Skip to main content

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Convegno internazionale il 2 e 3 dicembre

‘L’Europa romanza’, a confronto i maggiori studiosi di lingue minoritarie

01-12-2015

Sarà dedicato alle lingue minoritarie in Europa il convegno internazionale che nel pomeriggio di mercoledì 2 e nella mattinata di giovedì 3 dicembre vedrà riuniti a Ferrara, alla biblioteca Ariostea, i maggiori studiosi in materia. L’appuntamento, dal titolo ‘L’Europa romanza. Identità, diritti linguistici e letteratura’ è a cura di Monica Longobardi, docente di Filologia Romanza dell’Università di Ferrara.

 

LA SCHEDA a cura degli organizzatori

I maggiori studiosi di politica delle lingue minoritarie in Europa si riuniscono a Ferrara in un convegno internazionale organizzato dalla cattedra di Filologia Romanza (prof.ssa Monica Longobardi). Si parlerà di catalano, galego, occitanico, di colonie alloglotte in Italia, ma anche di rumeno e d’italiano. Quali sono state e saranno le sorti di lingue di cultura che la storia e la politica non hanno favorito? Il riconoscimento di “lingue ufficiali” nella Comunità Europea ne garantisce una piena rappresentanza, e, in definitiva, la sopravvivenza nel patrimonio linguistico e culturale europeo, dominato da paesi egemoni che pilotano una costante marginalizzazione?

 

Convegno Internazionale

‘L’Europa romanza. Identità, diritti linguistici e letteratura’

Programma:

2 dicembre, ore 15 (Biblioteca Ariostea, Sala Riminaldi)

Introduzione di M. Longobardi

15. 30 J-M. Klinkenberg, ‘Grandes langues’ et langues minoritaires: deux politiques linguistiques ?

16. 10 G. Russo, I trovatori come fondamento dell’identità occitana : la linea Jaufré Rudel-Jean de Nostredame- Frédéric Mistral

16. 50 C. Robustelli, Promozione e sviluppo della diversità linguistica d’Europa, due obiettivi fondanti dell’EFNIL

17. 30 G. Agresti, L’identità linguistico-culturale di Faeto e Celle di San Vito, tra francoprovenzale e occitano

 

3 dicembre, ore 9.30 (Biblioteca Ariostea, Sala Agnelli)

9. 30 G. Kremnitz, Les tensions actuelles entre la Catalogne et l’Espagne. Une crise qui aurait pu être évitée

10. 10 F. Fernández Rei, Situación da lingua galega desde 1963 á actualidade

10. 50 C. Alén Garabato, L’occitan en France au XXIe siècle : norme(s), usages,

représentations et perspectives d’avenir

Pausa

11. 50 A. Andreose: Comunità di lingua romena al di fuori della Romania

12. 30 H. Sheeren, L’intercompréhension: une solution pour l’avenir des langues? Quelques pistes didactiques

13. 10 Conclusioni: M. Longobardi

 

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Mercoledì 2 dicembre alle 17 appuntamento con la Compagnia del libro

In memoria di Pier Paolo Pasolini, ‘l’ultimo scrittore sociale’

