Skip to main content


da: ufficio stampa del Comune di Ferrara

Interpellanza – Presentata dal gruppo PD in Consiglio comunale
Richiesta in merito al progetto di orientamento e accessibilità dell’Ospedale di Cona
18-05-2016

Questa l’interpellanza pervenuta:

– il consigliere Maresca (gruppo PD in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessora Chiara Sapigni in merito al progetto di orientamento e accessibilità dell’Ospedale S. Anna di Cona.

BIBLIOTECA ARIOSTEA – ‘Le parole della democrazia’: conferenza giovedì 19 maggio alle 17
La burocrazia e il suo peso, secondo Giuseppe de Rita
18-05-2016

Sarà dedicata al tema della ‘burocrazia’ e della progressiva crescita del suo ruolo nella recente storia italiana, la nuova conferenza del ciclo ‘Le parole della democrazia’ in programma giovedì 19 maggio alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. Ad approfondire l’argomento sarà Giuseppe de Rita, con introduzione a cura del sindaco Tiziano Tagliani.
Il ciclo di conferenze è promosso dall’Istituto Gramsci e dall’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
La conferenza seguirà questo schema: le tracce di presenze burocratiche nelle realtà politiche pre-statuali. La formazione dello Stato (e della sua sovranità) e il conseguente formarsi di strutture burocratiche: prima a supporto di particolari funzioni strategiche (esercito, diplomazia, fisco), poi a formare l’anima quotidiana della vita collettiva. La crescente centralità della burocrazia statuale negli ultimi due secoli, prima e dopo l’Unità politica risorgimentale, nella funzione “discendente” della trasmissione del comando e nella funzione “ascendente” dell’attenzione agli interessi dei cittadini (rappresentanza e federalismo). Le due tendenze che oggi ci travagliano; la sottile acquisizione di potere da parte della burocrazia (potere nudo, senza contenuti, centralità delle regole, ecc.) rispetto alla decisionalità politica; la forte riconquista del primato della politica rispetto agli apparati burocratici (verticalizzazione delle decisioni, spoil-system, ecc.). Oggi in Italia sembra prevalente la seconda di tali tendenze, cioè il ritorno del primato della politica. Aspetti positivi (semplificazione decisionale) e aspetti negativi (svuotamento della stessa funzione della burocrazia) si intrecciano confusamente e va riportato un po’ di ordine.
Giuseppe De Rita è stato il fondatore e l’animatore del Censis. Inoltre, è autore di importanti saggi sulla condizione economica, sociale e civile del nostro Paese.

NOTTE DEI MUSEI 2016 – Sabato 21 maggio dalle 19
La galleria d’arte Cloister presenta il Museo della Maschera di Amleto e Donato Sartori
18-05-2016

Sabato 21 maggio dalle 19 alle 24 la Galleria d’Arte Cloister (corso Porta Reno 45, Ferrara), in occasione della Notte europea dei Musei 2016, propone un aperitivo letterario con jam session d’arte, lettura, poesie e video proiezioni. Sarà presentato il Museo della Maschera di Amleto e Donato Sartori.
L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Ferrara.

PALAZZO MUNICIPALE – Il 19, 20 e 24 maggio prove con sirene e messaggi vocali
In programma il collaudo del nuovo impianto di allertamento acustico all’interno del Palazzo Municipale
18-05-2016

Sono in programma per i prossimi giorni le prove di collaudo del nuovo impianto di allertamento acustico realizzato all’interno del Palazzo Municipale di Ferrara.
Nelle giornate di giovedì 19 e venerdì 20 maggio sarà, in particolare, effettuato il collaudo dell’impianto manuale di evacuazione. Le operazioni si protrarranno per le due intere giornate e comporteranno l’accensione momentanea delle sirene.

Martedì 24 maggio sarà invece effettuato il collaudo dell’impianto di emergenza vocale. Le operazioni si protrarranno per l’intera mattinata e comporteranno l’emissione sonora di alcuni messaggi vocali.

4.a COMMISSIONE CONSILIARE – Convocata giovedì 19 maggio alle 15.30 nella sala Zanotti
Informativa su problematica e diffusione della tossicodipendenza fra i giovani
18-05-2016

Per un'”Informativa su problematica e diffusione della tossicodipendenza fra i giovani”, la 4.a Commissione Consiliare – presieduta dal consigliere Bova – si riunirà giovedì 19 maggio alle 15.30 nella sala Zanotti del Municipio. Accanto agli assessori Chiara Sapigni e Massimo Maisto saranno presenti il questore di Ferrara Antonio Sbordone e la direttrice Sert-Ferrara Luisa Garofani.

