale e di gruppo, alla costruzione del personaggio, all’interpretazione del testo. Chi frequenta il secondo anno non si concentra più esclusivamente sullo stare solo in scena ma approfondisce la relazione con gli altri attori, lo studio si arricchisce grazie alla reazione alle battute degli altri. Un processo che serve da palestra anche per la comunicazione interpersonale di ogni giorno. Assieme abbiamo riscoperto il piacere di lasciar correre l’immaginazione, esprimere emozioni e potenzialità dando vita – attraverso la recitazione – al mondo interiore che spesso si dimentica di valorizzare».

Sport. “BentornAti”, la Regione Emilia-Romagna premia la Spal per la promozione in Serie A.

Da Regione Emilia Romagna

La consegna del riconoscimento al presidente Mattioli e al patron Colombarini: “Merito di tutti, è la vittoria di un’intera città e faremo bella figura anche nel massimo campionato”. Presenti il team manager Andreini e i giocatori Mora e Castagnetti in rappresentanza della squadra

Bologna – “Questa è un’impresa già scritta nella storia”: con queste parole il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha accolto oggi nella Sala della Giunta regionale, a Bologna, la Spal di Ferrara, protagonista di una irresistibile ascesa: quattro stagioni fa era nella seconda divisione della Lega Pro, poi l’approdo in Serie B lo scorso anno fino alla promozione in A, la massima serie calcistica, appena conquistata.
Una sola scritta, “BentornAti”, sulla targa consegnata ai vertici della società estense – il presidente Walter Mattioli e il patron Simone Colombarini –, presenti anche il team manager Alessandro Andreini e, in rappresentanza dei giocatori, i centrocampisti Luca Mora (di Parma) e Michele Castagnetti (di Montecchio nel reggiano). Con il presidente Bonaccini, il sottosegretario alla Presidenza della Giunta, Andrea Rossi, e l’assessore allo Sport del Comune di Ferrara, Simone Merli.
“Grazie alla Spal, l’Emilia-Romagna è ancor più protagonista nella massima serie di calcio- ha proseguito Bonaccini-. La conquista della A, dopo 49 anni e due campionati straordinari, è sicuramente merito della Società, dei giocatori che ci hanno creduto fino in fondo ed è anche un riconoscimento importante per la città di Ferrara”.
“La promozione- ha aggiunto l’assessore Merli- è frutto della passione e dedizione della famiglia Colombarini, e ora può dare uno slancio a tutta la città. Merito anche dei giocatori, oltre alla dirigenza, che alle qualità tecniche uniscono qualità umane notevoli, con il loro impegno nel mondo sociale e la loro presenza attiva a Ferrara”.
“È un onore essere qui- ha affermato Simone Colombarini-, per ricevere un riconoscimento inatteso. Il nostro obiettivo, quando abbiamo raccolto dal sindaco Tagliani la sfida di salvare la società, è stato prima di tutto quello di avvicinare la città alla sua squadra, puntando su valori umani e sociali. Ora ci aspetta una sfida ancora più difficile: lavorare per dare stabilità al progetto e restare in A”.
“E’ la vittoria di un’intera città e della provincia di Ferrara- ha concluso il presidente Mattioli-. Con questa promozione abbiamo ritrovato felicità, sorriso e orgoglio. Merito della proprietà, della dirigenza e di un gruppo favoloso. Faremo bella figura anche in A”./BB

Lo spettacolo del Palio più antico del mondo è a Ferrara!

Da Consorzio Visit Ferrara

La città rinascimentale rivive l’atmosfera cavalleresca con tanti eventi, che culminano con le avvincenti Corse del Palio di domenica 28 maggio 2017.

L’immaginario cavalleresco torna a rianimare Ferrara, la città dal centro storico rinascimentale Patrimonio dell’Umanità UNESCO, per il palio più antico del mondo. La giornata clou è domenica 28 maggio quando in Piazza Ariostea vanno in scena le storiche gare tra le 8 contrade: la corsa delle putte, la corsa dei putti, la corsa delle asine e la corsa dei cavalli, per un grande spettacolo della tradizione che fa parte dell’anima della città, da quando era una delle principali capitali culturali d’Europa. Il Palio di Ferrara esiste, infatti, dal 1259 e ad ogni edizione lascia rivivere emozioni senza tempo tra gli scenari del Rinascimento. Per un mese intero, quello di maggio, tutti gli anni si disputano avvincenti sfide tra le 8 contrade ferraresi, tra corse, gare di sbandieratori, sfilate in abiti rinascimentali e grandi eventi. Da non perdere, inoltre, le Cene Propiziatorie di sabato 27 maggio, che si svolgono presso le sedi delle contrade ferraresi e alle quali partecipano anche i campioni protagonisti delle gare del giorno successivo.
Con il Consorzio Visit Ferrara il Palio diventa un’esperienza ancora più entusiasmante, prenotando le offerte direttamente sul sito www.visitferrara.eu Dal 26 al 28 maggio, si può scegliere il programma “Corse dell’antico Palio” di 3 giorni con 2 notti in hotel in mezza pensione, pranzo tipico, visita guidata, bicicletta, il biglietto per la Corsa del Palio in tribuna centrale o tribuna mossa, la MyFE Card, la carta turistica della città per vivere gratuitamente i musei e i luoghi di cultura ferraresi. Il prezzo dell’offerta di Visit Ferrara è da 223 euro a testa. E’ possibile prenotare sul sito di Visit Ferrara anche l’esclusiva partecipazione alle Cene Propiziatorie.

Il teatrino delle poltrone pagato dai contribuenti

Da Paola Peruffo

Non è un bello spettacolo quello a cui stiamo assistendo in questi giorni in seno alla giunta del Comune di Ferrara.
Prendiamo atto di un primo dato: l’appartenenza a uno specifico partito, piuttosto che a un altro, conta maggiormente della preparazione volta ad affrontare le complesse deleghe di un assessorato delicato quale quello che comprende in particolare la Pubblicazione Istruzione e le Pari Opportunità.
Dal punto di vista umano spiace il trattamento riservato ad Annalisa Felletti, rea non di aver cambiato visione politica (rimane stabilmente nell’area di centro-sinistra), ma semplicemente di approdare a un partito inviso al Pd. Peccato che questi screzi e i conseguenti avvicendamenti di poltrone siano tutte a spese dei contribuenti ferraresi.
Quanto al futuro, faccio un sincero in bocca al lupo a Cristina Corazzari, collega della commissione Scuola, che si troverà a gestire materie, come detto, delicate e che necessitano di equilibrio oltre che di capacità tecniche e di ascolto.
Certo stupisce che l’accoglienza che viene riservata a sinistra alla neo-assessore in pectore non sia certa tenera. Tra le cose maggiormente sconcertanti, leggendo le dichiarazioni del un ex capolista di Sel, annoto che ormai definirsi “moglie e madre”, come ha fatto Cristina Corazzari sul suo profilo personale, non siano più valori fondanti della famiglia, ma elementi da cui doversi difendere.
Spero, come tutti i cittadini di area cattolica-moderata teoricamente rappresentati dal sindaco Tagliani, che possano essere fatte scelte sagge riguardo a materie e argomenti sui quali nel recente passato c’è stata molta leggerezza, o meglio, una spinta eccessivamente ideologica.
Parlo per esempio delle mille copie del quaderno di sensibilizzazione “Oltre gli stereotipi di genere: verso nuove relazioni di diagnosi e cura”, costato, tra Regione e Comune, la bellezza di 15 mila euro, con l’obiettivo di fornire istruzioni a medici e operatori sanitari. Un’iniziativa che non è mai passata al vaglio della commissione consiliare Pari Opportunità e, fatto ancor più grave, senza aver coinvolto in fase di progetto gli ordini professionali interessati, peraltro già dotati di saldi codici deontologici. Senza contare che nel corso del congresso di formazione durante il quale sono stati presentati (in pompa magna, con tanto di rinfresco) ne sono stati consegnati poche decine, mentre per le restanti centinaia le modalità di distribuzione sono tuttora in alto mare.