01-12-2015

A quarant’anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, la Compagnia del libro propone un excursus tra le opere dell’‘ultimo scrittore sociale’ italiano. L’appuntamento, a cura di Matteo Pazzi, è per mercoledì 2 dicembre alle 17 nella sala Agnelli della biblioteca Ariostea. In programma interventi di Alberto Amorelli, Andrea Antolini, Andrea Moretti, Linda Morini e Alessandro Tagliati. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’associazione culturale Il Gruppo del Tasso di Ferrara.
LA SCHEDA a cura degli organizzatori
I corsari della Compagnia del Libro (cfr. Scritti corsari di Pasolini) hanno deciso di assaltare la magnifica e indipendente caravella di Pier Paolo Pasolini. Le usuali armi dei nostri baldi corsari: amore per i libri e la letteratura, miglia marine di coraggio, oceani di passione e spensieratezza.
Quarant’anni fa, la notte fra il 1 e 2 novembre 1975, Pier Paolo Pasolini venne ucciso all’ idroscalo di Ostia. Un omicidio oscuro mai chiarito fino in fondo, epilogo nefasto del più grande, forse, libero pensatore del secondo Novecento italiano. A quattro decenni dalla morte la Compagnia del libro propone un breve viaggio all’ interno della poesia, della letteratura, della saggistica e della cinematografia di Pasolini. Vista la complessità dell’opera pasoliniana si proporranno piccoli spunti di riflessione e alcuni rapidi suggerimenti di lettura.
Pier Paolo Pasolini: un uomo scomodo, controcorrente, libero. Un grande italiano dimenticato troppo in fretta.

 

BIBLIOTECA BASSANI – Mercoledì 2 dicembre alle 17 letture per bambini dai 4 ai 10 anni

‘Profumo di neve’ nell”ora del racconto’ per i più piccoli

01-12-2015

Nuovo appuntamento mercoledì 2 dicembre alle 17 alla biblioteca comunale Bassani di Barco (via Grosoli 42) con ‘L’ora del racconto’, letture per bambini dai 4 ai 10 anni, che per il mese di dicembre avranno come tema ‘Profumo di neve’. Ilaria Fantini presenterà i racconti ‘Babbo Natale e il micino’ (di Jutta Gorschlüter) e ‘Olivia e il Natale’ ( di Ian Falconer).

 

ASSESSORATO PARI OPPORTUNITA’ – Fino a domenica 6 dicembre letture di brani sui bus cittadini delle linee 6 e 11

La città celebra un simbolo dell’uguaglianza con l’iniziativa “Il rifiuto di Rosa Parks”

01-12-2015

Il primo dicembre 1955 a Montgomery in Alabama si verificò un momento cardine della lotta contro il razzismo e la discriminazione: Rosa Parks, una cittadina di colore, si rifiutò di alzarsi dal posto in bus riservato esclusivamente alla popolazione bianca e per questo motivo venne denunciata e arrestata. Si intitola “Il rifiuto di Rosa Parks” ed è realizzata dal Comune di Ferrara/Assessorato Pari Opportunità su proposta di MibacT, Miur e Anci in concertazione con Unar, l’iniziativa che vuole ricordare l’episodio in programma a Ferrara da oggi (martedì 1 dicembre) a domenica 6 dicembre sui bus cittadini delle linee 6 e 11. In orari diversi alcuni lettori proporranno ai viaggiatori brani che narrano proprio la vicenda di Rosa, una donna come tante che è diventata un simbolo di uguaglianza, e di altre persone che hanno creduto e tuttora credono nella lotta per il riconoscimento dei diritti a tutti gli individui. In queste giornate saranno inoltre coinvolte in attività educative finalizzate alla diffusione di una cultura di integrazione, di accoglienza e rispetto delle differenze anche numerose scuole della città.

Da quell’episodio in Alabama dell’1 dicembre 1955 ebbe inizio la protesta pacifica tramite il boicottaggio dei mezzi di trasporto, preferendo qualsiasi altro mezzo, anche l’andare a piedi, pur di non usufruire degli autobus. Questa protesta causò danni finanziari importanti alla ditta, che rischiò il fallimento per mancato introito e portò, nel 1956, la Corte Suprema a dichiarare incostituzionale la segregazione razziale sui mezzi di trasporto. Il sacerdote che fu sempre al fianco di Rosa Parks, Martin Luther King, benedisse il boicottaggio e si fece promotore della campagna per il riconoscimento dei diritti dei neri.