FERRARA SHARING FESTIVAL – Dal 20 al 22 maggio 2016 nel capoluogo estense – PRESENTAZIONE
Tre giorni di incontri e approfondimenti sull’economia condivisa solidale e sostenibile
18-05-2016

Si è svolta questa mattina, mercoledì 18 maggio 2016 nella sala dell’Arengo della Residenza Municipale, la conferenza stampa di prsentazione della prima edizione del “Ferrara Sharing Festival”, organizzato nel capoluogo estense da Sedicieventi dal 20 al 22 maggio, con il supporto e la collaborazione di Comune di Ferrara, Università degli Studi e AMI.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti Massimo Maisto, Vice Sindaco e assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Ferrara, Eugenio Guarducci, Presidente Sedicieventi, Davide Pellegrini, Direttore Artistico Ferrara Sharing Festival, Gianfranco Franz, Professore Associato Università degli Studi di Ferrara, Michele Balboni, Direttore AMI Ferrara

>> LA SCHDA (a cura degli organizzatori)

Tutto pronto per il Ferrara Sharing Festival: dal 20 al 22 Maggio il mondo sharing si incontra nel capoluogo estense! [#condividopienamente]

Economia collaborativa in festa nel capoluogo estense. Dal 20 al 22 Maggio 2016 la prima edizione del Ferrara Sharing Festival promuoverà il confronto sulle sfide poste dal cambiamento strutturale che sta trasformando il volto dell’economia mondiale.

Istituzioni, Associazioni ed esperti del settore indagheranno le risposte da offrire a cittadini sempre più consapevoli e attenti a formule di consumo che prediligono l’accesso a beni e servizi, piuttosto che il loro possesso. Lo conferma il recente studio della società di rilevazione Tns secondo cui il 70% degli italiani conosce la sharing economy e di questi circa il 25 (il 17% sul totale), ne ha utilizzato i servizi nel 2015.

#condividopienamente è la parola d’ordine del Ferrara Sharing Festival, ideato e organizzato dall’Agenzia Sedicieventi, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, del Comune di Ferrara e la prestigiosa partnership dell’Università degli Studi di Ferrara, con il suo Dipartimento di Economia.

A dare il loro sostegno alla manifestazione, la cui Direzione Artistica è affidata a Davide Pellegrini (Presidente dell’Associazione Italiana Sharing Economy), anche AICCON, AISE, Alleanza delle Cooperative Italiane, Ami Ferrara, ARCI, ASCOM Ferrara, Camera di Commercio di Ferrara, Cittadinanza Attiva, CNA Ferrara, Confesercenti Ferrara, ECCOM, Generazioni Legacoop, Legambiente, Rai Emilia Romagna, Strada dei Vini e dei Sapori, TNS.

Più di cento speaker e oltre cinquanta appuntamenti, fra sessioni plenarie e workshop, scandiranno il calendario dell’iniziativa, autentico “evento collaborativo” realizzato con la partecipazione di alcuni fra i principali esponenti del settore: VizEat, Smartika, HomeAway, BlaBlaCar, Guide Me Right, GoGoBus, iCarry, Timerepublik, Gnammo, Tabbid, CoContest, Produzioni Dal Basso, LastMinuteSottoCasa, L’Alveare che dice Sì e molti altri ancora.

Fertile anche il contributo delle Associazioni di Categoria e Culturali del territorio che parteciperanno attivamente all’evento, esprimendo la loro presenza in tutti i seminari in programma.

Startup e imprese avranno a disposizione uno spazio all’interno del Chiostro di San Paolo, dove saranno ospitati anche i principali sponsor della manifestazione, a partire da Carisbo, banca del gruppo Intesa Sanpaolo.

Lo Speaker’s Corner accoglierà, invece, un gruppo selezionato di persone desiderose di condividere con il pubblico le proprie idee e i propri progetti.

L’evento, gratuito e aperto alla partecipazione del grande pubblico, sarà arricchito da esibizioni musicali e appuntamenti con amati personaggi del mondo dello spettacolo, a partire da Alessandro Bergonzoni, attore e autore teatrale che incontrerà il pubblico portando il suo saluto creativo venerdì 20 Maggio alle ore 21.00, nella Sala Estense.

Parteciperà anche Pagina 99 con Lettera 43, mediapartner del Festival insieme a Radio Bruno, MARKETERs e ThisMARKETERSLife.

Il Festival sarà davvero sharing! Nei giorni dell’evento, grazie al contributo di Smartika, la copertura
wi-fi gratuita raggiungerà anche il Chiostro di San Paolo, in aggiunta alla rete Wi-Fe del Comune di Ferrara già presente in gran parte del centro storico.

