Giorno: 24 Agosto 2015

Cronacacomune: la newsletter del 24 agosto 2015

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

TEATRO NUCLEO – Dal 28 al 30 agosto in via Ricostruzione 40 a Pontelagoscuro.
Al Teatro Julio Cortazar percorsi formativi per operatori teatrali nel sociale.

Con il percorso formativo “L’OSSERVAZIONE DEL CONFLITTO” del 28/29/30 agosto prossimo, riprendono al Teatro Julio Cortazar di Pontelagoscuro (Ferrara) le attività 2015 della Scuola per Operatori Teatrali nel Sociale L’ATTORE SCIAMANO, riservata a laureati o laureandi in discipline umanistiche ed equipollenti, attori, educatori, animatori professionali, operatori sociosanitari.
La Scuola offre l’opportunità dello studio, dell’approfondimento e della ricerca sulle implicazioni terapeutiche del teatro per coloro che desiderano un approccio creativo al lavoro in ambito sociale e terapeutico, applicando un complesso di metodologie, che comprendono le tecniche d’improvvisazione, metodi analitici di percezione/osservazione del sé e dell’altro, allenamento fisico e vocale, l’immaginazione attiva, dinamica di gruppo, la memoria emotiva.
Negli anni, parallelamente all’attività di produzione e ricerca, i maestri del Teatro
Nucleo hanno sviluppato un metodo, codificato all’interno di un percorso formativo permanente
che propongono come opportunità di sviluppo professionale per attori e registi/drammaturghi,danzatori, ma anche per operatori sociali, educatori, psicologi, psicoterapeuti ,psichiatri e insegnanti, cui sempre più di frequente, viene richiesto di intervenire in contesti di disagio portando con sé lo strumento educativo del “Teatro”.
La formazione mira alla conoscenza del proprio sistema emozionale, al superamento degli automatismi gestuali e al risveglio della Memoria emotiva individuale e collettiva.
Il Percorso L’OSSERVAZIONE DEL CONFLITTO del 28/29/30 Agosto sarà dedicato allo studio teorico-pratico di materie quali guardare e vedere . osservazione non interpretativa , lettura del comportamento attraverso il linguaggio non verbale, il conflitto come tecnica d’indagine – finzione come invenzione e gioco, auto osservazione, lettura, verbalizzazione, scrittura , gestione dei conflitti nel gioco teatrale – metodo d’improvvisazione
Per ulteriori informazioni ed iscrizioni la mail è cett@teatronucleo.org
La sede: Teatro Julio Cortazar. via Ricostruzione 40. Pontelagoscuro. Ferrara

Comacchio, Polizia Municipale: nuovi sequestri di articoli griffati

da: ufficio stampa Comune di Comacchio

Ieri mattina, domenica 23 agosto, durante il servizio di controllo per la prevenzione e repressione dell’abusivismo commerciale, effettuato nell’area di mercato di Lido Nazioni, una pattuglia della Polizia Municipale ha proceduto al sequestro di borse e a di alcuni borselli con marchio contraffatto delle più note griffe di moda. I venditori abusivi, alla vista degli agenti che a piedi stavano presidiando l’area, hanno abbandonato la merce, dandosi alla fuga. Tutti gli accessori per l’abbigliamento, sottoposti a sequestro penale, sono ora a disposizione dell’autorità giudiziaria.
IL COMANDANTE
(Dott. Paolo Claps)

Russi (RA), Villa Romana. 20 settembre a tutto CIBUS, visite guidate e laboratori sul cibo nell’antichità

da: ufficio stampa SBArcheo

RUSSI (RA), Via Fiumazzo, Area archeologica della Villa Romana.
DOMENICA 20 SETTEMBRE, dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 15 alle 18.30
Cibus alla Villa Romana di Russi
Visite guidate e laboratori tematici sul cibo nell’antichità a cura della Pro Loco di Russi e del Gruppo Ravennate Archeologico in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio
Ingresso € 2,00
Info 0544 581357
www.archeobologna.beniculturali.it
In occasione delle GEP, domenica 20 settembre i volontari della Pro Loco di Russi e del Gruppo Ravennate Archeologico propongono una serie di laboratori e visite guidate collegate all’alimentazione nel mondo romano. Il pubblico può partecipare alle varie iniziative, divertendosi a imparare il nome latino dei cibi e confrontandosi con quelli importati nei secoli successivi e utilizzati attualmente.
Le visite guidate consentiranno di approfondire gli stili di vita e le abitudini dei Romani in relazione al cibo, alla sua preparazione, ai riti ad esso legati e ai metodi di cottura, in modo da poter riflettere su aspetti positivi e negativi dei costumi degli antichi e di quelli attuali.
I resti della Villa Romana, con il triclinio, la cucina e il pigiatoio, offrono la cornice ideale per l’analisi di questi temi mentre le radici di peri e meli, e i tanti reperti organici animali e vegetali rinvenuti negli scavi e nei pozzi forniscono molti spunti per parlare dell’alimentazione umana ma anche del recupero di legumi e cereali quasi scomparsi che stanno tornando in auge grazie agli studi sull’alimentazione degli antichi.
Domenica 20 settembre 2015 la Villa Romana è aperta dalle 9 alle 19 (ultimo ingresso ore 18.30).

Marzabotto (BO), 19 settembre – Una notte con Lars Atiniu per le Giornate Europee del Patrimonio

da: ufficio stampa SBArcheo

MARZABOTTO (BO), Via Porrettana Sud n. 13, Museo Nazionale Etrusco «Pompeo Aria»:
SABATO 19 SETTEMBRE apertura straordinaria notturna dalle 20 alle 24 in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio e alle ore 21.
Il viaggio oltre la vita di Lars Atiniu, giovane aristocratico etrusco nella Felsina di V secolo a.C.
conferenza e visita guidata del direttore Paola Desantis.
€ 3,00
Info 051 932353
www.archeobologna.beniculturali.it