ASSESSORATO ALLA CULTURA – Martedì 8 dicembre 2015 ore 21 al Teatro Nuovo di Ferrara

“Taci Nives”, i vent’anni di spettacolo con Andrea Poltronieri a favore dell’associazione Giulia

01-12-2015

 

Si è svolta questa mattina, martedì 1 dicembre nella sala degli Arazzi della residenza municipale, una conferenza stampa per presentare “Taci Nives”, lo spettacolo del musicista Andrea Poltronieri, in programma al teatro Nuovo di Ferrara il prossimo 8 dicembre alle 21, i cui proventi verranno devoluti in beneficenza a favore dell’associazione Giulia. Accanto all’assessore alla Cultura e vicesindaco Massimo Maisto, per illustrare la serata benefica sono intervenuti Andrea Poltronieri, l’autore dello spettacolo Demetrio Pedace insieme a Roberta Marella, il presidente dell’associazione Giulia Michele Grassi e il titolare del Teatro Nuovo Giovanni Di Matteo.

 

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – foto di Isabella Gandolfi

 

Quest’anno ricorrono i vent’anni di carriera artistica di Andrea Poltronieri. Un traguardo importante, che ha portato l’artista ferrarese a l’ideazione di un tour teatrale, nasce così lo spettacolo “Taci Nives!”.

Nives è uno dei suoi personaggi più fortunati, impersona l’anima di Andrea “divertita” e “ironica”, che negli ultimi anni ha sempre di più caratterizzato le sue performance. A teatro vedremo un Andrea più “musicista”, concentrato sulla sua prima e imprescindibile passione: l’arte della musica.

Per questo, almeno per una volta, la Nives dovrà un po’ “stare zitta”, e lasciare al “musicista Poltronieri” lo spazio necessario per esprimersi.

Sul palco del Teatro Nuovo martedì 8 dicembre alle ore 21 con lui ci sarà l’attrice Roberta Marrelli e la sua band composta da otto elementi di grande talento (batteria, basso, pianoforte, chitarra, voce, viola, violoncello, violino) con cui Andrea deciderà le canzoni e ricorderà pezzi importanti del suo passato. Sarà per lui una ghiotta occasione per raccontare aneddoti che pochi conoscono ed episodi di una vita artistica che lo ha visto suonare accanto a mostri sacri della musica italiana come Gli Stadio, Lucio Dalla, Pino Daniele, la musica sarà la protagonista dello spettacolo.

Il grande cuore di Andrea Poltronieri ha scelto l’ Associazione di Volontariato Giulia Onlus per il debutto di questo spettacolo unico nel suo genere. La serata di beneficenza vedrà devolvere i proventi per sostenere la “mission” che da tanti anni promuove l’ Associazione Giulia: i progetti di “Oncologia Pediatrica e Psico-Oncologia Pediatrica ” all’interno dell’ Ospedale S.Anna di Cona per essere sempre al fianco dei piccoli malati e delle loro famiglie. Il prezzo dei biglietti è 20 euro Platea, 15 euro Galleria

 

 

 

Organizzazione a cura dell’Associazione Giulia – Michele Grassi cell. 338 4573685

E-mail: michele.grassi@lyb.com oppure michele.grassi@lyondellbasell.com

 

 Ph: Isabella Gandolfi

ASSESSORATO ALLO SPORT – Martedì 8 dicembre dalle 9 fino a tarda serata al Palasport

Il “Trofeo Low Cost Easy Dance” di danza sportiva fa nuovamente tappa a Ferrara

01-12-2015

Si è svolta in mattinata (martedì 1 dicembre) nella residenza municipale, la presentazione del “Trofeo Low Cost Easy Dance” di danza sportiva, in programma al Pala Hilton Pharma il prossimo martedì 8 dicembre dalle 9 fino a tarda serata. L’appuntamento è organizzato da Sfefan Green e Adriana Sigona e arriva a Ferrara per il secondo anno consecutivo.