La scuola di danza Luisa Tagliani apre le porte

Da Organizzatori

La Scuola di danza “luisa tagliani” apre le porte al pubblico, ingresso libero, per le dimostrazioni di fine anno scolastico. Mostrera’ insieme ad i suoi allievi come si svolge normalmente una lezione di danza per ogni livello tecnico, dalle piccolissime di tre anni d’ eta’ alle ragazze grandi dell’ ottavo accademico. Il primo appuntamento sara’ martedi’30 maggio h18 c/o palestra tabata in via ippodromo12, si esibira’ il secondo accademico con bimbi di sei,sette anni: agata gaia botton, sasha alexander cappellari, ginevra fabbri, rebecca fabbri, chiara giannattasio, vittoria mantoan, , azzurra pellegrini, maia simonato, diletta stella ed elena marua stivani. Il mercoledi’31 maggio presso progetto 21 in via briosi 80, h18 la prepropedeutica del gruppo dell’ist. San vincenzo insieme alle altre piccoline della scuola dai tre ai sei anni d’ eta’, propedeutica e primo accademico: anna bonfieni, francesca bonora, mia bonora, grazia camarda, ottavia candiani, virginia carli, giulia de angelis, sara de angelis,marta farina, gaia formichella, carolina furini, martina guerra, martina ottani, elena pandini, isabella resca, carolina roda, noa simonato. ginevra tartaglia, beatrice tessarin e sveva toselli. Sempre il 31 maggio alle ore 19,30 la sbarra a terra delle grandi dal quinto all’ ottavo accademico: rachele beccarini, lisa bisson, annalisa dallaga’, bianca guitti, valentina parente, eleonora petrucci, francesca pirani, eleonora simoncelli, ginevra spagnolo, irene susanni, athina zerva ed alice zucco. Sempre presso progetto 21, lunedi’ 5 giugno h 18 il gruppo di moderno piccoli: sophie amarbergh, sasha alexander cappellari, emma checchi, asia coletti, anna de candia, martina guerra, alessandra manzoni, ginevra negretto, francesca pirani, ginevra spagnolo, diletta stella. A seguire alle 19,30 l’esibizione di danza classica delle grandi dal quinto all’ottavo accademico: rachele beccarini, lisa bisson, annalisa dallaga’, bianca guitti, valentina parente, francesca pirani, eleonora petrucci, eleonora simoncelli, ginevra spagnolo, irene susanni, athina zerva ed alice zucco. Termina le dimostrazioni il gruppo del terzo e quarto accademico, bimbe di otto, nove e dieci anni, mercoledi’ 7 giugno h18 sempre in via briosi 80: sophie amarbergh, virginia cervellati, asia coletti, emma checchi, anna de candia, alessandra manzoni, ginevra negretto,aurora serra.
Durante l’estate ci saranno i corsi estivi, per informazioni tel. 328 3553547 o consultare il sito http://taglianiluisa.wixsite.com/scuoladidanza-fe della scuola di danza”luisa tagliani”, che vanta quest’ anno due nuovi “trofei”: un’allieva ha vinto la borsa di studio per l’ opera di budapest ed il posto al teatro san carlo di napoli.

La newsletter del 23 maggio 2017

La newsletter del 23 maggio 2017

POLIZIA MUNICIPALE – Dal 12 giugno al 19 agosto apertura al pubblico dalle 7.15 alle 13

Gli orari estivi dell’Ufficio Relazioni col pubblico della Polizia Municipale

23-05-2017

Il Comando del Corpo Polizia Municipale Terre Estensi informa che dal 12 giugno al 19 agosto l’Ufficio Relazioni col pubblico di via Bologna 534/a (Ferrara) sarà aperto dal lunedì al sabato dalle ore 7.15 alle ore 13.

LAVORI PUBBLICI E CULTURA – Presentati in residenza municipale da sindaco Tagliani e ass. Modonesi e Maisto

Teatro Comunale “Claudio Abbado”: partono a giugno i lavori di consolidamento post-sisma

23-05-2017

Prenderanno il via nel giugno 2017 e si concluderanno tra settembre e ottobre prossimi, i lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma al Teatro Comunale “Claudio Abbado” 

I dettagli dei lavori, che interesseranno il prestigioso contenitore culturale cittadino, sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina, martedì 23 maggio nella sala degli Arazzi (residenza municipale) alla quale sono intervenuti il sindaco Tiziano Tagliani, gli assessori comunali Aldo Modonesi e Massimo Maisto, la presidente della Fondazione Teatro Comunale Roberta Ziosi, i dirigenti tecnici e progettisti comunali Luca Capozzi (Ingegnere Capo) e Natascia Frasson (Servizio Beni Monumentali), infine Thomas Baglioni (in rappresentanza dell’associazione temporanea delle imprese aggiudicatarie dei lavori).

Il costo complessivo dei lavori è di 1.515.000 euro finanziati grazie ai Contributi Regionali assegnati con finanziamento concesso dal Commissario Delegato (1.492.221,29 euro) ai quali si aggiungono fondi comunali (rimborso assicurazione, 22.778,71 euro).

Il cantiere aprirà ufficialmente il 5 giugno e le impalcature esterne saranno montate in orario notturno per evitare disagi alle attività commerciali presenti alla base dell’edificio, in particolare sul lato di Corso della Giovecca.

SCHEDA INFORMATIVA (a cura dell’Assessorato ai Lavori Pubblici 

Titolo progetto: Lavori di riparazione e miglioramento strutturale post sisma TEATRO COMUNALE di Ferrara

Responsabile del Procedimento in fase di Progettazione: Ing Luca Capozzi

Responsabile del Procedimento in fase di Esecuzione: Arch. Natascia Frasson

Servizio Beni Monumentali e Centro Storico Settore Opere Pubbliche e Mobilità

Obiettivi dell’intervento: Nell’ambito del programma di recupero delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, l’Amministrazione Comunale della Città di Ferrara – in coordinamento con la Regione Emilia Romagna – ha individuato, tra gli interventi urgenti, la riparazione e il miglioramento strutturale del Teatro Comunale di Ferrara.

Il Teatro Comunale di Ferrara è il più importante teatro di Ferrara. È stato costruito dal 1773 al 1797 da Antonio Foschini e Cosimo Morelli ed è ubicato in Corso Martiri della Libertà 5, in pieno centro storico e a pochi metri dal Castello Estense. A seguito degli eventi sismici di Maggio 2012 si è deciso di dare la priorità ad interventi che coinvolgono le parti più vulnerabili del fabbricato. La qualità e la diffusione di tali interventi sono stati concepiti al fine di portare risorse aggiuntive al fabbricato in termini di risposta sismica e di restituire l’aspetto originario all’architettura, possibilmente migliorandone il grado di conservazione immediato e futuro, non solo dal punto di vista puramente estetico, ma anche di quello di conservazione delle caratteristiche strutturali degli elementi costruttivi. Gli interventi sono stati inoltre concepiti e programmati in zone che non andassero a interferire con le stagioni teatrali già programmate per non causare importanti danni economici all’istituzione teatrale.

Descrizione dell’intervento: Si prevede pertanto di realizzare tutti i controventi di falda nei coperti lignei e contestualmente gli interventi di inserimento di cordoli in muratura armata o metallici a livello delle strutture di copertura. A completamento degli interventi nelle coperture saranno realizzati i rinforzi collegamenti dei nodi delle capriate e delle strutture lignee secondarie. Così facendo si realizzerà un consolidamento complessivo delle strutture di copertura con importanti risorse aggiuntive per la risposta dell’edificio nel caso di sollecitazioni sismiche. Contestualmente verrà eseguita anche la reticolare di piano a livello del controsoffitto sopra gli spazi del ridotto, sia per coerenza di risposta con l’insieme degli interventi di controventamento, sia per dotare questa parte di edificio di maggiori risorse nei confronti delle sollecitazione agenti sulla zona del porticato su Corso Martiri della Libertà e dei conseguenti possibili meccanismi locali. Gli interventi nelle zone di copertura potranno essere realizzati senza interferire con l’attività teatrale; l’unica zona per la quale è risultato necessario effettuare una attenta programmazione delle tempistiche di intervento, per via delle interferenze necessariamente conseguenti, risulta la porzione di copertura sopra il palcoscenico che, contestualmente all’intervento di rinforzo e delle passerelle in legno previsto; sarà interessata dai lavori solo nei periodi di sospensione delle attività teatrali programmate. Gli interventi in copertura comporteranno la necessità di realizzare i ponteggi di facciata. Contestualmente si prevede di eseguire l’insieme delle opere di riparazione e delle lesioni presenti su tutte le murature perimetrali di facciata (compreso il muro di fondo del palcoscenico) e le conseguenti opere di ripristino (intonaci e tinteggiature). Si prevede anche di eseguire le opere di riparazione delle lesioni murarie nelle zone dei sottotetti e del corpo su Corso Giovecca.
E’ prevista la realizzazione delle catene nel coperto del fabbricato dei camerini, nelle zone previste su Corso Giovecca e in corrispondenza dei pilastri del porticato su Corso Martiri.
Quest’ultimo intervento risulta essere necessario, unitamente alla realizzazione della reticolare di piano sopra il Ridotto, ai fini di aumentare le risorse strutturali in una zona fortemente sollecitata e vulnerabile, e parallelamente di grande importanza architettonica e funzionale. Gli interventi sui palchi (iniezioni di riparazione delle lesioni) e sul corridoio del teatro, il consolidamento e irrigidimento delle passerelle in legno del muro del palcoscenico con il loro contestuale fissaggio al muro di fondo del proscenio con funzione di ritenuta anti ribaltamento (soluzione preferita alla loro sostituzione con nuovi elementi metallici prevista nel preliminare per motivi di compatibilità acustica degli ambienti), il fissaggio delle solette dei solai alle murature esistenti con profili metallici e tasselli limitatamente alla porzione delle Sale del Colle), il consolidamento strutturale degli arellati, l’inserimento dei trefoli nei giunti di malta a rinforzo dei pilastri lesionati del porticato, e le restanti opere di riparazioni delle lesioni delle parti strutturali interne saranno oggetto sempre del primo stralcio.
Gli interventi architettonici esterni previsti sull’involucro edilizio sono ovviamente propedeutici e/o conseguenti agli interventi strutturali e tengono conto anche delle indicazioni della Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggistici raccolte in fase di indagine preliminare. Anche gli aspetti legati alla conservazione al rispetto della perfetta regola d’arte sono stati tenuti in debita considerazione in quanto ritenuti funzionali al completamento di quella serie di interventi che mirano a migliorare la risposta strutturale degli elementi costruttivi (buona conservazione – buona risposta strutturale).