La coscienza di sé e del proprio rango, la rappresentazione del personale viaggio simbolico nell’Aldilà su un carro italico trainato da una pariglia di cavalli mentre tutto, dall’abbigliamento all’acconciatura, dal satiro al capro-ariete, esprime l’orgoglio di un’antica origine e l’adesione nobilitante all’ideologia dionisiaca.
Protagonista della mostra sugli Etruschi che si è tenuta nello scorso inverno a Palazzo Pepoli, l’eccezionale stele in arenaria che caratterizzava la piccola necropoli etrusca rinvenuta in Via Saffi nell’autunno 2007 torna al centro dell’attenzione in occasione della sua temporanea esposizione nel Museo Nazionale Etrusco di Marzabotto per le Giornate Europee del Patrimonio, grazie alla collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.
Dopo la normale apertura dalle 9 alle 18.30 il museo resta aperto fino a mezzanotte proponendo alle ore 21 un incontro e una visita guidata con il direttore Paola Desantis. La serata si apre con una’ampia e dettagliata descrizione dello straordinario apparato decorativo della stele rinvenuta otto anni fa a Bologna e temporaneamente esposta nel museo.
Gli scavi condotti dalla stessa Desantis sotto l’ex Cinema Marconi, hanno portato in luce una necropoli etrusca databile tra il VI e il V secolo a.C.
Il sepolcreto, costituito da 11 tombe con ricchi corredi in ceramica attica, ha restituito in particolare una straordinaria stele in arenaria scolpita a bassorilievo, con rappresentazione del viaggio del defunto Lars Atiniu nell’aldilà su un carro trainato da una pariglia di cavalli.
Dopo la conferenza sarà possibile osservare la stele da vicino, con opportunità di lettura tattile per i non vedenti.
A seguire la relatrice guiderà il pubblico in un percorso di confronto tra le modalità di sepoltura a Felsina e nella Valle del Reno (Marzabotto e Sasso Marconi)
Sabato 19 settembre 2015 museo aperto dalle 9 alle 24 (ultimo ingresso 23.30), area archeologica dalle 8 alle 19.

TPER e la campagna abbonamenti “Salta la fila”

da: ufficio stampa Tper

TPER LANCIA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI “SALTA LA FILA”: rinnovando o sottoscrivendo l’abbonamento online o agli sportelli bancomat si evitano code alle biglietterie

Sono sempre di più le persone che per i propri spostamenti quotidiani su bus e treni Tper si affidano all’abbonamento annuale, sfruttandone la praticità di utilizzo, l’assoluta convenienza e il prezzo bloccato per un anno. Tra i vantaggi, inoltre, la possibilità pagare l’abbonamento in tre rate e le agevolazioni in termini di sconti per giovani e anziani e per chi fa dell’abbonamento una scelta comune e condivisa da più componenti del nucleo familiare.
Tper – che è la più grande realtà del settore dei trasporti pubblici della nostra regione – conta oggi oltre 82.000 abbonati annuali, una vera e propria città in movimento che valorizza il lavoro quotidiano dell’Azienda, teso ad offrire un servizio sempre migliore.
Ai fedelissimi abbonati, aumentati percentualmente dell’11,5% in soli tre anni, e a tutti coloro che per la prima volta vorranno far parte di questo virtuoso gruppo sempre più vasto è dedicato il claim che Tper, con l’approssimarsi della ripresa delle attività lavorative e scolastiche, ha lanciato per la propria campagna abbonamenti: “Salta la fila”.
Le code agli sportelli, infatti, oggi si possono evitare in tanti modi: non solo recandosi per tempo in biglietteria senza aspettare gli ultimi giorni utili, tradizionalmente coincidenti con l’avvio dell’anno scolastico – considerato che l’inizio della validità degli abbonamenti annuali personali può decorrere, a scelta del cliente, da uno qualsiasi dei 30 giorni successivi all’acquisto, quindi anche il rinnovo può essere fatto con un ragionevole anticipo – ma anche affidandosi a soluzioni di grande praticità, fruibili anche da casa o a uno sportello bancomat.
Sul piano della comodità, infatti, l’abbonamento annuale, che è caricato su tessera a microchip “Mi Muovo”, oltre a permettere 365 giorni di viaggi in città spendendo meno di un caffè al giorno, offre un ulteriore vantaggio per chi lo possiede: se non rientra in casi particolari, tra cui l’acquisto rateizzato o lo sconto famiglia, è rinnovabile – oltre che alle biglietterie – anche presso gli sportelli bancomat di Unicredit e Gruppo Intesa oppure online sul sito web di Tper, alla pagina www.tper.it/abbonati , senza costi aggiuntivi.
Sempre attraverso il sito, non solo si può rinnovare un abbonamento già in essere, ma anche sottoscriverne uno nuovo.
In aggiunta, ai titolari di abbonamento annuale l’Azienda riserva vantaggi anche in tema di acquisti, cultura, tempo libero, divertimento e utilità quotidiana, oltre che per l’utilizzo del servizio di car sharing a Bologna; promozioni esclusive garantite dai partner commerciali e istituzionali che hanno accettato di unirsi in sinergia a Tper.
Vantaggiose sono, infatti, le agevolazioni e le riduzioni sugli ingressi offerte da numerosi enti culturali della nostra regione, quali i Teatri Comunali di Bologna e Ferrara, l’associazione culturale Jazz Club Ferrara e il Bologna Jazz Festival, la Cineteca di Bologna, Biografilm e Future Film Festival, i teatri Celebrazioni, Europauditorium e Duse, le esposizioni di tutte le sedi dell’Istituzione Bologna Musei e Musica Insieme. Inoltre, la Multisala The Space Cinema di Bologna riconosce sconti sui film in programma, così come le Librerie Coop, Coin e Comet per quanto concerne gli acquisti e CityRedBus per i viaggi sul bus turistico scoperto di Bologna e sul trenino San Luca Express e, in ambito sportivo, gli abbonati annuali Tper avranno anche l’opportunità di poter vincere abbonamenti e biglietti per le partite casalinghe del campionato di serie A del Bologna F.C. 1909.
Tutte le informazioni relative agli abbonamenti, sono consultabili sul sito di Tper, al link: www.tper.it/abbonati .

The Belgian Bluebirds svelano le loro “Storie di Buskers”

da: Associazione Ferrara Buskers Festival

Martedì 25 agosto il giornalista Leonardo Rosa intervista nel cortile del Castello Estense dalle 18.30 i protagonisti del 28esimo Ferrara Buskers Festival®.

Per scoprire aneddoti e avventure dei musicisti più rappresentativi del Ferrara Buskers Festival® – la 28esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, fino al 30 agosto 2015 – inaugura martedì 25 agosto “Storie di Buskers”. Nel cortile del Castello Estense, il giornalista Leonardo Rosa (che lo scorso anno ha pubblicato “Una strada lastricata di sogni” il libro che racconta del festival attraverso le vicende artistiche del suo ideatore Stefano Bottoni) intervista The Belgian Bluebirds, rappresentanti della nazione ospite di questa edizione: il Belgio. I 4 giovanissimi musicisti sono Frank James alla tastiera, Jasper Peeten al basso, Tom Peeters alla batteria, Andreas Smet alla chitarra. Gli artisti, che esprimono a ogni esibizione carisma personale e sintonia di gruppo, provengono da Gent, importante centro delle Fiandre, dove frequentano il conservatorio e i cui studi vengono seguiti da assi del jazz belga. Intensità e spontaneità, disinvoltura e maestria sono parte rilevante della performance del quartetto, che lascia rivivere pezzi jazz che hanno fatto la storia, come Bluesette di Toots Thielemans e Minor Swing di Django Reinhardt. Nello show, come hanno dimostrato in questi primi giorni di festival sulle strade di Ferrara, emerge una grande passione per la musica e la capacità di saper declinare il jazz anni ’20 e ‘30 con straordinario estro e creatività. L’appuntamento è alle 18.30 nel cortile del Castello Estense.
Per informazioni: Associazione Ferrara Buskers Festival®