La danza sportiva, rappresentata in italia dalla FIDS, Federazione olimpica riconosciuta dal CONI dal 1997, è un’attività sportiva a tutti gli effetti che offre un valore aggiunto alla tradizione (anche italiana) del ballo di coppia. Il progetto “Low cost” prevede una serie di dieci competizioni tutte dislocate in territorio italiano e organizzate secondo canoni ben precisi: una quota di iscrizione calmierata per gli atleti per agevolare la pratica sportiva, ingresso gratuito per il pubblico e la possibilità di creare momenti di ‘turismo sportivo’ in quanto le competizioni si tengono in importanti città d’arte. Oltre Ferrara le competizioni si svolgeranno infatti a Senigallia, Prato, Sommacampagna, Trento, Venezia, Faenza, Bologna, Budrio con finale a Pieve di Cento.

All’incontro di presentazione erano presenti l’assessore comunale allo Sport Simone Merli e l’organizzatore dell’evento Stefan Green.

“Questa è una manifestazione assolutamente da sostenere anche in futuro. – ha affermato l’assessore Simone Merli – Già nell’edizione dello scorso anno ha infatti dimostrato di sapere coniugare l’aspetto spettacolare con quello sportivo e turistico. I numerosi partecipanti accorsi per gareggiare e il folto pubblico che ha fatto da contorno sugli spalti del Palasport sono infatti elementi che insieme possono determinare una ricaduta importante sulla nostra città”.
TROFEO LOW COST FERRARA (comunicato a cura degli organizzatori)

Al Palasport di Ferrara, martedì 8 dicembre 2015 con organizzatori: Stefan Green e Adriana Sigona

• Oltre 40 giudici Italiani e altri 10 giudici ospiti Internazionali (Nuova Zelanda, Georgia, Svezia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lettonia, Spagna, Finlandia, Svizzera, Ucraina) saranno presenti in veste ufficiale;

• Il Comune di Ferrara ci ha concesso il Patrocinio per questo evento nell’ottica di crescerla negli anni futuri;

• Sono attesi, fra tutti i competitori ben 4 coppie che si sono giudicati Campioni del Mondo:

– Benedetto Ferruggia e Claudia Kohler (Germania): 3 volte Campioni del Mondo Amatori Standard e Campioni del Mondo Professionisti Standard 2015

– Gabriele Goffredo e Anna Matus (Moldova): Campioni del Mondo 2015 Amatori Latino Americane – Saverio Loria e Zeudi Zanetti (Italy): 2 volte Campioni del Mondo Showdance • Giacomo Lucchese e Francesca Berardi (Italy): Campioni del Mondo Showdance 2014

• Attendiamo oltre 800 atleti a gareggiare da tutta Italia e dal tutto il mondo. Si ha confermato una coppia addirittura Australiana;

• I vari alberghi, ristoranti e campeggi saranno invasi da appassionati della danza sportiva;

• Le gare piu’ importanti (l’Over 16 Standard, Over 16 Latin, e Professionisti Standard) vedranno ballare coppie di altissimo livello, tra quali finalisti e semi finalisti ai campionati del mondo.

Gli organizzatori: Stefan e Adriana, neozelandese lui e sicilana ma residente a Ferrara lei, sono competitori di alto livello anche loro stessi, avendo raggiunto 7 volte i finali dei campionati del mondo (vuole dire nelle prime sei coppie al mondo) nelle loro specialità – latino americane e Showdance.

La storia della gara:

• Il progetto “Low Cost” vede competitori pagare una quota d’iscrizione minima e il pubblico entragratuitamente – cosi per divulgare la danza sportiva e permettere ai “competitori della domenica” di gareggiare in competizioni ben organizzate senza spendere piu’ del dovuto.

• Il 1° Trofeo Low Cost è stato tenuto a Molinella (BO) nel 2009 è ha visto la partecipazione di 150 coppie competitive.

• Da anno in anno, le gare sono cresciute e le coppie partecipanti pure: nella stagione 2013-2014 ci sono 10 gare Low Cost dislocate sul territorio nazionale e quest’anno a Ferrara attendiamo oltre 450 coppie partecipanti.