Dati contratto

Determina di aggiudicazione DD-2017-767 esecutiva dal 28/04/2017 PG-2017-48442 del 27/04/2017

Stato dei lavori: inizio giugno 2017

Finanziamento: Importo dei lavori a base di contratto inclusi oneri della sicurezza: € 955.107,67 + IVA. Importo complessivo dell’opera: € 1.515.000,00

Tipologia di finanziamento: Contributi Regionali assegnati con finanziamento concesso dal Commissario Delegato: € 1.492.221,29. Importo finanziato con fondi comunali (assicurazione): € 22.778,71

 

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Conferenza di Franco Cazzola giovedì 25 maggio alle 17

Riuniti dopo cento anni tutti i volumi de ‘Le scritture d’acque ferraresi’ di Alberto Penna

23-05-2017

I dieci volumi che compongono ‘Le scritture d’acque ferraresi’ di Alberto Penna tornano a riunirsi dopo cento anni di separazione. La consegna all’Archivio Storico Comunale di Ferrara dei primi quattro tomi da parte del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara è prevista per giovedì 25 maggio alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via delle Scienze 17, Ferrara), in occasione della conferenza sul tema a cura di Franco Cazzola, economo e storico dell’agricoltura e della bonifica. L’incontro sarà introdotto dal sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani e dal Presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Franco Dalle Vacche.
L’appuntamento è organizzato dal Consorzio di Bonifica Pianura nell’ambito delle iniziative per la ‘Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione’ (13-21 maggio 2017).

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Le scritture d’acque ferraresi si compongono di dieci volumi, circa 6.000 pagine, in parte autografi dei singoli autori e in parte copie di mano del Penna che, oltre ad averli raccolti e ordinati, ha realizzato gli indici a corredo della congerie di materie trattate. I volumi vanno dai primi decenni del ‘500 agli ultimi decenni del ‘600. Questa importante raccolta risulta oggi smembrata in due archivi: i primi quattro volumi si trovano presso l’archivio storico del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e i volumi rimanenti presso l’Archivio Storico Comunale di Ferrara. L’esame dei singoli testi apre un interessante scenario sulle questioni tecniche, sullo ‘stato delle acque’ del territorio. Si tratta di relazioni, lettere, diari, editti, capitoli, note, disegni, misurazioni, scritture, estimi, progetti, preventivi di spesa, visite d’acque; tutti documenti comunque riguardanti la situazione idraulica del Ferrarese. Il ritrovamento dei primi quattro volumi, da una ricerca bibliografica e archivistica di Leopoldo Santini, membro di Comitato Amministrativo del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e il racconto delle vicende che hanno portato alla divisione dei tomi.
Nell’occasione verranno ufficialmente riconsegnati all’Archivio Storico Comunale di Ferrara.

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 25 maggio alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione dell’escursione “Dal Quadrivio rossettiano alla Porta degli Angeli”

23-05-2017

Giovedì 25 maggio 2017 alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’escursione culturale intitolata “Dal Quadrivio rossettiano alla Porta degli Angeli: luoghi meravigliosi fuori dal tempo”, che si terrà martedì 30 maggio alle 17 (uogo di ritrovo in corso Ercole I d’Este, all’ingresso del Parco Massari). L’iniziativa fa parte dell’evento culturale Festival dei diritti 2017.

All’incontro coi giornalisti interverranno l’assessore ai Lavori pubblici e beni monumentali Aldo Modonesi, il responsabile dell’Ufficio Ricerche Storiche Francesco Scafuri, il docente UniBo Francesco Ceccarelli, la presidente di Arci Ferrara Alice Bolognesi e Florinda Rinaldini di Itacà-Festival del turismo responsabile.

1.a COMMISSIONE CONSILIARE – Mercoledì 24 maggio alle 15.30 nella sala Zanotti della Residenza Municipale

Esame della proposta di modifiche al “Regolamento del Garante delle persone private della libertà personale”

23-05-2017

La 1.a Commissione consiliare – presieduta dal consigliere Fornasini – si riunirà mercoledì 24 maggio alle 15.30 nella sala Zanotti della Residenza Municipale per l’esame della proposta del consigliere comunale Fochi-M5S in merito a modifiche al ‘Regolamento del Garante delle persone private della libertà personale’. Interverrà alla seduta l’assessora Chiara Sapigni.

BIBLIOTECA BASSANI – Giovedì 25 maggio alle 17 il volume di psicologia del benessere all’Auditorium di Barco

Incontro con l’autore del libro “Ricordati di te”

23-05-2017

Giovedì 25 maggio 2017 alle 17 nell’Auditorium della Biblioteca Giorgio Bassani, in via Grosoli 42 a Ferrara (zona Barco), si terrà la presentazione del libro di Fabio Valenzisi, “Ricordati di te”.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
“La silenziosa luce interiore della presenza sgretola come cocci di terracotta al sole qualsiasi demone interiore”.
L’associazione culturale e artistica Lucrezia promuove la presentazione del libro di Fabio Valenzisi. Ognuno di noi vive immerso nella propria routine quotidiana: il lavoro, la cura della casa, dei figli, pagare le bollette, fare la spesa, andare in banca. Azioni che si compiono ogni giorno, e che spesso, proprio per questo, danno l’impressione di soffocare nell’automatismo. Eppure sfuggire a questa inconsapevolezza paragonabile al sonno, è difficile, ma non impossibile, grazie a un costante e attento Lavoro su di sé. Fabio Valenzisi accompagna il lettore verso la conoscenza del proprio mondo interiore, mettendo in luce i lati più in ombra della “macchina psicofisica”. Un viaggio di scoperta a volte duro, perfino disturbante, che ha però come premio una percezione tutta nuova del reale, una più profonda consapevolezza di sé e dell’altro.

Fabio Valenzisi è un professionista nel settore del wellness e della medicina alternativa da oltre 15 anni. Svolge la sua attività presso i suoi studi di kinesiologia applicata. Tiene regolarmente corsi e conferenze su psicologia del benessere, psicosomatica integrata e Lavoro su di sé, e collabora con psicologi e psicoterapeuti trattando le dinamiche psico-corporee correlate allo stress.
“Ricordati di te” di Fabio Valenzisi, edizioni Argentodorato, 2017.

Per info: Biblioteca Giorgio Bassani, via Grosoli 42, Ferrara, info.bassani@comune.fe.it, tel. 0532 797414.

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 24 maggio alle 10 al Ridotto del Teatro comunale ‘Claudio Abbado’

Presentazione del convegno “Ferrara città del romanzo storico delle donne. Omaggio a Maria Bellonci”

23-05-2017

Mercoledì 24 maggio alle 10, al Ridotto del Teatro comunale ‘Claudio Abbado’, si terrà una conferenza stampa per presentare il convegno “Ferrara città del romanzo storico delle donne. Omaggio a Maria Bellonci“. L’iniziativa, in programma al Monastero del Corpus Domini dal 26 al 28 maggio, è a cura della Società Italiana delle Letterate con il patrocinio e il sostegno dell’assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara.

All’incontro con i giornalisti interverranno il vicesindaco e assessore alla Cultura Massimo Maisto e Monica Farnetti in rappresentanza della Società Italiana della Letterate e del comitato scientifico e organizzativo.

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta del 23 maggio 2017

Candidato a finanziamento regionale il nuovo progetto ‘Officina dei saperi’ per la partecipazione dei cittadini all’amministrazione locale

23-05-2017

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 23 maggio:

Assessorato all’Urbanistica, Edilizia, Rigenerazione Urbana, assessore Roberta Fusari:
Processi partecipativi: candidato a finanziamento regionale il nuovo progetto comunale ‘Officina dei saperi – Viaggio nelle frazioni’
 
Si propone di giungere entro la prima metà del 2018 all’elaborazione del nuovo ‘Regolamento sulle forme di partecipazione popolare all’amministrazione locale’ il progetto con cui il Comune di Ferrara, attraverso il proprio Urban Center, concorrerà al bando regionale per l’erogazione di contributi a sostegno dei processi di partecipazione per l’anno 2017.
Il progetto, dal titolo ‘Officina dei saperi – Viaggio nelle frazioni’, rientra in un processo partecipativo attivo dal 2014 e finalizzato al riconoscimento e supporto dell’uso civico e collettivo dei beni comuni, attraverso la partecipazione dei cittadini alla vita comunitaria e politica della città, che presuppone l’ideazione di nuove soluzioni per favorire la sostenibilità, anche economica, delle diverse progettualità civiche e il conseguente adeguamento delle procedure e normative comunali.
In continuità con il precedente “Officina dei saperi, verso una rete tra le comunità di pratiche”, finanziato dalla Regione nel 2016, anche il nuovo progetto si inserisce nel piano dell’Urban Center per l’attivazione, appunto, di un'”Officina dei saperi, intesa come un laboratorio urbano collettivo per lo sviluppo e il potenziamento delle progettualità civiche caratterizzanti la città di Ferrara”.
Oggetto decisionale del progetto, come detto, sarà il ‘Regolamento comunale per la disciplina delle forme della partecipazione popolare all’amministrazione locale’, strumento normativo già esistente, ma del quale è necessaria un’attualizzazione, anche alla luce degli esiti dei percorsi partecipativi promossi dall’Amministrazione comunale negli ultimi anni.
Il calendario di realizzazione del progetto prevede come obiettivo dei primi mesi (giugno – settembre 2017) quello di ampliare il quadro conoscitivo sulle pratiche locali di cura e governo dei beni comuni, con particolare riguardo per le esperienze localizzate nelle diverse frazioni del territorio comunale ferrarese. Tale attività di ricognizione sarà funzionale alla possibile creazione di una rete tra le diverse esperienze che sia realmente rappresentativa dell’intera città di Ferrara e ad un conseguente nuovo regolamento della partecipazione popolare. Saranno quindi organizzati diversi incontri pubblici di confronto e raccolta di proposte (di cittadini, gruppi, comitati, associazioni) fino a giungere all’approvazione della bozza del nuovo Regolamento da consegnare alla Giunta comunale entro la prima metà del 2018.
Il contributo che sarà richiesto alla Regione è di 5.200 euro, cui, in caso di concessione, si aggiungerà il cofinanziamento comunale di 2.300 euro.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:
Dal Comune sostegno organizzativo a festival in città