Ferrara Film Festival e Film Jack Zero

da: organizzatori

La Società statunitense PERPETUUS, con base a Los Angeles comunica che oggi, Venerdì 21 Agosto 2015, ha rilasciato il primo teaser trailer della nuova co-produzione internazionale intitolata JACK ZERO. Scritto, prodotto ed interpretato da Maximilian Law, il film verrà girato tra Los Angeles e Ferrara e la produzione comincerà nel 2016 anche con la co-partecipazione della Ferrara Film Commission. Al momento hanno già aderito nomi noti del mondo dello spettacolo hollywoodiano; come il direttore della fotografia Massimo Zeri, un veterano del cinema e con un curriculum da cinque stelle, avendo lavorato con artisti del calibro di Fellini, Francis Ford Coppola e Vittorio Storaro; il compositore Luigi Pulcini che ha lavorato in blockbuster americani come “Drag Me To Hell” di Sam Raimi, “Priest”, “La Fontana Dell’Amore” e “Liberaci Dal Male” con Eric Bana e l’ex Miss Asia-USA Yuka Sano in un ruolo da co-protagonista. Sono al momento in trattativa, per altri ruoli da protagonista, Bianca Brigitte Van Damme (figlia di Jean-Claude Van Damme), Eric Roberts e la regia di Shane Black (regista di “Iron Man 3” e scrittore della serie “Arma Letale”). JACK ZERO sarà un film unico nel suo genere, un viaggio introspettivo di un supereroe, non concentrato sull’azione ma sulle dinamiche dei personaggi e i propri conflitti interni, come mai si è visto al cinema. Un incrocio di stili tra “Birdman”, “In Treatment” con elementi di personaggi della Marvel come “Deadpool” e “Ant-Man”.
Il teaser trailer è presente in tutti i maggiori Social Media , e su YouTube può essere trovato al link qui di seguito: https://www.youtube.com/watch?v=f_b_5D__95c

La Società statunitense di Maximilian Law PERPETUUS, in collaborazione con la Ferrara Film Commission, la Fondazione Rambaldi, il Comune di Ferrara e il Comune di Vigarano Mainarda organizzerà (dopo la presentazione alla Fiera di Bologna il 7 e 8 settembre all’evento “Fa.Rete”) una conferenza stampa “unica nel suo genere” alla Sala Estense di Ferrara il prossimo Martedì 15 Settembre 2015 per presentare per la prima volta dal vivo alla Città il FERRARA FILM FESTIVAL in tutti i suoi dettagli. L’unicità dell’evento sta nella sua struttura e visione. A differenza di altre conferenze stampe, il tutto si svolgerà a “porte aperte”, dove tutti i cittadini possono partecipare. Inoltre saranno presentati video clip inediti, interventi canori e musicali e ospiti a “sorpesa”, il tutto moderato dalla presentatrice emiliana Francesca Succi. Dopo i primi interventi su che cosa sono la neonata Ferrara Film Commission e la Fondazione Rambaldi, Maximilian Law andrà nel dettaglio su che cosa è il FERRARA FILM FESTIVAL, spiegando ai giornalisti e al pubblico la struttura del festival e come intende portare un pezzo di Hollywood a Ferrara. La kermesse cinematografica sarà infatti incentrata sul cinema hollywoodiano e sull’influenza reciproca tra Stati Uniti e Italia, anche dal punto di vista economico, attraverso il cinema.

Come nota di conclusione, questi due progetti hanno già fatto breccia in entrambe le sponde dell’oceano, suscitando un interesse sempre in crescendo, tra cui l’Ambasciata USA in Italia che avrà un ruolo attivo con Maximilian Law e la sua visione. Il tutto avrà senza dubbio un impatto positivo sull’economia locale (e non solo).

Cali di pressione alla rete idrica del comune di Poggio Renatico e in alcune località del comune di Ferrara

da: ufficio stampa Hera

Hera informa che a seguito di lavori di manutenzione idrica, nella notte del 25 agosto, dalle 21.30 alle 6.30 del mattino successivo, si potranno verificare cali di pressione della rete idrica nel comune di Poggio Renatico e nelle località di San Martino, Montalbano e San Bartolomeo in Bosco in comune di Ferrara.
Durante i lavori e nelle ore successive saranno possibili lievi intorbidimenti dell’acqua, che si risolveranno dopo qualche istante di scorrimento.
In caso di maltempo l’intervento sarà eseguito nei giorni successivi

La giostra a pedali che fa volare i bimbi del Ferrara Buskers Festival® 2015

da: Associazione Ferrara Buskers Festival

Nella città estense, dove viaggiare in bicicletta fa parte del naturale stile di vita dei suoi abitanti, non poteva mancare – in occasione del Ferrara Buskers Festival®, la 28esima Rassegna Internazionale del Musicista di Strada fino al 30 agosto 2015 – un’esclusiva giostra ecocompatibile, che gira con la sola forza delle gambe sui pedali. È l’Ecocarosello di Luciana, preso d’assalto nel grande spazio verde del Puedes Summer Night (Sottomura, ingresso da via Bologna) dai tanti bambini che partecipano al festival, divertendosi tra spettacoli di musica, magia, teatro e giocoleria. Gli 8 “cavalli” dell’Ecocarosello, sui quali i bimbi volano con la fantasia – d’altronde per Luciana 8 è un numero magico che si ripete – sono stati realizzati con copertoni riciclati, le cinte sono invece corde da arrampicata. Per montare questa particolare giostra è necessaria un’ora e mezza di lavoro. Ovviamente tutto è stato progettato in completa sicurezza, con materiali certificati CE, ma all’insegna dell’ecologia. Tutto il Ferrara Buskers Festival® 2015 sposa infatti il Progetto EcoFestival, mettendo in campo tantissime iniziative per rendere la rassegna ecosostenibile e per ridurre sprechi, rifiuti e CO2. L’Ecocarosello è stato premiato dal Wwf come attrazione ecocompatibile a impatto zero dell’estate algherese 2012 ed è pronta a far volteggiare tutti i mini-spettatori del più grande spettacolo open air della musica on the road.

Alle giornate del riso di Jolanda un convegno sul riso italiano

da: organizzatori

In occasione della manifestazione “Le Giornate del Riso 2015”, il Consorzio di tutela del Riso del Delta del Po IGP organizza, sabato 29 agosto alle ore 10.30, un convegno per discutere degli scenari e delle prospettive in tema di internazionalizzazione e grande distribuzione del prezioso cereale.

