12 Dicembre 2015

Dottor Bau, medici a quattro zampe

Simonetta Sandri

Tempo di lettura: 5 minuti

Chi non ha mai posseduto un cane, non può sapere che cosa significhi essere amato. (Arthur Schopenhauer)

INGRESSO CONA_bassa

I nostri amici animali possono essere un immenso valido aiuto in ogni momento della vita, ci stanno accanto ogni giorno senza chiedere molto, ci accolgono con amore anche quando meno ce lo aspettiamo. Il loro ruolo durante una malattia, poi, è quasi miracoloso. Si è parlato molto di pet therapy, intendendo con essa una terapia dolce, basata sull’interazione uomo-animale, che integra, rafforza e coadiuva le tradizionali terapie e può essere impiegata su pazienti affetti da differenti patologie con obiettivi di miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psicosociale e psicologico-emotivo. La presenza di un animale permette in molti casi di consolidare un rapporto emotivo con il paziente e, tramite questo rapporto, stabilire un canale di comunicazione paziente-animale-medico e stimolare la partecipazione attiva del paziente. Fu lo psichiatra infantile Boris Levinson a enunciare, per la prima volta, intorno al 1960, le sue teorie sui benefici della compagnia degli animali, che egli stesso applicò nella cura dei suoi pazienti. Oggi la pet therapy, che coinvolge generalmente un professionista del campo sanitario, un medico veterinario, un coadiutore dell’animale e un coordinatore d’intervento (psicologo, educatore, infermiere etc.), trova ampia applicazione in case di riposo, ospedali e comunità di recupero. L’animale è individuato a seconda del paziente, in base alle sue preferenze, alle sue capacità psico-fisiche, e anche alle sue allergie, fobie e risposte emotive fin dalle prime sedute. Cani, gatti, cavalli, asini, delfini, tutti possono aiutare. Oggi però ci occuperemo di cani, non solo per il mio amore immenso per questo animale (che, in questo caso, non conta) ma per l’impiego che se ne sta facendo a Ferrara, all’Ospedale Sant’Anna di Cona, grazie a un gruppo eccezionale di persone, di cui vi parleremo, Tiziano e Sara in primis. Se poi avete visto il commovente film Pet Therapy, Un cane per amico (2008), di George LaVoo, con Jeff Bridges, comprenderete ancora meglio come il solitario e silenzioso scrittore Jon Katz, che sta vivendo una crisi creativa dopo la separazione dalla moglie, esca dal suo stato di apatia solo quando un canile gli affida un Border Collie irrequieto e indisciplinato, segnato dai maltrattamenti subiti in passato…

cani-dottori-per-pet-therapy

Anche il Ministero italiano della Salute (vedi)  sottolinea come, nei bambini con particolari problemi, negli anziani e in alcune categorie di malati e disabili, il contatto con un animale possa aiutare a soddisfare certi bisogni fondamentali (affetto, sicurezza, relazioni interpersonali) e a recuperare alcune abilità che queste persone possono aver perduto. I bambini, poi, hanno una reazione particolare, i bambini, questa meraviglia. Alcune recenti esperienze, continua il Ministero, condotte in Italia su piccoli pazienti ricoverati in reparti pediatrici nei quali si è svolto un programma di Attività Assistite da Animali (AAA), dimostrano che la gioia e la curiosità da loro manifestate durante gli incontri con l’animale consentono di alleviare il disagio dovuto alla degenza, tanto da rendere più sereno il loro approccio con le terapie e il personale sanitario. Le attività ludiche e ricreative organizzate in compagnia e con lo stimolo degli animali, il dare loro da mangiare, il prenderli in braccio per accarezzarli e coccolarli hanno lo scopo di riunire i bambini, farli rilassare e socializzare tra loro in modo da sollecitare contatti da mantenere durante il periodo più o meno lungo di degenza, migliorare, cioè la qualità della loro vita in quella particolare contingenza. Un sostegno davvero grande e importante.