E’ in programma dall’1 al 4 giugno prossimi, a Pontelagoscuro, l’edizione 2017 del ‘Totem arti festival’ per la cui realizzazione il Comune offrirà il proprio supporto logistico e organizzativo al Teatro Nucleo. La manifestazione, giunta alla quinta edizione, consiste in una rassegna di teatro, danza contemporanea, musica e community art all’interno del parco Tito Salomoni e del vicino campo di calcio. Finalità del festival è la valorizzazione del quartiere ‘vecchio’ di Pontelagoscuro, attraverso un programma che propone un mix tra linguaggi contemporanei, teatro e laboratori per bambini e ragazzi, indie rock, arte popolare e gastronomia, sempre nell’ottica del rispetto ambientale e della sensibilizzazione ecologica.

– Dal 1995 rappresenta uno degli appuntamenti dell’estate ferrarese più attesi e apprezzati dal grande pubblico, in arrivo anche da altre città e regioni. ‘Ferrara sotto le stelle’ tornerà anche quest’anno dal 20 giugno al 27 luglio ad animare piazza Castello e il cortile del Castello con sei concerti programmati dall’associazione omonima con il sostegno e la collaborazione organizzativa e logistica dell’Amministrazione comunale, che metterà a disposizione spazi cittadini e servizi di supporto e promozione.

 

Assessorato alla Pubblica Istruzione, Pari Opportunità, Cooperazione Internazionale, sindaco Tiziano Tagliani:
L’organizzazione
di ‘EstateBambini’ sarà affidata a un partner esterno
A partire dall’edizione 2017 l’organizzazione e la realizzazione della manifestazione
‘EstateBambini’ saranno affidati, come stabilito oggi dalla Giunta, dal Comune di Ferrara a un partner esterno, a fianco del quale continueranno ad operare professionalità interne all’Amministrazione comunale, oltre ai soggetti del mondo del volontariato cittadino tradizionalmente coinvolti nell’evento.
In programma ogni anno a settembre in piazza XXIV Maggio, ‘EstateBambini’ offre da sempre alle famiglie della città un ricco programma di laboratori, spettacoli, mostre, attività di animazione e ristorazione e, negli ultimi tempi, ha assunto una configurazione sempre più complessa e articolata, che richiede strutture organizzative flessibili e dinamiche in grado di garantirne la realizzazione in tutte le sue articolazioni.

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818 

 

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 26 maggio alle 12 all’Istituto di storia contemporanea (vicolo Santo Spirito)

Presentazione del convegno “Dalla nevrosi allo stress post-traumatico. Storie di uomini e soldati”

23-05-2017

Venerdì 26 maggio 2017 alle 12 all’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara (vicolo Santo Spirito 11) si terrà la conferenza stampa di presentazione del convegno “Dalla nevrosi allo stress post-traumatico. Storie di uomini e soldati”. La conferenza stampa sarà l’anticipazione ferrarese del convegno che si terrà a Roma, a Palazzo San Macuto, martedì 30 maggio.
L’argomento trattato intende approfondire l’evoluzione delle cosiddette “nevrosi di guerra” dalla loro scoperta, grazie alle ricerche di Gaetano Boschi, sino a oggi, ai disturbi psichici manifestati dai militari durante le missioni di pace.

A intervenire all’incontro di presentazione saranno l’onorevole Paola BoldriniGiuseppe Sarti, direttore dell’Istituto “Don Calabria” di Ferrara già sede dell’ospedale per nevrosi di guerra (1915-18); Riccardo Modestino, dirigente medico del Servizio Prevenzione e Protezione di Ferrara; la presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea Anna Quarzi.

Per info: Istituto di Storia Contemporanea, vicolo Santo Spirito 11, Ferrara, addetto stampa Matteo Bianchi, cell. 328 0116981

(Comunicato a cura di Istituto di Storia Contemporanea)

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 24 maggio alle 12 nella sala dell’Arengo della residenza municipale

Presentazione della Campagna nazionale “Ero straniero. L’umanità che fa bene”

23-05-2017

Mercoledì 24 maggio alle 12, nella sala dell’Arengo della residenza municipale, si terrà una conferenza stampa sulla campagna “Ero straniero. L’umanità che fa bene“, che promuove una legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi – Fini e cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

All’incontro con i giornalisti saranno presenti le assessore comunali Chiara Sapigni e Roberta Fusari e Mario Zamorani del comitato promotore della campagna.

 

PROTEZIONE CIVILE REGIONALE: ALLERTA N.42/2017

ALLERTA CODICE GIALLO PER CRITICITA’ IDROGEOLOGICA PER TEMPORALI

23-05-2017

L’Agenzia Regionale di Protezione Civile dell’Emilia Romagna ha emesso l’allerta n. 42/2017

livello di criticità idrogeologica per temporali, colore GIALLO, attivazione fase di attenzione

dalle ore 00.00 del giorno 24/05/2017 alle ore 00.00 del giorno 25/05/2017 è previsto il rapido transito di una linea temporalesca organizzata proveniente da nord-est che interesserà il settore centro-orientale della nostra regione. Sono previste localmente precipitazioni molto intense, con associate raffiche di vento, fulminazioni e grandinate nel territorio ferrarese.

 

Gli avvisi e le allerta dell’Agenzia di Protezione Civile dell’Emilia Romagna

 

Si invita la popolazione ad adottare le misure di autoprotezione consigliate visionabili nei links sotto riportati.

 

 

 

 

 

 

 

SPORT E BENEFICENZA – Numerosi partecipanti insieme per contribuire alla realizzazione della Casa del Sollievo

Successo dello stage di arti marziali a favore di Ado

23-05-2017

Sabato 20 maggio, a Ferrara, al Palapalestre John Caneparo si è tenuto lo stage internazionale “Sport e beneficenza” con obiettivo la raccolta fondi in favore di Ado onlus (Assistenza domiciliare oncologica), organizzato dall’associazione sportiva dilettantistica Csr-Centro studi ricerche Ju Jitsu Italia, con il patrocinio del Comune di Ferrara, del Coni Comitato Emilia Romagna, Panathlon club di Ferrara, Anaoai Sezione di Ferrara, Uisp Comitato provinciale di Ferrara, comitato Ju Jitsu Italia e naturalmente Ado onlus di Ferrara.
Numerosi sono stati i partecipanti provenienti da diverse provincie e Regioni d’Italia oltre che dalla Spagna, Polonia e, persino, dal Canada, sia adulti che bimbi, tutti insieme per contribuire alla realizzazione della Casa del Sollievo di Ado onlus.
I maestri nazionali e internazionali che si sono alternati al centro della materassina, Piero Silvano Rovigatti, Mirosław Kuświk, Davide Conti, Alberto Blanco, Vicente Alarcón, Kazimierz Kurzawski Michele Vallieri, Sara Paganini e Cezary Pryga, sono stati molto apprezzati sia dai partecipanti che dal pubblico presente.
Alla richiesta di un commento a caldo il maestro Davide Conti, promotore dell’iniziativa, ha detto: “Posso solo ringraziare le istituzioni per l’appoggio, i partecipanti per aver contribuito alla riuscita della manifestazione, gli sponsor per l’aiuto economico ed i miei allievi senza i quali non sarei riuscito nell’iniziativa. Un grazie speciale ai maestri sia italiani che esteri per aver contribuito alla buona riuscita dell’evento. Personalmente ritengo sia stato un successo”.
L’Ado desidera porgere il suo sentito ringraziamento agli organizzatori, ai Maestri presenti e a tutti partecipanti per l’indispensabile sostegno e per il bellissimo evento realizzato con la speranza che possa ripetersi anche in futuro.

Attentato Manchester, il cordoglio della Regione.

Da Regione Emilia Romagna

Il presidente della Giunta: “Azioni dettate dall’odio e impossibili anche solo da pensare. L’intera comunità regionale dell’Emilia-Romagna si stringe ai famigliari, ai feriti e a tutto il popolo del Regno Unito”

Bologna – “Una violenza assurda e inconcepibile, ancor più sconvolgente nel momento in cui provoca la morte di ragazze e ragazzi giovanissimi, vittime innocenti a cui va il pensiero di tutti noi. Ci stringiamo ai famigliari, ai feriti, alle autorità e a tutto il popolo del Regno Unito, cui l’intera comunità regionale dell’Emilia-Romagna esprime vicinanza e cordoglio”. Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dopo l’attentato di Manchester portato a termine nella serata di ieri fra il pubblico, formato in grande maggioranza da adolescenti, della cantante americana Ariana Grande.
“Nel momento in cui sarebbe impossibile anche solo pensarle- prosegue Bonaccini- vediamo invece divenire realtà azioni dettate dall’odio, prive di alcuna giustificazione o radice plausibile in qualsiasi riflessione o analisi. Azioni che, unite all’immenso dolore per ciò che provocano, vanno contrastate con rigore e fermezza, insieme ai principi di civiltà e democrazia alla base della nostra società”.