• Il Trofeo Low Cost Ferrara 2014 ha visto il Pala Hilton Pharma “gremito” (cit. La Nuova Ferrara) tutto il giorno e grande entusiasmo dal pubblico Ferrarese e non.

ARCHIVIO STORICO COMUNALE – Mercoledì 2 dicembre alle 17 in via Giuoco del Pallone

Conversazione su “Misurare la terra: l’estimo dei borghi ferraresi del 1494”

01-12-2015

Mercoledì 2 dicembre alle 17, nella sede dell’Archivio Storico comunale (via Giuoco del pallone 8), per il ciclo ‘Testo e Contesto’ Franco Cazzola (Università di Bologna), Riccardo Dalla Negra e Marco Zuppiroli (Università di Ferrara) interverranno su “Misurare la terra: l’estimo dei borghi ferraresi del 1494”. Il ciclo – a cura dell’associazione Amici della Biblioteca Ariostea in collaborazione con il corso di Laurea in Scienze filosofiche e dell’Educazione dell’Università di Ferrara –  intende promuovere una serie di incontri volti a fornire strumenti per la conoscenza della storia del libro e del patrimonio manoscritto e librario della biblioteca Ariostea.

LA SCHEDA  (a cura degli organizzatori) – Verrà presentato un codice manoscritto pergamenaceo classificato come Libro dell’antico estimo dei Borghi. Questo codice, compilato nel 1494, ha la natura di un catasto particellare, nel quale sono rilevati proprietari, confini, misure e caratteristiche agronomiche e oneri reali gravanti su ogni particella di ognuno dei 7 borghi che circondavano la città a quel tempo (Mizzana, Perlo S. Guglielmo, Pioppa, Misericordia, S. Luca e S. Giacomo). Si tratta di un territorio vasto, fatto di orti, campi coltivati, vigneti ed anche valli ed incolti, assoggettati ad un regime fiscale distinto dall’estimo cittadino e dalla restante campagna. Già studiato quarant’anni orsono da Francesca Bocchi, l’Estimo dei borghi è stato oggi oggetto di nuove indagini, particolarmente interessanti dal punto di vista della storia urbana di Ferrara, dal momento che l’antico borgo di S. Guglielmo venne incorporato poco dopo nella città da Ercole I d’Este con la sua Addizione.

 

OSSERVATORIO ADOLESCENTI – Giovedì 3 dicembre dalle 14.30 alle 18 a palazzo Bonacossi

Seminario di approfondimento e presentazione della ricerca “Il futuro degli adolescenti, gli adolescenti del futuro”

01-12-2015

Mira a rilevare i trend e i comportamenti dei giovani ferraresi, attraverso la percezione di sé e la prefigurazione del proprio futuro all’epoca della crisi economica e sociale, l’ultima indagine prodotta dall’Osservatorio Adolescenti dell’assessorato ai Giovani del Comune di Ferrara dal titolo “Il futuro degli adolescenti, gli adolescenti del futuro”. La ricerca sarà illustrata giovedì 3 dicembre dalle 14.30 alle 18 a palazzo Bonacossi (via Cisterna del Follo 5)nell’ambito di un seminario dedicato all’approfondimento dell’universo adolescenziale.