Piazza Trento e Trieste, gli antichi palazzi e le prestigiose Sala Estense, Sala della Musica e Sala Alfonso I, oltre all’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Ferrara saranno le prestigiose location di questo vasto e partecipato evento diffuso che conferma il capoluogo estense una città dal vivace tessuto culturale.

Vi aspettiamo al Ferrara Sharing Festival dal 20 al 22 Maggio 2016: venite a trovarci!

Tutto il programma

– Venerdì 20 Maggio 2016

I lavori, inizieranno a pieno ritmo fin dalla mattinata quando, alle ore 10.30 la splendida Sala Estense, location di tutte le sessioni plenarie, ospiterà il dibattito sul tema I modelli collaborativi, con Alessia Maccaferri (giornalista de Il Sole 24 Ore), Luigi Corvo (Professore di Social Entrepreneurship and Innovation), Luisa Crisigiovanni (Segretario generale Altroconsumo), Andrea Rapisardi (Presidente LAMA), Fabio Sgaragli (Open & Social Innovation Manager Fondazione Giacomo Brodolini) e Paolo Venturi (Direttore AICCON).

Nel pomeriggio, la Sala Estense tornerà ad animarsi alle ore 15.00, quando l’attenzione sarà puntata su Nuove Piattaforme: servizi, prodotti, processi. Ad illuminare il tema da diversi punti di vista saranno le giornaliste Elena Comelli e Gea Scancarello, Guglielmo Apolloni (Diffuse Creativity Design Thinker per Somos Mas), il sociologo Aldo Bonomi (Istituto di Ricerca Aaster), Federico Capeci (Chief Digital Officier – CEO di Tns Italia) e Carlo De Los Rios (Direttore Generale Cooperativa Sociale Camelot).

Quattro i workshop della prima giornata, di cui tre in programma nella Sala della Musica dove alle ore 14.30 si parlerà di Modelli di comunità e partecipazione. Ad affrontare il tema saranno Silvia Candida (Ouishare Italia), Giorgio De Finis (Antropologo, attivista, creatore di Space Metropoliz), Tina Napoli (Responsabile politiche Consumatori di Cittadinanzattiva), Luigi Nardacchione (Co-Founder Social Street International) e Alida Nepa (Presidente Associazione Cohusing Solidaria).

Alle 16,30, attenzione puntata su Gli spazi della collaborazione, con Leonardo Delmonte (Direttore e Co-Founder APS Basso profilo, Segretario eCo-Founder Consorzio Wunderkammer), Andrea Bartoli, Fondatore Farm Cultural park), Monica Berardi (PhD Università Bicocca), Andrea Paoletti (Architetto, Founder Casa Netural, organizzatore Sharing School) e Davide Zanoni (Amministratore Delegato Avanzi).

Che mercato saremo. Linking people, money, emotions, places and things è il tema al centro del seminario in programma alle ore 19.15 quando ad animare il dibattito saranno Nicola Zanardi (Amministratore Delegato Ferrara Fiere), Fabrizio Bellavista (Partner dell’Istituto di Ricerca Emotional Marketing), Alessandro Donadio (Social Organization Strategist) e Paolo Mamo (Amministratore Delegato Altavia, fondatore di DistrEAT).

Sarà, invece, firmato dall’Università degli Studi di Ferrara il workshop in programma alle ore 17,00 presso l’Aula EC1 del Dipartimento di Economia e Management dell’Ateneo. A discutere de La creazione della Città Intelligente saranno Gianfranco Franz, (Professore associato Unife), Fabio De Luigi (Direttore del Ced di Ferrara), Daniela Galvani (Founder & President di What a Space), Francesco Musco (Professore associato Università Iuav di Venezia), Roberto Vitali (CEO Founder Village for all) e il ricercatore Matteo Zulianello.

Fra gli eventi speciali organizzati in collaborazione con ARCI, da non perdere alle ore 18.00 la presentazione del nuovo spazio di coworking gestito, presso la propria sede, dall’Associazione Culturale ilturco.

Special guest del Ferrara Sharing Festival sarà Alessandro Bergonzoni, pronto ad avvincere il pubblico con la sua energia affabulatoria, durante l’incontro che si svolgerà alle ore 21.00 nella Sala Estense. L’appuntamento, gratuito e aperto al pubblico, coronerà in grande stile la giornata inaugurale del Festival che terminerà con le note di Paulinho, Marumba e SouLove Riddim band, in concerto alle ore 22.30 al Circolo 4 Stracci di via Pasetta.