Convegno internazionale su Shakespeare In memoria di Mariangela Tempera

Da Unife

È As You Like It ad ispirare il convegno internazionale Shakespeare and Popular Culture, as you like it, che si terrà nei giorni mercoledì 24, giovedì 25 e venerdì 26 maggio presso l’Auditorium Santa Lucia, Via Ariosto 35..
Il fulcro del convegno, organizzato da Paola Spinozzi, docente di Letteratura inglese presso il Dipartimento di Studi Umanistici, in collaborazione con IASEMS – Italian Association of Shakespearean and Early Modern Studies. è il dialogo fra le opere di Shakespeare e la cultura popolare attraverso le riscritture e le messe in scena dalla prima età moderna ai nostri tempi in una prospettiva transnazionale.
L’interesse per l’interdisciplinarietà è evidente nei temi degli interventi, che esamineranno le serie televisive, il cinema, la musica, i videogiochi, i fumetti, le pubblicità, i blogs e i siti Internet.
Il convegno vuole inoltre offrire un tributo a Mariangela Tempera, fondatrice del Centro shakespeariano nel 1982 e indimenticata docente per tanti anni di Letteratura Inglese presso il Dipartimento di Studi umanistici del nostro Ateneo, studiosa internazionale della letteratura e della cultura inglese.

Mariangela Tempera per più di un quarantennio di carriera universitaria oltre ad occuparsi di teatro inglese del Rinascimento e di Shakespeare ha lavorato sulla letteratura popolare e sugli adattamenti cinematografici di alcuni testi shakespeariani.
Ha diretto la collana “Shakespeare dal testo alla scena” (CLUEB, Bologna), ricca di numerosi volumi monografici, cui ha contribuito con altrettanto numerosi saggi. Per anni ha svolto un importante ruolo di collegamento fra il lavoro di ricerca dei docenti universitari e la pratica didattica degli insegnanti delle scuole secondarie, contribuendo a diffondere tra le giovani generazioni passione ed entusiasmo nei confronti del teatro shakespeariano di cui era e resta stimata studiosa a livello internazionale. Nel 1992, su convenzione tra Comune e Università degli Studi di Ferrara, ha fondato il “Centro Shakespeariano”, allo scopo di promuovere lo studio e l’insegnamento del teatro shakespeariano in Italia, favorendo la presenza a Ferrara di studiosi del testo e della messa in scena e organizzando mostre, seminari e convegni specialistici ad integrazione del lavoro svolto nelle scuole.
Ha partecipato inoltre, in qualità di ricercatore, al progetto della Comunità Europea COTEPRA e in qualità di coordinatore di gruppo di ricerca al progetto ACUME. Dal 2004 al 2006 ha diretto l’ IPErasmus ‘EuroShakespeares’. Profonda e acuta conoscitrice dell’opera di William Shakespeare, tra le cui pieghe sapeva condurre studenti e ascoltatori con acume e ironia, lascia purtroppo incompiuto il suo ultimo lavoro di studiosa: un catalogo delle citazioni shakespeariane nel cinema internazionale di ogni genere, frutto della ricerca durata una vita.

Ecco i vincitori del premio “Voci del gruppo scrittori ferraresi”.

Da Organizzatori

Giovedì 18 maggio 2017, a Palazzo Bonacossi, si è svolta la cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio “Voci del Gruppo scrittori ferraresi”.
Vincitrice è risultata Silvia Trabanelli, con la poesia ‘Memento’, secondo classificato Iosè Peverati con la poesia in dialetto ‘Spanlad ad culor’, terzo posto per Antonio Breveglieri con la poesia ‘Meltemi’; segnalati Uta Regoli con ‘Gita italiana’ e Valentino Tartari con ‘Come polvere la mia città’.
Introdotta dal presidente dell’associazione, Matteo Pazzi, il pomeriggio è proseguito con la lettura da parte dei poeti di una tra le opere inviate (tre per autore), quindi sono state aperte le buste con il verbale di giuria e provveduto alla proclamazione.
La giuria era composta da Gina Nalini Montanari, Carla Sautto Malfatto, Nicoletta Zucchini, Giuseppe Ferrara e Claudio Gamberoni.

Progetto teatrale “Fuori dai Margini”

Da Organizzatori

Arriva alla conclusione il progetto teatrale “Fuori dai Margini” che è stato realizzato con gli alunni di due classi quarte, una della scuola primaria Govoni e l’altra della scuola primaria Poledrelli di Ferrara. Il progetto è stato finanziato dall’Istituzione Servizi Educativi, scolastici e per le famiglie, U.O. politiche familiari e integrazione scolastica, ufficio alunni stranieri del Comune di Ferrara, ed è stato condotto da Michalis Traitsis, regista e pedagogo teatrale di Balamòs Teatro.
Ha avuto inizio nel Dicembre del 2016 e si concluderà Giovedì 25 Maggio 2017, alle ore 15.30 (ingresso su prenotazione), presso il Centro Teatro Universitario di Ferrara (via Savonarola 19) con uno spettacolo teatrale dal titolo “Il Mago di Oz”.
L’obiettivo del progetto teatrale “Fuori dai Margini” è stato quello di lavorare con i gruppi classe, per comprenderne le dinamiche e attraverso la pratica teatrale, agire su di esse fornendo agli stessi partecipanti gli strumenti per trasformare le conflittualità, per sviluppare empatia e sensibilità verso ciascuno dei compagni, per conoscere e valorizzare le risorse e le specificità culturali e linguistiche di ognuno, attraverso il racconto di sé e l’ascolto di quello altrui, la costruzione dei personaggi che implicano sempre il mettersi nei panni di un altro da sé. Il laboratorio teatrale si è sviluppato come una sorta di viaggio che parte da sé, per approdare alla costruzione di un noi e ritornare a sé, con l’arricchimento dell’incontro e di punti di vista differenti.
La dimostrazione del lavoro finale con lo spettacolo “Il Mago di Oz” prende spunto dalla storia de “Il Meraviglioso Mondo del Mago di Oz” di L. Frank Baum, che si presta sia a un lavoro interdisciplinare, sia a uno sviluppo teatrale fondato sulla coralità. Attraversare la storia del Mago di Oz, diviene occasione per confrontarsi su tematiche quali la scomparsa delle certezze, dei valori, il mito dell’altrove e quello del partire quanto di tornare, il viaggio come metafora di crescita. Saranno proprio le differenze, anche fisiche, dei personaggi della storia che si riveleranno, lungo la strada, fondamentali per superare ostacoli, paure, difficoltà, aggressioni, ritrovando, di volta in volta, la gioia per continuare ad andare, proprio grazie alla collaborazione e all’amicizia.

Intrecci e Forme Saggio di danza

Da Organizzatori

Giovedì 25 e venerdì 26 maggio alle 21 appuntamento al Teatro Nuovo di Ferrara in piazza Trento Trieste con Intrecci e forme, il tradizionale saggio di fine anno dell’Associazione Sportiva Dilettantistica VIGARANO DANZA, con il patrocinio del Comune di Vigarano Mainarda.
Cambia la cornice delle loro esibizioni, ma anche quest’anno le allieve di Anna Rita Smai porteranno sul palco tutto il loro impegno e la loro passione in uno spettacolo diviso in due parti. Nella prima, le ragazze danzeranno su ritmi della prima metà del Novecento: da Francis Poulenc alla Sinfonia n.9 in Re minore di Antony Dvorak. Uniche eccezioni: il brano di apertura, dalla Sinfonia n. 9 di Ludwig Van Beethoven, la Danse macabre op. 40 di Camille Saint-Saëns con la morte che suona il violino e fa danzare ombre, e l’immancabile Johan Strauss la cui Tritsch Tratsch Polka riunirà sul palcoscenico tutte le allieve della scuola.
Dopo un breve intervallo, nella seconda parte saranno la danza moderna e contemporanea a farla da padrone, anche grazie all’energia e all’ironia degli allievi di hip hop di Federica Fabbrizzi, con Street souls, Gravity e Colours inside my head. Andare a scuola o vagare con la propria immaginazione Fra le nuvole? È quello che sembrano chiedersi le allieve che danzano su “C’est La Ouate” di Caroline Loebe. Di una ragazzina che usa la fantasia per vivere avventure bellissime ed evadere dal mondo reale parla anche Yael Naim nella sua “Far far”, colonna sonora di Lontano Lontano. Baricentro magnetico (Di Giusto Y Camerata Ambigua “La Cambiada”) e Liberamente Essere (sui Concerti Brandeburghesi di Bach) il ritmo libera quella parte di noi stessi imprigionata dalla frenesia della vita quotidiana. Siamo ancora capaci di lasciarci andare e vivere liberamente le nostre emozioni?
A queste coreografie se ne alterneranno altre che valorizzano le abilità tecniche e interpretative delle allieve: 34 mani su brano di Wim Mertens e Intrecci su “Hunger of the Pine” di Alt J “4 Mains”. Chiudono il secondo tempo Senza indugio su “Tear Down These Houses” di Skin e Non solo rosso su “The Magic” di Joan as Police Woman. Le partecipanti saluteranno poi gli spettatori con la cover “Back in the USSR”.
Per il terzo saggio consecutivo, le coreografie di questa seconda parte vedono la collaborazione della giovane danzatrice Martina Cavallini, ormai entrata a far parte a tutti gli effetti della famiglia di Vigarano Danza.
Liberamente Essere e Intrecci di Anna Rita Smai e Martina Cavallini, ballate dalle allieve del sesto e settimo corso, hanno partecipato nell’estate 2016 alla tappa di Firenze di “Città in danza” e sono state selezionate per la rassegna finale che si è tenuta a Chianciano Terme.
Un’ampia gamma di sonorità e stili differenti, tre coreografe e più di duecento piedi, che siano scalzi, con le snickers o sulle punte, vi coinvolgeranno con il loro ritmo e la loro passione: non avete che da seguirli.