Si rinnova anche nel 2015 a Jolanda di Savoia, la capitale del Riso del Delta del Po, il tradizionale appuntamento con Le Giornate del Riso, evento organizzato dall’amministrazione comunale, che nel 2015 raggiunge la 20° edizione (quest’anno in programma dal 22 al 30 agosto).
La manifestazione, che anno dopo anno sta conquistando un successo crescente, si ripropone di promuovere un territorio che punta sulla valorizzazione del suo principale prodotto tipico: il riso marchiato IGP del Delta del Po.
Proprio per fare il punto sullo state dell’arte del prodotto principe del territorio deltizio, il Consorzio di tutela del Riso del Delta del Po IGP, avvalendosi del supporto dell’agenzia Relazioni Cosmiche, organizzano per sabato 29 agosto 2015, a partire dalle ore 10.30, il convegno dal titolo “Quali prospettive per il riso italiano? I mercati internazionali e la grande distribuzione organizzata come opportunità per il Riso del Delta del Po IGP”, che si terrà presso il Teatro Comunale “G. Cazzanti” di Jolanda di Savoia.
“Per celebrare l’importante traguardo della manifestazione, ma mantenendo sempre un occhio puntato verso gli scenari futuri, riteniamo doveroso e fondamentale approfondire un tema attuale, oggi più che mai” dichiara il Presidente del Consorzio Adriano Zanella “In modo particolare si è deciso di farlo chiedendo il punto di vista di realtà che rappresentano l’eccellenza e che offrono uno spaccato importantissimo della situazione attuale”.
Dopo i saluti di Elisa Trombin, Sindaco di Jolanda di Savoia, e Adriano Zanella, Presidente del Consorzio di Tutela del Riso del Delta del Po che parlerà anche dei prossimi programmi del Consorzio, interverranno tra i relatori: Paolo Carrà – Commissario Straordinario dell’Ente Nazionale Risi (tema dell’intervento: Il Riso italiano, lo stato dell’arte), Flavio Innocenzi – Direttore del Consorzio di tutela dell’Asiago DOP (Quali mercati esteri per le DOP e le IGP: il caso dell’Asiago), Francesco Pugliese – Amministratore Delegato CONAD (La GDO per le DOP e IGP: gli scenari futuri) e Alessandro Grandi – Presidente Grandi Riso (Il Riso del Delta del Po IGP, le conquiste e le nuove sfide). Conclusioni dell’incontro affidate a Simona Caselli, Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna.
Il ricco programma della manifestazione vede assoluto protagonista il riso, con la presenza di stand espositivi, convegni, esibizioni di aratura, raduno di camper, modellismo agricolo, visite guidate naturalistiche e tecniche e un nuovissimo stand gastronomico per gustare il rinomato riso IGP nelle sue famose varietà Carnaroli, Baldo, Arborio, Volano.

Rotazione artisti Ferrara Buskers Festival – Martedì 25 agosto 2015

da: Associazione Ferrara Buskers Festival

Rotazione di martedì 25 agosto 2015. Doppio spettacolo: ore 18.00 e 21.30

Piazza Cattedrale
Ore 18.00: Musik for the Kitchen
Ore 21.30: Cinque uomini sulla cassa del morto

Via Piazza Trento Trieste (campanile)
Ore 18.00: Balcony Players
Ore 21.30: Cosmonautix

Piazza Castello (cannone)
Ore 18.00: Jaakko Laitinen & Väärä Raha
Ore 21.30: Marianne Aya Omac

Piazza Municipale
Ore 18.00: Cinque uomini sulla cassa del morto
Ore 21.30: Jaakko Laitinen & Väärä Raha

Via Mazzini, 35
Ore 18.00: Marianne Aya Omac
Ore 21.30: The Cosmic Sausages

Via Garibaldi, 9/a
Ore 18.00: Tram33
Ore 21.30: Mazaika

Piazza Savonarola
Ore 18.00: Kallidad
Ore 21.30: Itchy Teeth

Via della Luna, 26
Ore 18.00: The Cosmic Sausages
Ore 21.30: Warsaw Collective

P. tta Carbone
Ore 18.00: Les Busiciens
Ore 21.30: The Belgian Bluebirds

Via San Romano, 7
Ore 18.00: Victor L. C. Young
Ore 21.30: Sergio Paternò Duo Slide Tapping & Voice

Via Garibaldi, 90
Ore 21.30: Azuleo

Via Carlo Mayr, 29
Ore 21.30: Musik for the Kitchen

Viale Cavour, 10
Ore 21.30: Les Busiciens

Via Contrari, 14
Ore 21.30: Madrid Hot Jazz Band

Via Bersaglieri del Po, 25
Ore 21.30: Folkreactor

Corso Giovecca, 23:
Ore 21.30: Rhysonic

Cortile Castello
Ore 21.30: Balcony Players

Corso Porta Reno, 60 (San Paolo)
Ore 21.30: Tram33

Via Adelardi, 33
Ore 21.30: Kallidad

Via Mazzini, 94
Ore 21.30: Victor L. C. Young

Buskers in a BOX (App Store, Google Play e versione web http://box.ferrarabuskers.com) è la guida social per visitare il Ferrara Buskers Festival.
L’#hashtag del Ferrara Buskers Festival 2015 è #FBF2015
Punto Informazione
All’interno del Castello Estense, solo durante il Festival, è presente il Punto Informazione per il pubblico.
Giorni feriali: 10.00 – 24.00.
Domenica 23 agosto: 10.00 – 22.00
Domenica 30 agosto: 10.00 – 20.00
Telefono (linea attiva durante il Festival): 348.6599607
Ufficio informazioni turistiche: 0532 209370 – 0532 299303

www.ferrarabuskers.com

Puedes Summer Night, programma di mercoledì 26 agosto

da: Associazione Culturale Puedes

Puedes, continuano gli appuntamenti con le band ferraresi.

