22 Gennaio 2023

“Spostate il mega concerto dal Parco Urbano!”
Adesso si fa sul serio: ecco la lettera di diffida al Sindaco di Ferrara

Marianna Suar

Tempo di lettura: 4 minuti

ragionare-da-alberi
Da molti mesi un foltissimo gruppo di cittadini sta portando avanti una pacifica mobilitazione per tutelare l’inestimabile patrimonio naturalistico e l’avifauna del Parco Urbano intestato a Giorgio Bassani. Si chiedeva semplicemente, e ancora si chiede, di individuare una location più idonea dove ospitare il mega concerto di Bruce Springsteen in programma il prossimo maggio.
Esistono alternative concrete alla location nel parco, ma il Comune di Ferrara non le ha mai prese seriamente in considerazione. E neppure, nonostante le ripetute richieste, ha disposto uno studio sull’impatto ambientale sul delicato equilibrio del parco urbano che provocherebbero 50.000 persone e migliaia di decibel.
L a grande petizione online (vedi sotto)  con 43.000 firme è stata ugualmente snobbata dal Sindaco e dalla Giunta di Ferrara. (le varie puntate della vicenda potete leggerle su Periscopio cercando le parole: parco urbano, Ndr)
Visto il silenzio e il disinteresse per le richieste di tanti cittadini da parte delle  Autorità Comunali, si è deciso di battere un’altra strada.
La lettera che trovate più sotto era già stata recapitata al Comune di Ferrara per vie normali nelle settimane scorse, non ricevendo alcuna risposta. A questo punto, la presente lettera di diffida da’ 7 giorni di tempo al Sindaco Alan Fabbri.  Se entro il 25 gennaio non si avrà riscontro, si procederà con il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica,
La lettera di diffida è stata inviata, tramite posta PEC, in nome e per conto dell’Associazione Animal Liberation, ITALIANOSTRA,  Associazione Piazza Verdi ed altre, e a nome e per conto dei 43.000 firmatari della petizione online. Crediamo importante renderla nota a tutta la cittadinanza.

Spett.li
COMUNE FERRARA
FONDAZIONE TEATRO FERRARA
APT SERVIZI EMILIA ROMAGNA
FERRARA TUA
p.c. BARLEY ARTS SRL
Oggetto: delibera 508\22 Convenzione per lo svolgimento del concerto di Bruce Springsteen
Scrivo la presente […] ad integrazione della mia precedente comunicazione per chiedere lo spostamento del concerto del 18 maggio 2023 in località diversa dal Parco Urbano “Bassani” di Ferrara.
Oltre all’Aeroporto di Aguscello che si è reso disponibile ad ospitare tale manifestazione, le associazioni mi hanno recentemente fatto presente che anche l’aeroporto di Ferrara aveva fornito la propria disponibilità.
A nome pertanto anche di Tommaso Mantovani, consigliere comunale che rappresenta l’adesione di 42700 firmatari della petizione online, si chiede di voler valutare  di spostare l’evento in altra località.
Il 18 maggio 2023 è stato programmato lo svolgimento del concerto di Bruce Springsteen nel Parco Urbano “Bassani” di Ferrara.
Per quanto l’iniziativa del concerto possa portare prestigio alla città di Ferrara, con tutti gli indotti conseguenti, i miei assistiti ritengono che la località prescelta per lo svolgimento del concerto possa nuocere in modo irreparabile alle specie vegetali e animali presenti all’interno del parco.
Al riguardo l’Aeroporto di Aguscello si è reso disponibile ad ospitare tale manifestazione.
Nella convenzione stipulata tra le parti, all’art. 5 è stato previsto il Parco Bassani come luogo di svolgimento dell’evento ma non sono stati considerati i rischi per le specie vegetali e animali che l’evento comporterebbe.
In particolare, come indicato dal biologo dott. Alessandrini, nella relazione qui allegata, “la posa in opera dei cavi per l’alimentazione elettrica richiederà lo scavo di trincee che danneggiano gli apparati radicali delle specie vegetali presenti, siano esse erbe o specie legnose. Qualora gli apparati radicali degli alberi venissero seriamente danneggiate, non è possibile escludere che gli alberi stessi mostrino immediatamente o a distanza di anni sofferenze fino alla morte”.
Allo stesso modo, l’ornitologo dott. Tinarelli ha evidenziato come il Parco urbano Giorgio Bassani è caratterizzato da elementi seminaturali di pregio quali prati, laghetti, boschetti, siepi e alberi isolati, che ospitano una ricca ed interessante comunità ornitica.
Lo svolgimento del concerto comporterebbe inevitabilmente degli impatti, sulla fauna presente e in particolare sugli uccelli, causati da emissione di rumori e incremento della presenza antropica nell’area con conseguente sottrazione di spazi seminaturali che determina la perdita temporanea di habitat per la fauna ivi presente.
Non deve essere trascurato che i rumori improvvisi e ad alto volume determinano l’immediato allontanamento degli uccelli con conseguente rischio di:
a) collisione con cavi di linee elettriche e vetrate di edifici illuminati se il disturbo avviene di notte,
b) raffreddamento (e quindi morte) di uova e piccoli e/o loro predazione se il disturbo avviene durante la riproduzione,
c) perdita di interesse verso siti idonei alla riproduzione se il disturbo avviene durante il periodo di insediamento,
d) perdita di interesse verso siti idonei all’alimentazione e alla sosta in ogni periodo dell’anno e del giorno.
Con la presente, pertanto si chiede di voler individuare un’altra località per lo svolgimento del concerto, evidenziando che, in assenza di altre “location”, l’Aeroporto di Aguscello si è reso disponibile ad ospitare tale manifestazione, avendo un’area di 120,000 mq disponibile.
Si chiede di dare riscontro alla presente nel termine di 7 giorni, eventualmente motivando l’inopportunità di individuare altre sedi per ospitare l’evento.
In difetto di riscontro l’associazione Animal Liberation si riserva la possibilità di adire il Presidente della Repubblica per esperire un ricorso finalizzato alla sospensione dell’efficacia della convenzione.
In attesa di riscontro si porgono distinti saluti.