Viva Comacchio stagione 2017 – presentazione unitaria al Bar Ragno a Comacchio

Da Ascom Ferrara

Viva Comacchio alza le vele con una destinazione ben chiara: la promozione unitaria e condivisa di Comacchio e dei suoi lidi: un’unica identità ed unico territorio in un’ottica di marketing del territorio che va oltre ogni singola località. E che si protende fino a sfiorare l’autunno. E’ stato presentato oggi (23/05) al Bar Ragno un cartellone condiviso di oltre 150 eventi (www.comacchiocittariviera.it) che spaziano dall’arte alla cultura, dall’enigmistica ai concerti jazz, dal fitness ai mercatini. Protagonisti indiscussi le associazioni ed i consorzi del territorio, sostenuti dal Pubblico, rappresentato dal dirigente comunale Roberto Cantagalli (Turismo): “Un’operazione storica che raccorda in modo unitario il territorio” ha commentato con soddisfazione.
A coordinare l’ampio parterre di relatori e soggetti, Davide Urban direttore generale di Ascom Ferrara: “Prima ancora del programma articolato e di qualità, con un occhio di attenzione alle famiglie, vorrei sottolineare l’importante di essere qui insieme con un obiettivo condiviso: la promozione del territorio” e, prosegue Gianfranco Vitali, presidente di Ascom Comacchio: “Questa è una prova di maturità che come associazioni ed enti forniamo. Il nostro filo conduttore nel 2017 sarà l’enigmistica: già dal prossimo 9 giugno e per tutta l’estate, il centro storico verrà animato con indovinelli e rebus; il più classico modo per trascorrere i tempi liberi delle vacanze diventa un originale intrattenimento da condividere in tanti; coinvolgerà i turisti, senza dimenticare l’apprezzato ventaglio di eventi che lanciamo dal 2015 con Comacchio by Night: dunque i mercatini tipici, le commedie dialettali, i concerti e le visite guidate al Museo del Delta Antico fino alla fine di agosto. Davvero un operazione unica e storica”.
La sinergia vede fianco a fianco Confesercenti: “Abbiamo raccolto l’invito a partecipare attivamente ad un progetto unitario di promozione e realizzazione degli eventi sul territorio dei Lidi. ed in particolare per la prima volta si è riusciti a coinvolgere attivamente tutto il territorio dei Lidi Nord, da Volano a Comacchio” – commenta Roberto Bellotti presidente della Confesercenti Delta -, mentre Luca Callegarini del Consorzio Lido di Volano punta su ambiente, natura, e sport: “Con la programmazione degli eventi della stagione turistica balneare 2017 si compiono ben 15 anni da quando la Coop. Gestione Servizi Turistici di Volano organizza eventi e manifestazioni nella località balneare a più prevalente vocazione naturalistica del territorio”. Tra gli appuntamenti da segnare in agenda a Volano; il primo fine settimana d’agosto le visite guidate al Parco del Delta “Incontri di Mare al Lido di Volano – Un ambiente da scoprire”, l’enogastronomia tipica, lo spettacolo Stelline d’Italia e poi il concerto in riva al mare “Alba classica” in una domenica mattina.
Fiore all’occhiello del Nuovo Consorzio Lido delle Nazioni, invece, e delle sue numerose proposte sarà la gestione della Notte Rosa (il 7 ed 8 luglio) con il mega palco, carico di ospiti e sorprese, allestito per una festa che illuminerà a giorno piazzale Messico alle Nazioni. Sara Vitali del Consorzio sottolinea: “Parliamo sempre di Comacchio ed i suoi Lidi come do un’entità unica. Qui sta tutto il fulcro della nostra azione: prima si propone il territorio nel suo insieme e poi nelle sue declinazioni locali. Il segreto è tutto qui e parte tutto da qui. In questo crediamo”.
Nello sforzo collettivo, è presenta anche un’altra associazione storica come AsBalneari: “E’ molto bello essere qui tutti insieme – spiega Nicola Bocchimpani -; è la prima volta e poi ci siamo dati appuntamento a settembre per definire il programma del 2018, facendo così una programmazione anno per anno. Si respira un entusiasmo nuovo tra gli operatori ed una gran voglia di di fare. Tra gli eventi segnalo il Carnevale notturno (l’8 agosto) in occasione dello storico compleanno dei Lidi di Scacchi e Pomposa. Un evento tutto dedicato alle famiglie”.
Colonna sonora di qualità, anzi di gran classe, sarà il jazz del Gruppo dei 10: “L’ottica di questi oltre venti concerti, tutti di altissimo livello – a parlare è Alessandro Mistri che ha ben chiaro il connubio tra musica e Trepponti – è quella di permettere di recarsi in questo territorio, di conoscere ed apprezzare l’anima nascosta, ricca e complessa nel contempo dei comacchiesi”. Tra le serate di “Tutte le Direzioni Summertime 2017”, la rassegna jazzistica che si dividerà tra il centro storico (Loggia del Grano) e Porto Garibaldi sono da segnalare: il 29 luglio l’appuntamento al nar Ragno con il “Chiara Civello Eclipse tour”, “Mille anni ancora” dedicato all’indimenticato De André (05/08), e l’evento di chiusura (02/09) con il Fabrizio Bosso Quartet.
Viva Comacchio riempie l’estate (e non solo) di mille opportunità e proposte. E dunque, Viva Comacchio!

Copparo – cena Proloco

Da Comune di Copparo

Proloco Copparo orgaizza l’evento “Proloco a cena con dame e cavalieri“, presso il Ristorante Da Giuseppe (viale Carducci 26) nella serata di giovedì 25 maggio, con inizio alle ore 20.30.
Questo appuntamento si realizza in occasione del 40° anniversario del Palio di Copparo, ospite della Proloco, che invita i cittadini a partecipare per festeggiare insieme l’importante ricorrenza.

Comunicato stampa

Da Organizzatori

Si informa la cittadinanza tutta che in data sabato 27 maggio p.v. alle ore 11,30 presso la sede dell’Istituto Comprensivo n. 5 “Dante Alighieri” di Via Camposabbionario 11/a a Ferrara, il Dirigente Scolastico incontrerà i Sigg. genitori rappresentanti di classe dell’Istituto e tutti gli esponenti della Comunità cittadina che hanno voluto effettuare una donazione alla Scuola in nome di Anna Fabbri, così come richiesto dal papà Daniele e dalla mamma Alessandra. In tale occasione verranno aperte le buste, ancora sigillate, pervenute dai cittadini, rendicontando pertanto la Comunità rispetto alla cifra pervenuta. Si condivideranno inoltre le proposte di destinazione di spesa, all’interno delle quali il Consiglio d’Istituto, nella seduta di giugno, provvederà a deliberare definitivamente.
Nella stessa occasione si proporrà l’intitolazione ad Anna di un ambiente scolastico particolarmente significativo, sempre in vista della decisione finale degli Organi Collegiali.

Riforma del Terzo settore “I decreti attuativi vanno modificati”

Da Organizzatori

Il Forum del Terzo Settore e le maggiori rappresentanze delle reti associative di Ferrara e provincia condividono le preoccupazioni del Forum Nazionale e lanciano un appello ai parlamentari del territorio e alla Regione.
Dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei decreti attuativi della legge di Riforma del Terzo settore saranno le Camere ad intervenire per i necessari pareri prima della loro adozione definitiva.
Nelle ultime settimane il processo di adozione dei decreti attuativi ha subito un’accelerazione che non ha permesso di approfondire i tanti aspetti complessi che riguardano la sopravvivenza dell’intera rete del Terzo Settore.
Esprimiamo una forte preoccupazione su diverse questioni che, se non corrette, potrebbero mettere a repentaglio tante attività culturali, sociali, sportive e di volontariato che permettono di creare relazioni e rendere coesi i territori, anche i più periferici.
Proseguendo su questa strada si pregiudica irreparabilmente la vita di centri sociali, circoli culturali, polisportive, parrocchie, case del popolo, contrade, spazi comunali gestiti da associazioni.
Gli aspetti da modificare riguardano ad esempio le modifiche introdotte all’ultimo minuto nel Decreto Legislativo sull’ “impresa sociale” che rischia di limitare molto l’operatività della cooperazione sociale.
E’ necessario anche introdurre una modifica sulla fiscalità e recuperare appieno i principi di mitigazione fiscale che, grazie alle precedenti norme, consentivano all’attività economica, ma non d’impresa, di sostenere attività sociali, concerti, laboratori, sportive e tante iniziative autosostenute.
Non comprendiamo poi l’appesantimento burocratico che tende a limitare oltre il necessario le libertà e le autonomie statutarie che sono alla base dell’iniziativa associativa e incrementano il carico di lavoro su gruppi dirigenti e volontari.
Anche la revisione del sistema dei Centri Servizio per il Volontariato mira a cancellarne la presenza e quindi il ruolo delle tante reti di periferia, privilegiando aree metropolitane ed aree vaste.
Alla luce di questo quadro il Forum di Ferrara e le reti firmatarie si uniscono all’appello del Forum Nazionale e Regionale e invocano i propri parlamentari, gli Enti Locali e la Regione affinché vigilino sulla Riforma.
“Ci sono stati sicuramente dei passi in avanti – ha dichiarato la portavoce del Forum ferrarese Chiara Bertolasi – ma i decreti attuativi sono materia molto complessa e rischiamo di avere tempi troppo stretti per salvaguardare nel migliore dei modi la coesione sociale che il Terzo Settore garantisce. Chiediamo quindi una proroga ed una ripresa immediata del confronto istituzionale per trovare soluzioni alle forti criticità che permangono”.