Il sottomura di via Baluardi continuerà ad animarsi ogni giorno con i laboratori per bambini, lo spazio aperitivo, la pizzeria e il ristorantino La Savina, aperti e attivi, come sempre, dalle ore 18.30 fino a notte.
Dalle 21.30 a mezzanotte concerti dal palco principale e dalla mezzanotte in poi presso l’area BuskerNight . Verrà dato spazio a rotazione a giovani band ferraresi e ad artisti in esibizione al 28° Ferrara Buskers Festival.
Concerto (22.30 – 24.00): I Dia-Logo presentano “Lucio & Lucio 1943” in Jazz
I Dia-Logo, nascono nel 2011 da un’idea di Sergio Rossoni, conosciuto e popolare Jazzman del panorama ferrarese, nonché chitarrista dell’orchestra di musica da ballo “Il Mulino del Po”, e di Remo Rimessi, tastierista e compositore fondatore degli “Indigo Group”. L’obiettivo del progetto è quello di proporre brani di Mina e Battisti rivisitati in chiave jazzistica, con la collaborazione di Renato Fregna, bassista proveniente dal funky, la cantante Valentina Piccinini, che inizia la sua carriera nell’orchestra sopracitata, Roberto Poli, anch’esso facente parte dell’orchestra e Vincenzo Iannuzzo attore e regista. Con la prematura dipartita di Remo, il gruppo subisce un duro colpo perché vede scomparire non solo un caro amico ma anche l’anima ed il motore del gruppo stesso. Forti della convinzione che Remo sarebbe rimasto con loro anche se non fisicamente, i Dia-Logo continuano a suonare e ad esibirsi per una ristretta cerchia di appassionati di cultura musicale, con la collaborazione di Alex Mari, uno dei migliori cantanti del panorama metal underground ferrarese, che grazie alla sua versatilità interpreta egregiamente un repertorio di brani di Sting e Police. Ultimi componenti del gruppo: Christian Vincenzi, il tastierista mantovano Davide Menani e Stefano Melloni al sax alto e soprano.
Da mezzanotte presso la BuskerNight: The Dice
The Dice tornano dopo il successo del 14 agosto a Puedes Summer Night, quando la band suonò subito dopo il bagno di colori, musica e spettacolo della Color Vibe. The Dice nascono nel 2009 come quartetto. Nel 2011 pubblicano il loro primo prodotto, un album di 10 canzoni, la maggior parte delle quali originali, dal nome “FourTDice”, che comprende un insieme di rock and roll, rockabilly, swing e country music. Nel 2012 sono stati selezionati fra 6000 band europee per prender parte al festival “Allegromosso”, un’ iniziativa dedicata alla musica suonata dai giovani in Europa. Da allora i The Dice hanno suonato e vinto concorsi in tutta Italia, e nel 2015 sono diventati un trio. Nell’aprile di tale anno sono usciti con il loro secondo lavoro ufficiale, un EP dal nome “Light Up”, che è anche il singolo del disco. Le loro nuove canzoni vanno oltre la musica rock and roll, e hanno creato il loro stile, influenzati dai generi musicali che hanno amato nel corso degli anni, venendo fuori con un nuovo e personale sound che evoca atmosfere estive e scenari balneari. Hanno condiviso il palco con artisti del calibro di Willie Nile, James Maddok e David Immergluck (chitarrista dei Counting Crows).

La settimana all’accampamento della Giostra del Monaco

da: ufficio stampa A.E.R.R.S.

Una settimana ricca di proposte quella dal 24 al 27 luglio per la XI Edizione della Giostra del Monaco, fino al 30 agosto sul Baluardo di Santa Maria alla Fortezza di Viale IV novembre.

L’accampamento sarà aperto tutti i giorni dalle ore 18.30 (sabato e domenica dalle ore 10) e la Taverna dell’Aquila Bianca apre tutti i giorni alle 19.30 (eccetto il sabato e la domenica, quando sarà aperta anche per pranzo dalle 12.30). Tutti i giorni presso “la corte dei giuochi”, saranno disponibili giochi medievali di abilità e di tiro con l’arco per tutti , nel maneggio sarà possibile fare delle passeggiate con i pony della Scuderia il Tridente mentre nell’arena del baluardo saranno disponibili laboratori per bambini con “la maga pasticciona”.
Lunedì 24 agosto, alle ore 21 “ Fiabe e novelle sotto le stelle: La leggenda perduta del Cavalier perduto” di Elena Leone.
Martedì 25 agosto, alle ore 21 lo storico ferrarese Francesco Scafuri presenta il suo ultimo libro “ Alla scoperta della Ferrara perduta”, Faust Edizioni.
Mercoledì 26 agosto, ore 18.30 I edizione della gara podistica Staffetta del Monaco, alle ore 21 Andrea Poltronieri presenta “Il Giullare di corte”, esilarante spettacolo inedito, in anteprima per il pubblico della Giostra del Monaco.
Giovedì 27 agosto, alle ore 21.00 “ Fiabe e novelle sotto le stelle: facezie per ridere e pensare” narrate dai Prosivendoli ; alle ore 21.30 il scrittore Marcello Simoni presenta il suo ultimo libro “L’Abbazia dei cento delitti”, thriller ambientato nella Ferrara medievale. Alle ore 22 spettacolo di Monaldo Istrio lo Giullaro lo mangiafoco cantastorie.

L’ Emilia Romagna verso Expo; martedì 25 agosto “Un Po di Ferrara”

da: organizzatori

Quinta tappa del viaggio dell’Emilia Romagna verso Expo: martedì 25 agosto protagonisti dell’itinerario delle Vie d’Acqua saranno la città di Ferrara e il Grande Fiume Po, che regaleranno ai visitatori uno scenario unico, dove cultura, tradizioni e gastronomia saranno il filo conduttore di questa affascinante tappa.
Ferrara è stata un importante centro medioevale e una delle corti più sfarzose del Rinascimento. Nasce da qui la sua fisionomia del tutto particolare: dalla somma, armoniosa e inimitabile, dell’intrigo di strade ombrose e irregolari dei suoi quartieri medievali e degli spazi dell’età rinascimentale. Gli uni e gli altri costellati di splendidi palazzi, case, chiese, piazze, strade, giardini e di opere d’arte conservate nei suoi innumerevoli musei, che costituiscono una delle sue maggiori attrattive. Ferrara è una città silenziosa, a misura d’uomo, dove si passeggia tranquillamente, a piedi o in bicicletta, rivivendo ad ogni passo magiche atmosfere del passato. Infine Ferrara è stata riconosciuta città del Rinascimento e il suo Delta del Po è stato inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.
La sosta a Ferrara si preannuncia particolarmente interessante, in quanto il passaggio del viaggio coincide anche con un evento di grande risonanza nazionale e internazionale, che ogni anno richiama migliaia di visitatori: il Ferrara Busker Festival, la rassegna internazionale degli artisti di strada.
La serata avrà inizio alle ore 18.00 a Pontelagoscuro, in via Ricostruzione 121, con l’esposizione e degustazione dei prodotti tradizionali locali, a cura della Società Canottieri Po.
Alle ore 19.00 sarà la volta degli artisti del Busker Festival, che si esibiranno in una performance unica. Prima della cena, alle 19.30, ci sarà il Comizio Agrario, tenuto da Georg Sobbe, Stefano Bottoni e Diego Farina.
Alle ore 20.00 il benvenuto a bordo della Motonave Stradivari con il Vin d’honneur sul ponte di plancia. Alle 21.00 cena di bordo con gli chef dell’associazione Cheftochef emiliaromagnacuochi Maria Grazia Soncini del ristorante “La Capanna di Eraclio” di Codigoro (FE), Pierluigi Di Diego del ristorante “Don Giovanni di Ferrara”, Igles Corelli del ristorante “Atman” di Lamporecchio (PT), Alessio Malaguti della “Trattoria La Rosa 1908” di Sant’Agostino (FE). A partire sarà Maria Grazia Soncini con “Mare…ggiata d’agosto”, un antipasto abbinato a Il Mattaglio Metodo Classico – Cantina della Volta. Seguiranno il “Tortello rovesciato” di Alessio Malaguti, che sarà abbinato al Lambrusco di Sorbara DOP 2014 – Azienda Agricola Zucchi e il Coniglio Volante di Igles Corelli abbinato alla birra LADY ALE American IPA-Birra dei Diamanti. Infine il dessert, a cura di Pierluigi Di Diego con la “Meringa con riso di Penazzi, albicocche e polvere di yogurt”, abbinato a Soprano dell’Uccellina Albana di Romagna Passito DOCG 2009 – Tenuta Uccellina.
Per informazioni e prenotazioni della cena a bordo: tel. 0521 798515 –prenotazioni@viaggioversoexpo.it.