Ecco allora che, Sabato 28 Novembre, è stato effettuato il primo sopralluogo presso l’ospedale di Cona per portare sostegno ai bambini ricoverati: gli amici pelosi Cipolla (il capo…), Polly, Barny e Bianca, assieme al Responsabile Scientifico Francesca Bissi (veterinaria comportamentalista) e a Teresa Cavalletti (Educatrice Cinofila), hanno fatto la loro visita al reparto pediatrico per portare cura e assistenza ai bambini ricoverati.

pet-therapy

Il progetto è stato creato e sviluppato dalla onlus Vola nel Cuore (http://www.volanelcuore.it), importante associazione di volontariato che da dieci anni opera a favore dei bambini all’interno dei reparti pediatrici, mediante la figura di “Claun” che da tempo stava lavorando al Progetto Cipolla.

 Tiziano Menabò, Presidente responsabile della Onlus, e Sara Chendi, Medico Veterinario nonché volontaria di Vola nel Cuore e collaboratrice, hanno voluto esaudire il desiderio del volontario/collega/amico Cipolla deceduto prematuramente nel 2014. Amante dei bambini e degli animali, da sempre esprimeva il desiderio di coesione tra “Claun” e animale come terapia per alleviare le sofferenze psicologiche dei piccoli degenti.

Cipolla è anche il nome della mascotte del Progetto, una cagnolina salvata da un canile di Reggio che sta ancora lavorando per diventare un’amica di corsia per i bambini.

 Dopo una conferenza stampa il 3 Dicembre con la direzione ospedaliera, sabato 5 dicembre, è iniziato il percorso che ha visto protagonisti i bambini assieme a queste magnifiche creature a 4 zampe, incontratisi presso la sala giochi del reparto di pediatria. A gennaio 2016, poi, l’Associazione Chiaramilla (http://www.chiaramilla.it) riprenderà il progetto “Con un balzo di coda…”, svolgendo Attività Assistite da Animali presso il Reparto di Onco-ematologia Pediatrica e presso la Medicina Riabilitativa del S. Giorgio.

Zampette, manine, carezze e giochi per qualche tempo allevieranno momenti impegnativi, accompagnando, magari, un tenero ricordo ad uno più difficile, complesso e duro.

IMG_4972

http://www.volanelcuore.it

L’associazione di volontariato Vola nel Cuore onlus opera sul territorio di Ferrara ed in particolar modo presso l’ospedale S. Anna, nei reparti di Pediatria e Neonatologia, con cui ha una regolare convenzione dal febbraio 2005. L’obiettivo storico dell’Associazione era di dare assistenza ospedaliera pediatrica gratuita ai piccoli pazienti ricoverati sostituendosi, con i propri volontari, ai genitori nel caso gli stessi fossero impossibilitati o assenti. Oltre all’attività di assistenza ospedaliera, dal 2007, la Onlus:

  • dona attrezzature mediche indispensabili ai reparti ospedalieri;
  • svolge attività ricreative presso i reparti pediatrici: il sabato visita i bambini con i suoi volontari claun (clown) formati per questo tipo di servizio;
  • sviluppa progetti per il benessere dei bambini ospedalizzati;
  • fa parte del Coordinamento Associazione Volontariato Protezione Civile di Ferrara.

http://www.chiaramilla.it

L’Associazione ChiaraMilla è impegnata in diversi progetti di AAA svolti sul territorio dell’Emilia Romagna. Lo scopo delle varie attività è principalmente quello di migliorare lo stato di benessere delle persone che sono per lo più costrette a vivere situazioni di disagio.

http://www.bringpet.com/

E’ il social network che permette di trovare i locali commerciali che accettano l’ingresso di animali domestici e consente agli utenti di lasciare il proprio feedback in relazione alle caratteristiche degli esercizi commerciali recensiti e dei servizi disponibili. Sostiene il “Progetto Cipolla”.

Fotografie di Progetto Cipolla, gentile concessione di Tiziano Menabo’


I commenti sono chiusi.