Sportello anticrisi

Da M5s Ferrara

Il Movimento 5 Stelle di Ferrara informa i cittadini che, durante l’appuntamento mensile dello
Sportello Anticrisi di giovedì 25 maggio, ore 16 presso la sede del Gruppo Consiliare nel Palazzo
Municipale, sarà dedicata particolare attenzione alla criticità della truffa dei pannelli fotovoltaici.
Più precisamente, se sei un cittadino che ha ricevuto una cartella di richiesta di restituzione degli
incentivi dal GSE ti aspettiamo per maggiori informazioni.
Nel corso dell’incontro inoltre, come da consuetudine, i consiglieri del M5S, affiancati da esperti,
riceveranno cittadini e imprenditori in difficoltà con burocrazia, tributi, banche, cartelle di
Equitalia e altro o che abbiano casi particolari da presentare di comune interesse per la città o il
territorio. Lo Sportello fornirà anche le indicazioni utili per accedere al fondo per il microcredito
per le piccole imprese e su problematiche nel campo delle disabilità.

A Ferrara prendono il via i “RiciclandDays”

Da Hera

Da maggio a fine agosto 2017, i conferimenti effettuati con la tessera di Riciclandino, nella giornata di giovedì varranno, per scuola, il doppio e, se consegnati nell’ultimo giorno del mese, il loro valore sarà triplicato.

“Riciclandino” è un progetto promosso dal Comune di Ferrara in collaborazione con il Gruppo Hera, a cui hanno aderito le scuole del comune di Ferrara. È volto ad incrementare il conferimento di rifiuti differenziati presso le Stazioni Ecologiche, incentivandone l’utilizzo e aumentando la consapevolezza di un conferimento più sostenibile.
Questo progetto coinvolge moltissimi ragazzi delle scuole dell’infanzia e primarie e secondarie di 1° grado di Ferrara; oltre 5.000 ragazzi che con le loro famiglie sono stati coinvolti in una divertente iniziativa ambientale: più raccolta differenziata si porta alle stazioni ecologiche e più punti si ottengono, dando così l’opportunità alla propria scuola di ricevere incentivi economici
Per incentivare ulteriormente i conferimenti alle stazioni ecologiche, è stata lanciata una nuova iniziativa: “I RiciclanDays”. Da maggio a fine agosto 2017, i conferimenti effettuati con la tessera di Riciclandino, nella giornata di giovedì varranno, per scuola, il doppio e, se consegnati nell’ultimo giorno del mese, il loro valore sarà triplicato. Mentre la famiglia continuerà ad usufruire dei consueti incentivi economici previsti per gli ordinari conferimenti dei rifiuti.
A settembre 2017, conclusa l’iniziativa, ogni scuola partecipante si vedrà accreditati gli incentivi economici accumulati grazie ai conferimenti degli studenti durante l’anno scolastico 2016/2017. In questi incentivi sarà compreso anche quanto maturato da ragazzi e famiglie con la partecipazione ai RiciclanDays.
Ricordiamo che le Stazioni ecologiche di Ferrara si trovano in via Caretti, aperta il lunedì dalle 9 alle 13 e dal martedì al sabato dalle 9 alle 18; via Ferraresi, aperta il lunedì dalle 13 alle 18 e dal martedì al sabato dalle 9 alle 18; via Diana, aperta dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13. Alla stazione ecologica inoltre, durante tutto l’anno, si può ricevere uno sconto per ogni conferimento di rifiuti (regolamento su www.gruppohera.it).
“In questi mesi il Centro Idea del Comune di Ferrara ha collaborato proficuamente con Hera per la diffusione e la buona riuscita del progetto Riciclandino, – dichiara l’assessore all’ambiente del Comune di Ferrara, Caterina Ferri, – e per questo siamo molto contenti che proprio a Ferrara parta l’Iniziativa RiciclanDays. I bambini sono i nostri principali alleati nella promozione di politiche ambientali dedicate ad aumentare la raccolta differenziata e a migliorare la qualità della vita della nostra città, e grazie a genitori e insegnanti siamo certi che arriveranno ottimi risultati.”
“I “RiciclanDays” sono una nuova iniziativa che sperimentiamo per la prima volta a Ferrara – commenta Alberto Santini, responsabile dei servizi ambientali di Hera a Ferrara e Modena – e siamo molto soddisfatti anche perché vede la collaborazione di diversi soggetti: noi, l’Amministrazione Comunale e le scuole. Insieme per promuovere l’utilizzo di questo servizio che consideriamo il mezzo di conferimento più sostenibile ed efficace per dare valore alle raccolte differenziate”.

Sagra dal Cisol in Festa

Da Organizzatori

Un evento dedicato allo sport,alla musica e alla buona tavola quello della prima edizione della
Sagra del “Cisol in festa”, che aprirà i battenti nella serata di giovedì 25 nel piazzale della
parrocchia dell’Assunzione di Maria, in via Bologna 624, per concludersi domenica 28.
Dopo il sisma e la ristrutturazione, la parrocchia di Chiesuol del Fosso vuole festeggiarsi
riprendendo le antiche tradizioni e organizzando dunque una Sagra, come in passato era
tradizione fare, creando un evento conviviale ricco di ospiti e sorprese, in cui sarà
protagonista la comicità, lo sport, la musica e immancabilmente la cucina.
Il taglio del nastro è previsto per giovedì sera 25 maggio con il live show del comico Paolo
Franceschini. La serata sarà dedicata anche ai colori biancazzurri e ancora ai festeggiamenti
per i successi spallini:sarà presente infatti il Coordinamento Spal Clubs con diverse
rappresentanze dei Club affiliati.
Venerdì spazio al basket, con la presenza delle formazioni della Vis, in una serata dedicata
interamente alla più importante realtà cestistica giovanile estense.
Sabato sera sarà il momento di un’altra punta di diamante del bacino sportivo ferrarese con i
Pattinatori Estensi, che saranno ospiti del “Cisol in festa”.
Il programma della manifestazione si concluderà domenica 28, quando lo sport passerà il
testimone alla musica live: ad animare la serata saranno infatti gli Strada Privata e la cantante
Valentina Gozzi,finalisti della prima edizione estense di Student’s Got Talent.
Per tutte e quattro le serate è previsto un menù a base di carne e uno a base di pesce, con un
occhio di riguardo anche per la scelta vegetariana,per godere degli spettacoli offerti dal
programma della sagra,assaporando i piatti della tradizione,in un’atmosfera conviviale e di
festa.

Copparo,degrado e amianto alla ex ala. La regione intervenga, è a rischio la salute dei cittadini

Da Lega Nord Emilia Romagna

“Il degrado allo stabilimento ex Ala è tale da mettere a rischio la sicurezza dei cittadini”. Alan Fabbri, capogruppo della Lega Nord in Regione, raccoglie la segnalazione della sezione di Copparo del Carroccio e interroga con un atto ufficiale la Giunta regionale. “Vogliamo capire come sia stato possibile lasciare in totale stato di abbandono, per così lungo tempo, una struttura le cui dimensioni impattano seriamente sul relativo territorio. Ma soprattutto – incalza Fabbri – vogliamo che la Regione prenda provvedimenti. Tra vetri rotti e sporcizia, il contesto si è rivelato ‘fertile’ per atti vandalici e continua ad esserlo, con potenziali pericoli per chi vive in quella zona, oltre al fatto che la presenza di eternit nelle coperture dei capannoni è una grave minaccia per la salute”.
Lo stabilimento ex Ala, situato all’ingresso di Copparo, versa in queste condizioni da anni ed è già stato oggetto di interventi volontari da parte dei Vigili del Fuoco. “Ora, anche se si tratta di un edificio di proprietà privata, è necessaria un’azione a livello istituzionale”, sottolinea il capogruppo LN in Regione, “per scongiurare guai peggiori. La salute di chi abita nei pressi dello stabile deve essere una questione prioritaria”.