L’Emilia Romagna in viaggio verso Expo si snoda attraverso tre direttrici storiche: le Vie d’Acqua del mare Adriatico e del Fiume Po, che saranno percorse in motonave, la via di terra rappresentata dalla via Emilia attraversata in bicicletta e dai food truck e l’Alta Via dei Parchi percorsa a piedi. Un viaggio che nel complesso durerà oltre un mese e vedrà un ricco intreccio di saperi e sapori, territori e cultura, il tutto condito dall’estro e dalla bravura dei soci di CheftoChef emiliaromagnacuochi.
Le tre direttrici si ricongiungeranno a Piacenza il 18 settembre, città nella quale tutti i protagonisti del viaggio si ritroveranno per celebrare la fine del percorso regionale. Lunedì 21 settembre lasceranno poi l’Emilia Romagna varcando il Po per entrare a Milano, dove nella Casa degli Atellani, che ospita la vigna di Leonardo, i cuochi, i produttori e i consorzi, i parchi e le comunità dell’Emilia Romagna presenteranno l’eccellenza dei territori, in una straordinaria performance gastronomica. Infine, il 22 settembre il viaggio arriverà a Expo, per tirare – cuochi e sfogline – una sfoglia di pasta lunga 75 metri, con i ripieni e i formati che caratterizzano la cucina della regione, dal mare di Rimini fino a Piacenza.

I prossimi appuntamenti dell’Emilia Romagna in viaggio verso Expo sulle Vie d’Acqua saranno:
– 27 agosto a Finale Emilia (MO) con una serata intitolata “Tra storia e cultura gastronomica”.
Per il programma in anteprima: http://www.viaggioversoexpo.it/tappa/finale-emilia/
– 29 agosto a Mezzani (PR) con la serata “La qualità della vita sul Grande Fiume”.
Per il programma in anteprima: http://www.viaggioversoexpo.it/tappa/mezzani/

La realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie alla stretta collaborazione dell’associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi, la Regione Emilia-Romagna, APT Servizi, Slow Food Emilia Romagna.
Un particolare ringraziamento va ai partner del progetto: l’Enoteca Regionale Emilia Romagna, Confagricoltura Emilia Romagna, Unioncamere Emilia Romagna, Ais Emilia e Ais Romagna, Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna; ai main-sponsor Consorzio del Parmigiano Reggiano, Olitalia, Mielizia-Conapi e Consorzio del Prosciutto di Parma. Il viaggio si avvale del patrocinio di Expo 2015, Touring Club Italiano, Anci, Cai, Aipo, Associazione Nazionale Marinai d’Italia.

Da Ferrara parte un progetto pilota europeo per gli scambi culturali internazionali

da: ufficio comunicazione ed eventi Unife

Un progetto targato Università e città di Ferrara per la creazione di una rete di cooperazione a livello europeo volto a migliorare e a promuovere gli scambi e l’integrazione culturale degli universitari che intendano svolgere un periodo di soggiorno all’estero in base al Programma Erasmus Il progetto, ideato da Roberto Polastri, Direttore Generale di Unife e già Presidente dell’Associazione Nazionale degli Enti per il Diritto allo Studio Universitario, verrà presentato al 38° French-German Colloquium in Student Affairs, che si tiene da oggi fino al 28 agosto presso la Université Paris Diderot a Parigi.
Il progetto i cui protagonisti, grazie alla collaborazione dell’European Council for Student Affairs – ECStA, sono gli Atenei, gli Enti di gestione del diritto allo studio universitario delle rispettive Università e le Amministrazioni municipali, prevede la possibilità di offrire a studenti che intendano recarsi in Italia per svolgere il loro programma Erasmus, un soggiorno a Ferrara, gratuitamente presso gli alloggi dell’Azienda per il Diritto allo Studio Universitaria, tra la fine di luglio ed il mese di agosto.
Come ci anticipa Roberto Polastri “Nello specifico la scuola si svolgerebbe in due settimane dedicate ad attività didattiche e ricreative, con percorsi culturali per far conoscere il centro urbano e il territorio della città scelta. Non solo. Grazie alla collaborazione con l’Unione Industriali di Ferrara e i centri culturali del territorio, gli studenti candidati potranno svolgere un tirocinio formativo all’interno di una Istituzione pubblica o privata. Inoltre, grazie alla collaborazione con il Centro Teatro Universitario, sarebbe possibile uno scambio culturale tra le associazioni teatrali degli Atenei che aderiscono al programma, offrendo loro la possibilità di esibirsi insieme. Il programma prevede anche la possibilità di svolgere una settimana di formazione specifica dedicata al personale universitario che lavora nell’ambito dei servizi agli studenti e della mobilità internazionale”.
Insomma un progetto innovativo che da Ferrara potrà essere preso ad esempio da tutte le realtà universitarie italiane e che aggiunge un ulteriore tassello alle politiche di collaborazione in ambito universitario.