Compiuto su un campione di 761 quindicenni coinvolti grazie alla collaborazione con le Pediatrie di Comunità dell’AUSL di Ferrara, il lavoro offre diversi e interessanti spunti di riflessione sul ruolo che la società attuale in tutte le sue forme istituzionali ha sulla percezione di sé e sulla capacità di proiettarsi nel futuro che hanno i giovanissimi, connotandosi come un documento interessante di lavoro per il tavolo tecnico adolescenza provinciale neo costituito su indicazioni della Regione Emilia Romagna.
Tenendo conto dell’attualità e dell’importanza del tema, ma anche il lavoro di ricerca e di progettazione che da anni il Servizio Giovani del Comune di Ferrara svolge a favore dei giovani, l’Assessore a Cultura, Turismo e Giovani e Vicesindaco Massimo Maisto ha ritenuto utile e opportuno realizzare per la città questo momento di confronto e aggiornamento. La prima parte del pomeriggio sarà dedicata alla riflessione e all’analisi dei recentissimi dati sulla percezione del futuro da parte degli adolescenti con una tavola rotonda di approfondimento costituita dagli esperti, con professionalità diverse, che nella nostra provincia lavorano da anni con i giovani:Paola Castagnotto, Sabina Tassinari, Monica Mascellani, Michele Franchi, Luisa Garofani, Laura Lepore, Alberto Urro. Nella seconda parte interverrà Stefano Laffi, ricercatore sociale sui temi adolescenziali, affermato autore del saggio “La congiura contro i giovani”. Tutto il pomeriggio, “varato” dal Vicesindaco del Comune di Ferrara e dal Direttore Generale dell’AUSL, sarà moderato dalla referente regionale dell’Ufficio Politiche per l’infanzia e l’adolescenza Mariateresa Paladino. L’iniziativa sarà formativa ma anche stimolante per tutti coloro che si occupano in questo territorio di giovani e che hanno sempre dimostrato grande competenza e motivazione all’aggiornamento e all’innovazione.
Il seminario è aperto a tutti ed è certificato ECM per operatori sanitari e OASER per assistenti sociali.

 

(Testo a cura dell’Osservatorio Adolescenti/Assessorato ai Giovani del Comune di Ferrara)

CONFERENZA STAMPA – Giovedì 3 dicembre alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale

Presentazione delle iniziative del Natale della zona Giardino

01-12-2015

Giovedì 3 dicembre alle 11.30 nella sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà una conferenza stampa di presentazione delle iniziative del Natale della zona Giardino, che culmineranno con la realizzazione di un mercatino di Natale in piazza XXIV Maggio, promosse dall’associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara.

All’incontro con i giornalisti interverranno gli assessori comunali Aldo Modonesi e Roberto Serra e il presidente dell’associazione Strada dei vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara Sante Baldini.

 

 

VIABILITA’ – Provvedimenti in vigore giovedì 3 dicembre dalle 20 al termine del corteo

Modifiche al traffico per la manifestazione podistica “Run 4 you run 4 fun”

01-12-2015

Giovedì 3 dicembre, dalle 20 fino al termine della manifestazione podistica “Run 4 you run 4 fun”, organizzata dal punto vendita Decathlon, sarà in vigore una sospensione momentanea della circolazione per tutti i veicoli per il tempo strettamente necessario al transito del corteo nelle seguenti zone della città: piazza Castello (partenza), Largo Castello, Corso Ercole I D’Este, Mura Porta degli Angeli sino al torrione di San Giovanni, Corso Porta Mare, piazza Ariostea, via Palestro, via Bersaglieri del Po, via Canonica, piazza Trento Trieste, Corso Martiri della Libertà, piazza Savonarola, piazza Castello (arrivo).

GIUNTA COMUNALE – Le principali delibere approvate nella seduta dell’1 dicembre 2015

Restauro di Palazzo Massari, nuove intitolazioni di vie, progetto ‘Legalità diffusa’ e valorizzazione commerciale del centro storico

01-12-2015

Queste le principali delibere approvate nella riunione della Giunta comunale di martedì 1 dicembre:

 

Assessorato ai Lavori Pubblici e Mobilità, Sicurezza Urbana, Protezione civile, assessore Aldo Modonesi:

Per il complesso di Palazzo Massari un’ampia opera di restauro e rinnovamento museale

Prevede una rilettura generale dell’intero complesso di palazzo Massari e palazzina Cavalieri di Malta il progetto preliminare per il restauro, l’adeguamento funzionale e il nuovo allestimento della struttura museale comunale che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta.