Avv. Massimo Rizzato

 

Non hai ancora firmato la petizione popolare “Salviamo il parco Giorgio Bassani di Ferrara #Save the Park“?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Periscopio
Dai primi giorni di febbraio, in cima al “vecchio” ferraraitalia, vedete la testata periscopio, il nuovo nome del giornale. Nelle prossime settimane, nel sito troverete forse un po’ di confusione; infatti, per restare online, i nostri “lavori in corso” saranno alla luce del sole, visibili da tutti i lettori: piccoli e grandi cambiamenti, prove di colore, esperimenti e nuove idee grafiche. Cambiare nome e forma, è un lavoro delicato e complicato. Vi chiediamo perciò un po’ di pazienza. Solo a marzo (vi faremo sapere il giorno e l’ora) sarà pronta la nuova piattaforma e vedrete un giornale completamente rinnovato. Non per questo buttiamo via le cose che abbiamo imparato e scritto in questi anni. Non perdiamo il contatto con la nostra Ferrara: nella home di periscopio continuerà a vivere il nome ferraraitalia e i contenuti locali continueranno a essere implementati. Il grande archivio di articoli pubblicati nel corso degli anni sarà completamente consultabile sul nuovo quotidiano. In redazione abbiamo valutato tanti nomi prima di scegliere la testata “periscopio”: un occhio che cerca di guardare oltre il conformismo e la confusione mediatica in cui tutti siamo immersi. Con l’intenzione di diventare uno spazio ancora più visibile, una voce più forte e diffusa. Una proposta informativa sempre più qualificata, alternativa ai media mainstream e alla folla indistinta dei social media.Un giornale libero, senza padrini e padroni, di proprietà dei suoi redattori, collaboratori, lettori, sostenitori. Nei prossimi giorni i nostri collaboratori, i lettori più fedeli, le amiche e gli amici, riceveranno una mail molto importante.Contiene una proposta concreta per diventare insieme a noi protagonisti di questa nuova avventura. Versando una quota (anche modesta) e diventando comproprietari di periscopio, oppure partecipando all’impresa come lettori sostenitori. Intanto periscopio ha incominciato a scrutare… oltre il filo dell’orizzonte, o almeno un po’ più in là dal nostro naso. Buona navigazione a tutti.

Chi non ha ricevuto la mail e/o volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@ferraraitalia.it

L’autore

Marianna Suar

Marianna Suar

Ti potrebbe interessare:

  • Vite di carta /
    Le scarpe perdute e i libri trovati a mezzanotte

  • Europa portaerei. Europa dei 17 muri, Europa gregaria degli Stati Uniti…
    Alla ricerca del proprio spazio vitale

  • Il sindaco di Ferrara e l’assessore alla cultura sbeffeggiano i difensori del parco urbano

  • Parole e figure /
    Un postino nel bosco

  • Ora e sempre (La) Resistenza!

  • Silvia Guerini: dal corpo neutro al cyborg postumano

  • Zelensky al festival di Sanremo: spegniamo la TV, spegniamo la propaganda di guerra!

  • Io sono una scuola

  • Educazione siberiana

  • La nave Geo Barents a La Spezia, la accoglie una manifestazione. Oggi un presidio davanti alla prefettura

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013