Sicobas risponde ai licenziamenti di Mr Job

da: S.I. Cobas Bologna

Alla fine ci sono riusciti. Questa settimana, dopo un anno di tentativi, la cooperativa Mr. Job è riuscita a licenziare ben otto operaie dell’appalto Yoox –Interporto di Bologna (e il conto è destinato a salire in attesa dell’esito delle ultime audizioni per contestazioni disciplinari).
Da giugno dell’anno scorso siamo impegnati in questa difficile vertenza in cui, in sintesi, alle solite difformità economico-contrattuali sono presenti problematiche legate ai carichi di lavoro e molestie di vario genere (a ottobre è prevista la prima udienza penale in cui il Sicobas e le lavoratrici interessate sono parte civile e a settembre partira’ una denuncia verso qualcuno dei piani alti della yoox, l’azienda committente).
I tentativi di licenziamento, in realtà, partono da molto lontano e a onor di cronaca bisogna dire che prima dell’arrivo del Sicobas nel magazzino Yoox per Mr. Job era molto più semplice: bastava ordinare ai lavoratori di svolgere lavori degradanti a ritmi forsennati o molto distanti dal proprio domicilio per costringerli a dare le dimissioni.
In questo caso il primo approccio è stato quello di proporre, a settembre del 2014, una lauta buon uscita alle lavoratrici iscritte al Sicobas in cambio delle rinunce a tutte le azioni legali. Proposta sottoposta e rigettata dalle lavoratrici intenzionate ad andare fino in fondo sia per migliorare le loro condizioni di lavoro sia per ottenere “giustizia” a fronte di tutti gli abusi denunciati.
A seguito di ciò sono seguiti alcuni mesi di relativa quiete, se non altro, in termini di clima lavorativo e tempi di lavoro, viste le difficoltà dal punto di vista delle relazioni sindacali, fino al mese di maggio periodo in cui sono partite valanghe di contestazioni disciplinari e di sospensioni cautelari per i motivi più futili e disparati (dalla cattiva postura utilizzata dalle lavoratrici sul piano di lavoro, all’avere masticato un chewing gum e potremmo ancora andare avanti).
Quest’ultima circostanza, stante l’impossibilità di ottenere un incontro sindacale, ci ha portati a richiedere un incontro presso la Prefettura di Bologna dove, a seguito del primo incontro, le sospensioni cautelari furono inizialmente ritirate. Un ulteriore episodio, in cui si accusa le lavoratrici di avere avuto un diverbio con gli addetti alla vigilanza dell’impianto e il successivo incontro negativo avuto in Prefettura, ha dato il là ai licenziamenti.
A questi licenziamenti ci opporremo mettendo in campo forme di lotta adeguate e proseguiremo in questa difficile vertenza contro il colosso Yoox. Azienda definita “un fiore all’occhiello italiano” dal Premier Renzi durante la sua ultima visita all’azienda. Dal suo punto di vista è irrilevante, oppure per questo motivo che il successo di Yoox e i suoi lauti margini di profitto dipendono ndal livello di sfruttamento, dal grado di flessibilità e dalle paghe da fame che l’uso delle cooperativa nei suoi appalti comporta. I licenziamenti comminati puntano proprio a mantenere lo status-quo e a impedire avanzamenti sul fronte della difesa economica, normativa e della lotta nei magazzini Yoox.
IL S.I. COBAS INVITA TUTTA LA STRUTTURE SINDACALI CHE HANNO A CUORE GLI INTERESSI OPERAI E LE REALTA’ SOLIDALI ALLA MOBILITAZIONE AFFINCHE’ I LICENZIAMENTI NON PASSINO!
SI COBAS NAZIONALE

Dalla nazionale alla riviera adriatica: continua l’estate del Tchoukball

da: Ferrara Tchoukball

Continua senza sosta la straordinaria estate del Tchoukball italiano, in cui Ferrara gioca un ruolo da protagonista. Conclusi i mondiali senior di Taiwan con la medaglia di bronzo per la nazionale maschile, nella settimana di ferragosto a Singapore si sono disputati i mondiali giovanili. Un pizzico di rammarico per gli Under 18 italiani (unica nazionale europea presente alla manifestazione) sconfitti di un solo punto da Hong Kong nella finale per il terzo e quarto posto. Il torneo è stato decisamente positivo per la nazionale giovanile appena rinnovata: i margini di miglioramento sono evidenti e l’esperienza internazionale potrà giovare a tutto il gruppo. Gli azzurrini, fra cui il ferrarese Antonio Pugli, prima della finalina persa di un solo punto, sono stati sconfitti unicamente dalle formazioni di Taiwan e Singapore: le nazioni in cui il Tchoukball gode di notevoli sostegni che le stanno staccando nettamente dal resto del mondo “normale”. Fra l’altro il mondiale Under 18 è stato vinto da Singapore che, ottenendo una storica vittoria su Taiwan, segna un risultato storico nell’avvicinamento ai “maestri cinesi”.
Pochi giorni dopo è partita la prima edizione della “TchouKarovana”: un progetto innovativo per diffondere il Tchoukball in località turistiche italiane. Dal 19 al 28 agosto dieci località della riviera adriatica (da Senigallia a Vieste per risalire fino a San Benedetto del Tronto e Cervia) vengono toccate dal camper del Tchoukball italiano da cui scendono giocatori in grado di far conoscere questo sport al maggior numero di persone possibili. Le prime tappe stanno confermando il successo dell’iniziativa che vede fra i protagonisti i ferraresi Marco Fergnani, Irene Fergnani, Caterina Rizzoni e Chiara Ravani, spesso in scena in prestigiose arene dedicate agli sport su sabbia come nella tappa conclusiva del 28 agosto nella vicina Cervia.
Una modalità originale per la diffusione che dimostra la creatività di cui sono capaci gli sport emergenti la cui principale risorsa è l’entusiasmo contagioso di chi li pratica.

LA STORIA
“In memoria del mio papà”. Dall’Inghilterra a Ravenna il palloncino viola del ricordo

Sembra la sceneggiatura di un film, una storia degna di una favola – se non fosse per il triste evento che la origina – ma che di una fiaba ha, comunque, il finale. I protagonisti: due bambini, una mamma, un padre malato che vola in cielo. Una famiglia, come tante, colpita da una tragedia, di quelle che segnano e cambiano per sempre. E poi un asilo inglese, dei palloncini viola, un agricoltore e una generosa comunità lontana. I luoghi: Bordon, in Inghilterra, il cielo, le nuvole, le montagne, i laghi, i fiumi, la terra, la sabbia, il mare, il vento, Borgo Montone, in Romagna, e la città di Ravenna.

palloncino-viola
Oscar e Beth il giorno del lancio dei palloncini

Questa è la storia vera di un palloncino viola con un bigliettino inserito al suo interno, scritto da due bambini inglesi, Oscar e Beth, per il loro papà morto qualche mese prima: “Vola alto Simon” e la richiesta a chi lo trovasse di avvertire l’asilo da cui era partito. Lo ha trovato Christian Grassi, un agricoltore di Borgo Montone, nel ravennate, lo scorso mese di gennaio: stava lavorando nel campo della sua azienda di prodotti biologici “Mater Naturae” [vedi], quando ha notato un palloncino afflosciato viola impigliatosi in un fossato, con attaccata una cartolina plastificata contenente la foto di una famiglia composta da padre, madre e due figli e il testo in inglese che invitava chi lo trovasse ad avvertire l’asilo dal quale era partito.