A seguito degli eventi sismici del maggio 2012, il complesso è stato dichiarato inagibile e svuotato di tutte le sue opere artistiche, a causa di lesioni che hanno peggiorato una situazione di deterioramento già esistente. Il progetto, redatto dal Servizio Beni Monumentali del Comune di Ferrara con la collaborazione esterna dell’arch. Antonio Ravalli, comprende quindi un complessivo restauro architettonico, impiantistico, funzionale e museale delle strutture, nell’ottica di una ottimizzazione dei percorsi espositivi mirata a migliorare la fruizione degli spazi da parte dei visitatori.

Il progetto comprende due lotti, il primo dei quali, relativo al ‘Miglioramento Sismico del complesso’, avrà un costo di 2.600.000 euro, finanziato per la quota di 1.600.000 euro con fondi regionali per le opere danneggiate dal sisma del 2012 e per la quota restante con parte dei rimborsi assicurativi ricevuti dall’Amministrazione Comunale, sempre per i danni da sisma. La finalità di questo intervento è quella di ottenere un consolidamento strutturale ottimale nel rispetto della storicità dei fabbricati. Oltre agli interventi strutturali sulle coperture, sugli impalcati dei vari piani e sulle murature interne, saranno coinvolte anche le murature esterne, per saldare varie lesioni verticali che portano a prevedere operazioni di restauro dei paramenti murari delle facciate di entrambi i palazzi monumentali, prospicienti corso Porta Mare e via Borso. Al momento è in corso di elaborazione il progetto esecutivo, che dovrà essere consegnato alla Regione, entro la fine dell’anno in corso. Seguirà la gara d’appalto, l’accantieramento e l’inizio dei lavori che avranno la durata di circa un anno.

Il secondo lotto di lavori, che sarà realizzato in cinque stralci e distribuito nel corso di più annualità consecutive, si concretizzerà, invece, nella realizzazione di opere di restauro e di adeguamento impiantistico, oltre che nella ottimizzazione dei percorsi espositivi del complesso museale. Il tutto per un costo complessivo di 9.553.629 euro, che sarà finanziato con fondi regionali, del Programma speciale d’area e comunali.

 

Assessorato alla Cultura, Turismo, Giovani e Personale, vicesindaco Massimo Maisto:

Commissione Toponomastica: scelti i nomi di due nuove vie e approvata l’apposizione di due lapidi

Sarà intitolata alla ‘protagonista dell’antirazzismo’ Rosa Parks (1913 – 2005) la via che da piazzale Vittime Innocenti delle mafie conduce a via C. Gargioni. La proposta, avanzata dalla Commissione per la Toponomastica e le pubbliche onoranze, è stata approvata oggi dalla Giunta, assieme a quella relativa all’intitolazione a Renzo Nardi (1920-1944 – Partigiano) della strada che da via Arginone termina a fondo chiuso.

Approvata anche l’apposizione di una targa in plexiglas trasparente sulla facciata di Casa Biagio Rossetti con l’iscrizione: “Casa di Biagio Rossetti 1490-1502 – Architetto della Corte Estense”. Mentre nell’atrio di Palazzo Bevilacqua Costabili sarà apposta una lapide in marmo a ricordo del prof. Gaetano Boschi, con la dicitura: “Questo Palazzo già Bevilacqua – Costabili, fu acquistato nel 1930 dal Prof. Gaetano Boschi e dalla consorte Contessa Maria Giglioli, di antica famiglia ferrarese e divenne la loro dimora fino al 1961. Il Prof Gaetano Boschi (1882- 1969) fu neuropsichiatra di fama internazionale, candidato al Premio Nobel, rettore dell’Università di Modena, Umanista. Membro d’onore dell’Accademia dei Virtuosi al Pantheon, medaglia d’oro al merito della Cultura, medaglia d’oro al merito della Salute Pubblica, Presidente Onorario di numerose società scientifiche italiane e straniere”.