– Sabato 21 Maggio 2016

Nella seconda giornata del Festival, due sessioni plenarie, entrambe in programma nella Sala Estense, vedranno autorevoli relatori ed esperti del settore affrontare due temi caldi dell’universo sharing. Alle ore 10.30, si parlerà di Nuove professioni: opportunità o pericolo?. A mettere in luce pro e contro delle opportunità lavorative aperte dall’economia collaborativa saranno Giampaolo Coletti (giornalista, storyteller e autore Gruppo24Ore), Davide Bennato (Docente di Sociologia dei media digitali – Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università di Catania), Emanuele Quintarelli (Social Business and Future of Work leader, Digital EMEIA Advisory Center at EY), Francesco Raparelli (Coordinatore Clap) e Anna Soru (Presidente di Acta).

Alle ore 15.00, i riflettori saranno puntati su Le policies dell’economia collaborativa. Al tavolo dei relatori, Stefano Paolo Giussani, Silvia Conti (PR Manager Italia di BlaBlaCar), Roberto Covolo (Project manager), Enrico Parisio (Presidente Millepiani Coworking Roma), Nicola Scolamacchia (Presidente Assohotel Confesercenti Ferrara) e la Deputata PD, Venronica Tentori, prima firmataria della proposta di legge sulla Sharing Economy.

Fitto il calendario dei workshop proposti durante il sabato: sette i seminari in programma che spazieranno dalla corporate identity al turismo e ai processi collaborativi, passando per il design thinking, le policies dell’economia collaborativa e molto altro ancora.
Nel dettaglio, La rivoluzione digitale tra design dei servizi e consumo collaborativo, sarà il tema affrontato nel seminario firmato da CNA, Camera di Commercio di Ferrara e ASCOM, in programma alle ore 10 presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Ferrara. Fra i relatori, Rosa Giuffrè (consulente per la Comunicazione, Digital Coach e Blogger), Gabriele Ferrieri (Direttore Finanziario & Marketing Manager iCarry), Alessandro Notarbartolo (Founder Tabbid), Alessandro Rossi (Founder Cocontest) e Tommaso Sorichetti (Presidente e Co-Founder di Puntodock).

Alle ore 11.00, nella Sala della Musica, sarà la volta del workshop proposto da Carisbo, banca del gruppo Intesa Sanpaolo: Alessandro Nicolardi (specialista per l’innovazione Gruppo Intesa San Paolo) inviterà alla riflessione su Tech-marketplace: l’innovazione al servizio delle imprese.

In contemporanea, nell’Aula Magna di Economia e Management, al centro dell’attenzione sarà il Design thinking e l’human centred approach. A trattare di questo innovativo metodo di gestione aziendale, basato sui principi del design strategico saranno Massimiliano Mazzanti (Professore Associato in Economia Politica), Lucia Dal Negro (Founder DeLab), Carlo Frinoli Puzzilli (CEO & Founder di nois3), Rodolfo Lewanski (Professore presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Università di Bologna) e Sebastiano Miele (Ph.D. in Etnologia e in Cooperazione Internazionale e Politiche per lo Sviluppo Sostenibile).

Sempre l’Università degli Studi di Ferrara firmerà l’appuntamento in programma alle ore 15.00 sul tema Sostenere il cambiamento con la partecipazione collettiva. A discuterne, Andrea Aversa, Presidente Y.E.S.Europe), Franco Contu (Co-Fondatore Circuito Sardex), Andrea Limone (Amministratore Delegato PerMicro), Davide Menegaldo (COO presso Helperbit) e Angelo Rindone (Founder Produzioni dal Basso)

Poco prima, alle ore 14.30, nella Sala della Musica, sarà affrontato l’attualissimo tema Le nuove professioni e il mondo dell’innovazione. A discuterne saranno Chiara Bertelli (Coordinatrice territoriale di Ferrara Legacoop estense), Dario Carrera (Co-fondatore Impact Hub Roma), Demetrio Chiappa (Founder Doc Servizi), l’Architetto Diego Farina e Mico Rao (Founder Lab 121).

Stessa location per il seminario Il turismo e i processi collaborativi, che vedrà allo stesso tavolo Maurizio Davolio, Ester Giacomoni (Country Manager Italia VizEat), Zeno Govoni (Direttore Hotel Annunziata, Ferrara), Elisabetta Luise (PR e Corporate Communication Specialist HomeAway) e Luca Sini (CEO e Co-Founder Guide Me Right).