Le moderne biotecnologie per la sicurezza dell’uomo e dell’ambiente

Da Organizzatori

Sabato 20 maggio, a Ferrara, nella splendida cornice di Palazzo Trotti-Mosti in Corso Ercole I d’Este, storica via definita “la più bella via d’Italia” per l’altissimo valore artistico rinascimentale, si è tenuto il Convegno “Le moderne biotecnologie per la sicurezza dell’uomo e dell’ambiente”. La sessione è stata aperta dal Professor Roberto Gambari dell’Università degli Studi di Ferrara, a seguire sono intervenuti, il Dottor Pier Carlo Scaramagli, Presidente di Confagricoltura Ferrara e il Professor Giorgio Cantelli Forti, Presidente dell’Accademia Nazionale di Agricoltura che ha coordinato l’incontro. In un’Aula Magna gremita all’inverosimile, un pubblico attento ed eterogeneo di agricoltori, studenti di agraria, accademici e professionisti dell’agroalimentare, ha seguito l’incontro dedicato ad un tema che per la sua valenza coinvolge la sicurezza dell’uomo e dell’ambiente, oggi e per gli anni a venire. Le moderne tecniche di ingegneria genetica possono infatti permettere la produzione di prodotti vegetali implementati da caratteri utili alla salute dell’uomo, alla tutela dell’ambiente ed a costi inferiori per le imprese. Il Professor Roberto Defez del CNR di Napoli ha affrontato il tema dell’evoluzione scientifica e politica delle biotecnologie vegetali e il loro ruolo per il futuro della società, sottolineando come nuove tecnologie di miglioramento genetico sono oggi disponibili, consentendo di ricucire il dialogo interrotto tra pubblico e scienziati. Il Professor Michele Morgante, Presidente SIGA (Società Italiana di Genetica Agraria) ha parlato dei miglioramenti genetici fin dall’inizio della storia dell’agricoltura, resa possibile dalla domesticazione delle piante che oggi utilizziamo per la nostra alimentazione, descrivendo poi i fondamenti scientifici di “cisgenesi” e “genome editing” con riferimento a specifiche applicazioni per colture tipiche dell’agricoltura italiana. Il Dottor Stefano Visani dell’Università di Bologna ha relazionato sugli aspetti normativi delle applicazioni biotecnologiche in campo agroalimentare e sui nuovi spazi di discrezionalità per gli Stati membri dell’UE. La Senatrice Maria Teresa Bertuzzi, Membro della Commissione permanente Agricoltura e Produzione Agroalimentare, si è espressa sul concetto di Sostenibilità e innovazione ed anticipato il Piano per lo sviluppo delle biotecnologie sostenibili. Le conclusioni erano affidate al neo Presidente di Confagricoltura, Dottor Massimiliano Giansanti, che di fronte all’attenta Platea ha proposto la creazione di un manifesto di intenti, comune e condiviso. Dedicato al progresso ed allo sviluppo territoriale, dovrà finalmente coinvolgere istituzioni, studiosi del settore agroalimentare, cittadini e organizzazioni professionali per promuovere, valorizzare e tutelare due modelli di sviluppo nazionale: uno dedicato al “Made in Italy”, l’altro rivolto al mercato globale; questo un passaggio dell’intervento “Occorre superare le difficoltà delle imprese ed esprimere finalmente il coraggio di rivedere le posizioni dei singoli interlocutori e assumere decisioni future facendo attenzione a non ricadere nella nostalgia del passato”.

Tomasi(LN): «Massimo impegno per ascoltare cittadini, commercianti e operatori dei lidi»

Da Lega Nord Emilia Romagna

Comacchio(Ferrara), 23-05-’17.
Procede senza sosta il ciclo di incontri della candidata di centrodestra, Maura Tomasi, intenzionata a incontrare cittadini e realtà produttive del territorio, per un programma che cercherà di accogliere tutte le istanze provenienti dalla città di Comacchio, dai Lidi e dalle frazioni. Dopo avere incontrato commercianti ambulanti (alle prese con le difficoltà create dalla direttiva Bolkestein), cittadini e pescatori a Porto Garibaldi, assieme al consigliere regionale Ln, Alan Fabbri, ed all’assessore allo sviluppo economico della Regione Veneto, Roberto Marcato, il tour della candidata a sindaco Maura Tomasi riprenderà nei mercati del territorio: mercoledì 24 a Comacchio e giovedì 25 a Porto Garibaldi.

Richiedenti asilo e provincia al collasso

Da Lega Nord Emilia Romagna

Ferrara 23-05-‘17.
«E’ ora di finirla con questa politica della finta accoglienza e dei finti “profughi”, che hanno ormai riempito una provincia al collasso, creando solo destabilizzazione nelle comunità locali.» L’attacco del capogruppo regionale Ln, Alan Fabbri, è diretto al Prefetto, Michele Tortora, reo di continuare ad assecondare le “fallimentari” politiche migratorie del Pd, che riempie la provincia di Ferrara di «potenziali clandestini». A giorni, peraltro, scadrà il bando per il secondo Hub, mentre finora – stando alle cifre fornite dallo stesso Prefetto – nei 19 comuni sono stati “accolti” circa 1200 richiedenti asilo, 28 dei quali arrivati appena domenica. «Non capiamo nemmeno l’ostinazione terminologica di continuare a chiamare queste persone “rifugiati”, dal momento che anche gli ultimi arrivati sono giunti da Bangladesh, Pakistan e Nigeria che, come noto, non sono in guerra. Di che cosa stiamo parlando, dunque?» L’unica certezza – secondo Alan Fabbri – è quella di un «processo che sta sobbarcando i comuni e i sindaci di potenziali “clandestini”, in grado unicamente di creare destabilizzazione nelle varie comunità locali. Creando tensioni a livello sociale, problemi di sicurezza e incidendo pesantemente sul nostro welfare già in crisi.» Una chiave di lettura, secondo la Lega Nord, esiste in questo progetto di “porte aperte per tutti”: «Un meccanismo che ingrassa le cooperative, come la Camelot, che ha chiuso l’ultimo bilancio pubblicato in crescita con 6 milioni e 750mila euro.» Per non parlare dell’Asp di Ferrara che, con un esercizio incentrato sull’accoglienza ha ammesso come un anno fa: «“erano accolti 554 profughi, per il 90% circa maschi. Il maggior numero dei quali di nazionalità nigeriana.” A questo punto – conclude Fabbri – è chiaro che lo status di rifugiato non c’entra nulla. Parliamo sempre e solo di immigrati economici. Per fortuna, ogni tanto capitano appuntamenti come il G7, che ha portato ad un blocco navale, assieme alla sospensione del trattato di Schengen, in grado misteriosamente di bloccare per alcuni giorni gli arrivi. Segno che a mancare è solo la volontà del Governo e del Pd di mettere un freno a questo esodo continuo.»

Film e libri al Cinema Boldini IV appuntamento-The act of becoming

Da Organizzatori

La rassegna Pagine Nascoste conclude i suoi appuntamenti con il film di Jennifer Anderson Vernon Lott, The act of becoming. I quattro film che sono stati presentati, tra documentari su libri, scrittori e scritture rappresentano le pellicole scelte per un momento che si è affermato negli anni come uno degli appuntamenti più seguiti del Festivaletteratura di Mantova, e ora arriva anche a Ferrara, ospite nel Cinema Boldini.
Mercoledì 24 maggio, alle 21, sarà proiettata dunque la pellicola, The act of becoming, l’ingresso alla proiezione costerà 5 euro. Il film sarà presentato in inglese e francese, lingue originali, con sottotitoli in italiano.
Un vero e proprio caso editoriale quello di Stoner, il romanzo del 1965 di John Williams, a lungo ignorato e riscoperto quarant’anni dopo la sua stesura. La ripubblicazione dell’opera, a cura della casa editrice statunitense Vintage Classics, avvenuta nel 2003, ha fatto sì che Stoner diventasse un bestseller internazionale. Appena uscito, negli anni ‘60, vendette meno di duemila copie, finendo rapidamente fuori catalogo, e solo un gruppo di appassionati lettori continuava a farlo circolare, ma cinquant’anni dopo Stoner vende centinaia di migliaia di copie in tutto il mondo, Italia compresa. Il film vuole scoprire le ragioni di un successo venuto dopo decenni di oblio, e capire come la storia del protagonista, che è poi quella dello stesso Williams, abbia toccato così tanti lettori. Grazie al passaparola e ai social network Stoner è diventato ben presto un caso virale, è stato apprezzato da pubblico, critica e scrittori, raccogliendo pareri più che favorevoli. Lo scrittore inglese Ian McEwan ha dichiarato: “Appena lo inizi a leggere senti di essere in ottime mani. Ha una prosa molto lineare. La trama, se ci si limita a elencare i suoi elementi, può suonare molto noiosa e un po’ troppo triste. Ma di fatto è una vita minima da cui John Williams ha tratto un romanzo davvero molto bello. Ed è la più straordinaria scoperta per noi fortunati lettori”.
Il documentario rompe, come ha fatto il romanzo stesso, il confine accademico tra letteratura ed esperienza, chiedendosi come un’opera d’arte, con la sua improbabile perfezione, può cambiarci.

Spettacolo del Teatro CDD

Da Organizzatori

Si conclude giovedì 25 maggio alle ore 21 in Sala Estense il laboratorio teatrale del Teatro CDD condotto da Catia Gianisella e Alessandra Alberti con uno spettacolo pirotecnico dal titolo “Annie”. La storia narra di un gruppo di barboni che vivono ai margini della società che saranno trasformati per una sera in nobili altolocati con divertenti conseguenze. Gli attori che si cimenteranno in questa impresa sono Neena Pilatte, Mirella Sigolo, Edoardo Blasi Toccaceli, Pamela Cobianchi, Giovanni Ricci, Francesco Cositore, Silvia Murello, Giorgio Sgobino, Simona Bonora , Maya Sogomonyan e con la partecipazione di Grazia Fogli e Daniela Patroncini. L’entrata è ad offerta libera. Il laboratorio teatrale riprenderà nel mese di ottobre.

  • 1
  • 2
L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013