Periscopio
Dai primi giorni di febbraio, in cima al “vecchio” ferraraitalia, vedete la testata periscopio, il nuovo nome del giornale. Nelle prossime settimane, nel sito troverete forse un po’ di confusione; infatti, per restare online, i nostri “lavori in corso” saranno alla luce del sole, visibili da tutti i lettori: piccoli e grandi cambiamenti, prove di colore, esperimenti e nuove idee grafiche. Cambiare nome e forma, è un lavoro delicato e complicato. Vi chiediamo perciò un po’ di pazienza. Solo a marzo (vi faremo sapere il giorno e l’ora) sarà pronta la nuova piattaforma e vedrete un giornale completamente rinnovato. Non per questo buttiamo via le cose che abbiamo imparato e scritto in questi anni. Non perdiamo il contatto con la nostra Ferrara: nella home di periscopio continuerà a vivere il nome ferraraitalia e i contenuti locali continueranno a essere implementati. Il grande archivio di articoli pubblicati nel corso degli anni sarà completamente consultabile sul nuovo quotidiano. In redazione abbiamo valutato tanti nomi prima di scegliere la testata “periscopio”: un occhio che cerca di guardare oltre il conformismo e la confusione mediatica in cui tutti siamo immersi. Con l’intenzione di diventare uno spazio ancora più visibile, una voce più forte e diffusa. Una proposta informativa sempre più qualificata, alternativa ai media mainstream e alla folla indistinta dei social media.Un giornale libero, senza padrini e padroni, di proprietà dei suoi redattori, collaboratori, lettori, sostenitori. Nei prossimi giorni i nostri collaboratori, i lettori più fedeli, le amiche e gli amici, riceveranno una mail molto importante.Contiene una proposta concreta per diventare insieme a noi protagonisti di questa nuova avventura. Versando una quota (anche modesta) e diventando comproprietari di periscopio, oppure partecipando all’impresa come lettori sostenitori. Intanto periscopio ha incominciato a scrutare… oltre il filo dell’orizzonte, o almeno un po’ più in là dal nostro naso. Buona navigazione a tutti.

Chi non ha ricevuto la mail e/o volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@ferraraitalia.it

L’autore

Simonetta Sandri

E’ nata a Ferrara e, dopo gli ultimi anni passati a Mosca, attualmente vive e lavora a Roma. Da sempre appassionata di scrittura e letteratura, ha pubblicato su riviste italiane e straniere, è autrice del romanzo, “Il Francobollo dell’Avenida Flores”, ambientato fra Città del Messico, Parigi e Scozia e traduttrice dal francese, per Curcio Editore, di La Bella e la Bestia, nella versione originaria di Gabrielle-Suzanne de Villeneuve. Ha collaborato con BioEcoGeo, “Mag O” della Scuola di Scrittura Omero di Roma, Mosca Oggi, eniday.com e coltiva la passione per la fotografia, scoperta durante i numerosi viaggi. Da Algeria, Mali, Libia, Francia e Russia, dove ha lavorato e vissuto, ha tratto ispirazione, così come oggi da Roma. Scrive su Meer (ex Wall Street International Magazine).
Simonetta Sandri

Ti potrebbe interessare:

  • Storie in pellicola / C’mon C’mon 

  • ACCORDI
    Non s’ammazza così neanche un cane

  • Parole a capo
    Stefano Agnelli: “Pianura” e altre poesie

  • Vite di carta /
    Cinque presidenti senza Stato (1985-2022)

  • Parole e figure / Il piccolo François Truffaut

  • Brasile: raddoppiate in un anno le manifestazioni neonaziste

  • CONTRO LA GOGNA MEDIATICA
    Aboubakar Soumahoro non è solo

  • Per certi versi /
    SENZA CIELO

  • Presto di mattina /
    L’attesa del vento

  • Federico Varese: Quattro storie criminali per capire la Russia matrigna di Vladimir Putin

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013