Alle ore 21.00 a concludere la giornata nel Chiostro di San Paolo, sarà l’appuntamento Cooperare per la cultura, Concerto di presentazione alla città di Doc Servizi e ShareCulture.coop, cooperative dei lavoratori di arte, cultura, spettacolo con la partecipazione di Demetrio Chiappa (Presidente Doc Servizi), Roberto Calari (Coordinatore Nazionale Legacoop Cultura) e Chiara Bertelli (Coordinatrice territoriale Legacoop Estense). Subito dopo, la performance musicale di Enrico Mantovani che si esibirà live in un concerto di ballate folk, rock e blues.

A fare da corollario agli interessanti appuntamenti in calendario, non mancheranno coinvolgenti iniziative speciali. Per gli amanti del più amato social network fotografico, due sessioni firmate Instagramers Academy si svolgeranno alle ore 10.00 e alle ore 15.00 nel Chiostro di San Paolo.

Appuntamento, invece alle ore 17.30, nel Cinema Boldini, con la proiezione di Unlearning, il film del regista Lucio Basadonne, appassionante racconto di una famiglia in viaggio che accetta di mettere in discussione il proprio modo di vivere sperimentando modelli alternativi basati sul baratto: dal Woofing (ospitalità in cambio di lavoro in fattorie biologiche), all’Home Excange (scambio di appartamento).

Alle ore 19.00, il suggestivo Chiostro di San Paolo ospiterà L’ultima volta che mi sono suicidato, reading corale di Claudio Morici che con la sua ironia surrealista trasporterà i visitatori in un assurdo mondo futuro, non troppo lontano da quello attuale.

In chiusura di giornata, alle ore 22.00, Cesare Carugi presenterà il suo terzo lavoro discografico, Crooner Freak, frutto della continua ricerca di nuove soluzioni di suono e stilistiche e prodotto in crowdfunding sulla piattaforma MusicRaiser.

– Domenica 22 Maggio 2016

La giornata conclusiva del Ferrara Sharing Festival, tratterà Il change making. Dal Movimento al cambiamento e Nuove competenze tra profit e no profit nelle due sessioni plenarie in programma alle ore 10.30 e alle ore 15.00 nella Sala Estense. Ad animare il dibattito mattutino saranno Arturo Di Corinto (professore di tecniche di giornalismo online), Cristina Da Milano (Presidente di ECCOM), Francesca Gambetta (Program Manager Cultural Innovation Compagnia di San Paolo), Alex Giordano (Docente di Società delle Reti e Societing Università di Napoli Federico II), Bertram Niessen (Presidente Associazione Culturale cheFare) e Daniel Tarozzi (Giornalista e scrittore).

La sessione plenaria pomeridiana vedrà, invece, protagonisti Roberta Carlini (Condirettrice di Pagina99), Carlo Boccazzi Varotto (Attivista nel coinvolgimento delle comunità creative e tecnologiche nello sviluppo delle imprese e dei contesti locali), Andrea Pugliese (Esperto di mercato del lavoro), Francesca Rizzi (Founder di Jointly) e Giancarlo Sciascia (Manager Culturale).

Il primo dei tre workshop della giornata conclusiva porterà la firma dell’Università degli Studi di Ferrara che, alle ore 11.00, nell’Aula Magna di Economia e Management, punterà l’attenzione su Lo Scenario della Felicità: attori, processi e un futuro possibile. A confrontarsi sul tema, saranno Fulvio Fortezza (Docente di Marketing e International Marketing), Andrea Bettini, (Co-Founder, Storytelling Specialist STRATEGIKE), Bruno Contigiani (Scrittore, Fondatore de L’arte di Vivere con Lentezza), Enrico Fontana (Responsabile Economia Civile Legambiente), Simone Grillo (Ufficio Strategie e Comunicazione banca Popolare Etica) e Luciano Manzo (Amministratore Delegato Smartika).

Dal riciclo alla ridistribuzione sarà invece il tema affrontato alle ore 14.30 nella Sala della Musica da Francesco Ardito (LastMinuteSottoCasa), Nicola Difino (Food-Haker e Eat-ertainer), Gian Luca Ranno (Ceo di Gnammo), ed Eugenio Sapora (Ceo L’Alveare che dice sì!).

La cultura ai tempi della collaborazione sarà, infine, l’argomento discusso alle ore 16.30, sempre nella Sala della Musica. Ad esaminarne i vari aspetti, saranno Giulio Costa (Regista, responsabile produzione e distribuzione dell’Associazione Ferrara Off), Federico Amico (Politiche Culturali ARCI Emilia Romagna), Rossano Astremo (Direttore Artistico Citofonare Interno 7), Raimondo Brandi (Co-funder e Ceo TeatroxCasa), Giacomo Sbalchiero (Founder 0203) e Serenella Tarsitano (Co-Founder e Art Director Teatroxcasa).