palloncino-viola
Biglietto ritrovato nel palloncino viola da Christian Grassi

“Il bello del mio lavoro è che quasi ogni giorno fai un incontro (con una persona o un animale), o accade qualcosa che ti lascia un ricordo o un pensiero”, ha scritto l’agricoltore su Facebook. “Mentre lavoravo i campi ancora ghiacciati ho notato dentro a un fosso una macchia viola. Era un palloncino con appesa una cartolina. Era un messaggio in ricordo di Simon Cook, lanciato assieme a tanti altri palloncini dai bimbi della Bordon Garrison Pre-school & Creche. Sul retro “R.I.P. Simon. Love Robyn. Il mio pensiero a Simon Cook, ai suoi cari e ai piccoli che lo hanno salutato”. Scattano subito le ricerche sulla rete e il ritrovamento della pagina Facebook della scuola di Bordon, nell’Hampshire, dalla quale, lo scorso 18 novembre, quell’oggetto pieno d’amore era partito, la Bordon Garrison Pre-School & Creche [vedi].

palloncino-viola
Il lancio dei palloncini dalla scuola inglese

I compagni di Oscar e Beth, con l’aiuto della madre Zoe, avevano lanciato nel cielo tanti palloncini viola, sperando che qualcuno, un giorno, ne ritrovasse ameno uno e li avvertisse. E il desiderio si è avverato, quel palloncino viaggiatore ha visto mari, laghi, montagne e colline ed è atterrato tranquillo, dopo quasi 1700 km, sul suolo italiano, la terra della bellezza, la terra della bontà e della solidarietà. Dal momento del ritrovamento, infatti, è iniziato il lavoro del Comitato cittadino di Borgo Montone [vedi] e della famiglia Grassi per ospitare la famiglia Cook. L’incontro è avvenuto a fine luglio: Zoe, la madre, coi suoi piccoli Oscar (3 anni) e Beth (7 anni) e la loro insegnante Lucy, sono arrivati a Ravenna per trascorrere una settimana in Romagna, visitando i monumenti Unesco della città, godendo delle spiagge e del mare e della buona cucina romagnola.

palloncino-viola
Ristorante La Campaza, tavolo riservato ai Cook
palloncino-viola
Allestimento della tavola col colore viola

I titolari del ristorante La Campaza [vedi] che ha ospitalo la famiglia, ci riferiscono, via email, di essere stati contattati direttamente dal presidente del comitato cittadino, Ottaviano Rossi, e di aver riservato ai loro ospiti un tavolo allestito con fiocchi, palloncini viola e candele in tinta. Tutti felici e grati, anche per la scelta simbolica del colore. Una gioia dopo il grande dolore, che sicuramente non fa dimenticare ma che allevia, almeno un po’. Il calore, la tenerezza e l’umanità possono aiutare, e molto.

palloncino-viola
Da sinistra Lucy, mamma Zoe, i piccoli Oscar e Beth e Lorenzo Ferrari del Comitato Borgo Montone (Corriere Romagna, foto Corelli)

Un commosso e felice Christian Grassi, dalla sua pagina Facebook [vedi], ricorda come questo palloncino “sia riuscito a compiere la magia di far incontrare, conoscere e condividere emozioni, così tante persone come i protagonisti di questa storia. Lorenzo Ferrari, Sergio Belli, Filippo Donati, Massimiliano Reggio, Ottaviano Rossi, Amici Di Chichester, Galla E Teo, Comitato Cittadino di Borgo Montone, Elena Zanfanti, Lucy McDiarmid, Zoe Cook e tantissimi altri. Persone che prima non si conoscevano e che questa storia, scatenata da un palloncino, ha reso migliori. Mi piace pensare a questo oggetto come ad un qualcosa con una volontà propria che ha scelto noi e la nostra comunità con uno scopo. Un oggetto carico di significati simbolici e di positività che sentivo che doveva ritornare a casa con chi lo aveva lanciato. E’ per questo che prima di salutare i nostri amici d’oltremanica ho reso loro ciò che restava del palloncino e la cartolina che vi era appesa. Un ricordo e un portafortuna soprattutto per i bimbi. Scrivo qui ciò che non ho saputo esprimere prima data la mia pessima padronanza dell’inglese. Un grazie infine a tutte le realtà che hanno reso possibile questa storia: l’Hotel Diana di Ravenna, il Bagno Perla di Punta Marina, il ristorante La Campaza di Fosso Ghiaia, il Ristorante Molinetto, Mirabilandia, Bagno Azzurro, Easyasta, Zoosafari, la Casa delle Farfalle Milano Marittima, la Diocesi di Ravenna, Ravenna Pallanuoto, i Vigili del Fuoco di Ravenna, la Confesercenti Ravenna. Sperando di non aver trascurato nessuno”.

palloncino-viola
La famiglia Cook e la comunita’ di Borgo Montone

Una vera lezione di solidarietà e di empatia. Un volo d’amore. Per una vacanza da ricordare, un’esperienza umana che rimarrà per sempre nella memoria delle due famiglie e delle loro comunità.

 

 

Si ringrazia il ristorante La Campaza per le gentile concessione delle foto dei tavoli apparecchiati.
Le altre foto sono prese da Facebook e Internet.

IMMAGINARIO
Note di strada.
La foto di oggi…

Un carrello del supermercato pieno di strumenti musicali davanti al Duomo, il pianoforte posteggiato accanto a una vetrina del centro, uno specchio su una valigia in via Mazzini. Il Ferrara Buskers festival torna e trasforma la città, la riempie di gente e cose di tutti i colori facendo sentire suoni classici e innovativi, violini da orchestrali e oggetti bizzarri che emettono suoni armoniosi o stravaganti. Fino a domenica 30 agosto 2015.

OGGI – IMMAGINARIO EVENTI

ferrara-buskers-festival-2015-giorgia-mazzotti
Ferrara Buskers festival 2015 (foto Giorgia Mazzotti)
ferrara-buskers-festival-2015-giorgia-mazzotti
Ferrara Buskers festival 2015 (foto Giorgia Mazzotti)
ferrara-buskers-festival-2015-giorgia-mazzotti
Ferrara Buskers festival 2015 (foto Giorgia Mazzotti)

Ogni giorno immagini rappresentative di Ferrara in tutti i suoi molteplici aspetti, in tutte le sue varie sfaccettature. Foto o video di vita quotidiana, di ordinaria e straordinaria umanità, che raccontano la città, i suoi abitanti, le sue vicende, il paesaggio, la natura…

[clic su una foto per ingrandirla]

GERMOGLI
Come un fulmine
L’aforisma di oggi…

Il leggendario Usain Bolt nella posa tipica “To Di World” fatta per la prima volta dopo la vittoria nei 100 metri ai mondiali di Pechino 2008. Contro ogni pronostico, nonostante una serie di infortuni, ieri, sempre a Pechino, l’uomo più veloce del mondo ha vinto ancora, confermandosi il re mondiale dei 100 metri, grazie ai sui formidabili 41 passi, alla concentrazione e al motto che si ripete sempre quando gareggia:

“Corri prima per te stesso e poi per la Giamaica.”

Usain Bolt con Matt Allen, “Come un fulmine. La  mia storia“, Tre60, 2014

 

 

 

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013