La giornata conclusiva del Festival proporrà al pubblico interessanti special event fra cui scegliere. L’avvincente mondo di LEGO® SERIOUS PLAY® inviterà i visitatori ad imparare a pensare con le mani. L’appuntamento per chi vuole partecipare è alle ore 9.30 nella Sala Alfonso I.

Alle ore 12.00, nel Chiostro di San Paolo, il campione di vita e di sport Giacomo Sintini porterà la sua toccante testimonianza di lotta contro il cancro, mentre alle ore 19.00 a calare il sipario sul Ferrara Sharing Festival sarà Couchsurfers, due sopra il divano, incontro con l’urbanista e fotografa Anna Luciani e il filmmaker Simone Chiesa.

Area intrattenimento

Piazza Trento e Trieste | Tutti i giorni, ore 10.00/19.00

Al Ferrara Sharing Festival non mancheranno simpatici momenti di intrattenimento! Nell’Area Trento e Trieste, gli appassionati di calcio balilla potranno disputare avvincenti sfide 11 contro 11 in un’inedita rivisitazione sharing del gioco più amato: il Biliardone!

Lo Sharing Wall darà ai visitatori la possibilità di condividere idee e pensieri con il pubblico della kermesse, mentre i partecipanti a Sharing Art potranno liberare la propria fantasia, dipingere una maxi parete bianca e diventare co-autori di un’opera d’arte davvero sharing.

Tutto questo e molto altro ancora vi aspetta al Ferrara Sharing Festival!

Io #condividopienamente, e tu?

sito internet ufficiale www.sharingfestival.it

Ufficio Stampa Sedicieventi
ufficiostampa@sedicieventi.it

Silvana Leoni

Tel. 075 5003848 int. 888 | 333 4750015

NOTTE DEI MUSEI 2016 – Sabato 21 maggio ingresso gratuito dalle 21 in via de Pisis 24
Una serata per scoprire le collezioni e le attività del Museo di Storia naturale
18-05-2016

In occasione della Dodicesima Notte europea dei Musei, sabato 21 maggio dalle 21 alle 23,45 il Museo civico di Storia naturale di Ferrara (via de Pisis 24) aprirà gratuitamente le proprie porte al pubblico.
Il personale scientifico della struttura museale sarà a disposizione per spiegazioni, anteprime, domande e curiosità sulle collezioni e le attività del Museo.
Saranno inoltre presenti i referenti dell’associazione Didò per offrire informazioni sulla didattica e sulle altre attività divulgative (Apprendisti Scienziati, feste di compleanno, ecc.) basate sul percorso espositivo del Museo o condotte all’aperto.
Per garantire una visita agevole e completa l’ingresso sarà consentito fino alle 23.
L’evento è patrocinato dal MiBACT, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

per info: Museo civico di Storia naturale, via F. de Pisis 24, Ferrara (FE)
Tel. 0532.203381/206297
http://storianaturale.comune.fe.it
https://www.facebook.com/storianaturale.ferrara

CONFERENZA STAMPA – Venerdì 20 maggio alle 14,30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale
Presentazione dell’iniziativa “Progetto adolescenti e Cooperativa sociale integrazione e lavoro”
18-05-2016

Venerdì 20 maggio alle 14,30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà una conferenza stampa per presentare l’iniziativa “Progetto adolescenti e Cooperativa sociale integrazione e lavoro”.

All’incontro con i giornalisti saranno presenti l’assessora alla Sanità del Comune di Ferrara Chiara Sapigni, l’educatore della cooperativa Gianluca Cuscini e gli allievi Asia Alberi (istituto Bachelet), Alessandro Aguiari (istituto Itis), Ilenia Tagliaferri (istituto Dosso Dossi), Malisani Dimitri (diploma Dosso Dossi) e il rappresentante dei genitori Sergio Aguiari.

POLITICHE FAMILIARI – Fino al 27 maggio nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì
Con ‘Maggio in piazza aperta’ ancora tante proposte di divertimento per bambini e famiglie all’ombra dell’Acquedotto
18-05-2016

Proseguono fino al 27 maggio nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 16,30 alle 19, in piazza XXIV Maggio, la piazza dell’Acquedotto monumentale, i giochi, i laboratori e le proposte di animazione di ‘Maggio in piazza aperta’ pensate per le famiglie di tutta la città.
Tanti i bambini e i genitori che dal 2 maggio scorso, nelle giornate di bel tempo, hanno partecipato alle iniziative gratuite loro dedicate e ancora in calendario fino a fine mese.
Dedicato ai più piccoli è lo Spazio gioco gestito dalle educatrici del centro comunale Isola del Tesoro, che hanno trasferito all’aperto proposte artistiche e creative per i bambini da 1 a 6 anni.
Mentre nella Città dei Ragazzi un gruppo di educatori coordina il “lavoro” di bambini e ragazzi volontari, attraverso la gestione di un punto di ristoro, il Kinder- Caffè, del Mercatino del giocattolo usato e dell’Informacittà, punto informativo a cui ci si può rivolgere per ogni esigenza informativa e di gioco.
Nella piazza trovano spazio anche le Botteghe artigianali, nelle quali i bambini possono costruire manufatti, giocattoli e strumenti musicali con materiali di recupero, e le Bancarelle dei bambini (di lunedì) dove i piccoli venditori, aiutati da genitori e insegnanti, offrono in vendita oggetti originali, giochi e libri, usati, ma non troppo, ed oggetti costruiti con le proprie mani.
Il gioco del baratto (ogni venerdì) offre poi la possibilità di scambiare giochi, vestiti, passeggini, casalinghi e tanto altro; ogni oggetto, se pulito e in buone condizioni, dà diritto a un buono (SCEC), utile per acquistare a costo zero un oggetto tra quelli esposti.
Infine, con ‘Storie sotto l’albero’ piccoli e grandi sono invitati ad accomodarsi all’ombra degli alberi dove ragazze e ragazzi volontari de ‘La tane delle storie’ sono pronti a raccontare fiabe e filastrocche.
Diverse anche le attività di gioco in movimento all’aperto proposte da animatori di società sportive della città nei pomeriggi del mercoledì e venerdì.
“Maggio in Piazza Aperta” è un’iniziativa realizzata, grazie ai finanziamenti regionali del Piano Sociale di Zona, dall’Istituzione dei servizi educativi, scolastici e per le famiglie del Comune di Ferrara, in collaborazione con l’Associazione C.I.RC.I e la coop.va Le Pagine, con finalità ludico-ricreative per bambini e famiglie, oltre che di valorizzazione del protagonismo e del volontariato di bambini e ragazzi.
Il ricavato del Kinder Caffè e delle Bancarelle sarà destinato a finanziare le iniziative della Biblioteca Blù, organizzate per i bambini ricoverati all’Arcispedale Sant’Anna di Ferrara.
Per ogni informazione su “Maggio in Piazza Aperta” e la prenotazione di una bancarella, è possibile rivolgersi, tutti i giorni dalle 9 alle 13, al Centro Isola del Tesoro: tel. 0532 207894-241365.

tag:

COMUNE DI FERRARA


PAESE REALE

di Piermaria Romani

PROVE TECNICHE DI IMPAGINAZIONE

Top Five del mese
I 5 articoli di Periscopio più letti negli ultimi 30 giorni

05.12.2023 – La manovra del governo Meloni toglie un altro pezzo a una Sanità Pubblica già in emergenza, ma lo sciopero di medici e infermieri non basterà a salvare il SSN

16.11.2023 – Lettera aperta: “L’invito a tacere del Sindaco di Ferrara al Vescovo sui Cpr è un atto grossolano e intollerabile”

04.12.2023 – Alla canna del gas: l’inganno mortale del “mercato libero”

14.11.2023 – Ferrara, la città dei fantasmi

07.12.2023 – Un altro miracolo italiano: San Giuliano ha salvato Venezia

La nostra Top five
I
 5 articoli degli ultimi 30 giorni consigliati dalla redazione

1
2
3
4
5

Pescando un pesce d’oro
5 titoli evergreen dall’archivio di 50.000 titoli  di Periscopio

1
2
3
4
5

Caro lettore

Dopo molti mesi di pensieri, ripensamenti, idee luminose e amletici dubbi, quello che vi trovate sotto gli occhi è il Nuovo Periscopio. Molto, forse troppo ardito, colorato, anticonvenzionale, diverso da tutti gli altri media in circolazione, in edicola o sul web.

Se già frequentate  queste pagine, se vi piace o almeno vi incuriosisce Periscopio, la sua nuova veste grafica e i nuovi contenuti vi faranno saltare di gioia. Non esiste in natura un quotidiano online con il coraggio e/o l’incoscienza di criticare e capovolgere l’impostazione classica di questo “il giornale” un’idea (geniale) nata 270 anni fa, ma che ha introdotto  dei codici precisi rimasti quasi inalterati. Nemmeno la rivoluzione digitale, la democrazia informava, la nascita della Rete, l’esplosione dei social media, hanno cambiato di molto le testate giornalistiche, il loro ordine, la loro noia.

Tanto che qualcuno si è chiesto se ancora servono, se hanno ancora un ruolo e un senso i quotidiani.  Arrivano sempre “dopo la notizia”, mettono tutti lo stesso titolo in prima pagina, seguono diligentemente il pensiero unico e il potente di turno, ricalcano in fotocopia le solite sezioni interne: politica interna, esteri, cronaca, economia, sport…. Anche le parole sembrano piene di polvere, perché il linguaggio giornalistico, invece di arricchirsi, si è impoverito.  Il vocabolario dei quotidiani registra e riproduce quello del sottobosco politico e della chiacchiera televisiva, oppure insegue inutilmente la grande nuvola confusa del web.

Periscopio propone un nuovo modo di essere giornale, di fare informazione. di accostare Alto e Basso, di rapportarsi al proprio pubblico. Rompe compartimenti stagni delle sezioni tradizionali di quotidiani. Accoglie e dà riconosce uguale dignità a tutti i generi e tutti linguaggi: così in primo piano ci può essere una notizia, un commento, ma anche una poesia o una vignetta.  Abbandona la rincorsa allo scoop, all’intervista esclusiva, alla firma illustre, proponendo quella che abbiamo chiamato “informazione verticale”: entrare cioè nelle  “cose che accadono fuori e dentro di noi”, denunciare Il Vecchio che resiste e raccontare Il Nuovo che germoglia, stare dalla parte dei diritti e denunciare la diseguaglianza che cresce in Italia e nel mondo. .

Con il quotidiano di ieri, così si diceva, oggi ci si incarta il pesce. Non Periscopio, la sua “informazione verticale” non invecchia mai e dal nostro archivio di quasi 50.000 articoli (disponibile gratuitamente) si pescano continuamente contenuti utili per integrare le ultime notizie uscite. Non troverete mai, come succede in quasi tutti i quotidiani on line,  le prime tre righe dell’articolo in chiaro… e una piccola tassa per poter leggere tutto il resto.

Sembra una frase retorica ma non lo è: “Periscopio è un giornale senza padrini e senza padroni”. Siamo orgogliosamente antifascisti, pacifisti, nonviolenti, femministi, ambientalisti. Crediamo nella Sinistra (anche se la Sinistra non crede più a se stessa), ma non apparteniamo a nessuna casa politica, non fiancheggiamo nessun partito e nessun leader. Anzi, diffidiamo dei leader e dei capipopolo, perfino degli eroi. Non ci piacciono i muri, quelli materiali come  quelli immateriali, frutto del pregiudizio e dell’egoismo. Ci piace “il popolo” (quello scritto in Costituzione) e vorremmo cancellare “la nazione”, premessa di ogni guerra e  di ogni violenza.

Periscopio è quindi un giornale popolare, non nazionalpopolare. Un quotidiano “generalista”,  scritto per essere letto da tutti (“quelli che hanno letto milioni di libri o che non sanno nemmeno parlare” F. De Gregori), da tutti quelli che coltivano la curiosità, e non dalle elites, dai circoli degli addetti ai lavori, dagli intellettuali del vuoto e della chiacchiera.

Periscopio è  proprietà di un azionariato diffuso e partecipato, garanzia di una gestitone collettiva e democratica del quotidiano. Si finanzia, quindi vive, grazie ai liberi contributi dei suoi lettori amici e sostenitori. Accetta e ospita sponsor ed inserzionisti solo socialmente, eticamente e culturalmente meritevoli.

Nato quasi otto anni fa con il nome Ferraraitalia già con una vocazione glocal, oggi il quotidiano è diventato: Periscopio naviga già in mare aperto, rivolgendosi a un pubblico nazionale e non solo. Non ci dimentichiamo però di Ferrara, la città che ospita la redazione e dove ogni giorno si fabbrica il giornale. e Ferraraitalia continua a vivere dentro Periscopio all’interno di una sezione speciale, una parte importante del tutto. 
Oggi Periscopio ha oltre 320.000 lettori, ma vogliamo crescere e farsi conoscere. Dipenderà da chi lo scrive ma soprattutto da chi lo legge e lo condivide con chi ancora non lo conosce. Per una volta, stare nella stessa barca può essere una avventura affascinante.  Buona navigazione a tutti.

Tutti i contenuti di Periscopio, salvo espressa indicazione, sono free. Possono essere liberamente stampati, diffusi e ripubblicati, indicando fonte, autore e data di pubblicazione su questo quotidiano.

Francesco Monini
direttore responsabile


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it