 

Assessorato alla Sanità, Servizi alla Persona, Politiche Familiari, assessore Chiara Sapigni:

Arci Ferrara partner del Comune per il progetto ‘Legalità diffusa’

Sarà l’Aps Arci Ferrara ad affiancare l’Amministrazione comunale nella co-progettazione e gestione del progetto ‘Legalità diffusa’ che punta a mantenere alta l’attenzione dei cittadini, e soprattutto dei più giovani, sul tema della penetrazione nel territorio della criminalità organizzata e delle mafie. L’individuazione del soggetto partner è avvenuta tramite una procedura pubblica di selezione attivata dal Comune nello scorso mese di agosto e rivolta ad organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale.

Per la realizzazione del progetto il Comune ha ricevuto dalla Regione Emilia Romagna un contributo di 13mila euro, cui sarà sommato un cofinanziamento comunale di 9mila euro composto da spese di personale interno all’ente e spese di utilizzo di sale comunali.

Oltre all’organizzazione della sesta edizione della ‘Festa della Legalità e della Responsabilità’, nel progetto sarà inserita anche la realizzazione di iniziative di teatro-forum sulla legalità e la responsabilità civica; l’organizzazione di laboratori di sensibilizzazione alla nonviolenza e la presentazione della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati in ambito scolastico.

 

Assessorato al Commercio, Semplificazione Amministrativa, Servizi Informatici, Patrimonio, assessore Roberto Serra

Candidato a finanziamenti progetto per la valorizzazione commerciale delle vie Carlo Mayr, Saraceno e Mazzini

Prevede una collaborazione tra Amministrazione Comunale, Ascom – Confcommercio Ferrara e Confesercenti Ferrara l’attuazione del “Progetto di riqualificazione e valorizzazione commerciale delle vie Carlo Mayr, Saraceno e Mazzini” che sarà candidato all’assegnazione dei contributi della legge regionale 41/97 per la qualificazione dei centri commerciali naturali. Il testo della convenzione, che sarà sottoscritta dai tre partner, è stato approvato stamani dalla Giunta comunale e conferma l’intento del progetto di sostenere il ruolo del commercio e dell’attività di servizi per la valorizzazione complessiva del Centro storico di Ferrara, al fine di incrementarne l’attrattività per i flussi turistici e migliorare il livello di vivibilità per residenti e visitatori. La realizzazione del progetto avrà un costo 45.868 euro.

 

Assessorato al Decentramento e Sport, assessore Simone Merli:

Sostegno ad associazioni ed enti del territorio per iniziative a favore dei cittadini

E’ di 9.950 euro la somma dei contributi comunali che saranno erogati a sei associazioni ed enti vari del territorio per iniziative ed attività a favore dei cittadini. I fondi andranno in particolare al Comitato “Insieme per la qualità della vita” di Barco (4.000 euro); all’associazione “Gli Amici del Carnevale” di Ravalle (800 euro); al centro di promozione sociale la Scuola di Montalbano (1.000 euro); alla Pro Loco di Francolino (700 euro); al centro di promozione sociale Borgo del Passo Vecchio (2.500 euro) e al centro sociale ricreativo culturale Rivana Garden (900 euro).

 

 

Le delibere approvate nel corso delle sedute della Giunta comunale vengono pubblicate nei giorni successivi, con le modalità e nei termini di legge, sulle pagine internet dell’Albo Pretorio on line del Comune di Ferrara all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=1818

tag:

COMUNE DI FERRARA


PAESE REALE

di Piermaria Romani

PROVE TECNICHE DI IMPAGINAZIONE

Top Five del mese
I 5 articoli di Periscopio più letti negli ultimi 30 giorni

05.12.2023 – La manovra del governo Meloni toglie un altro pezzo a una Sanità Pubblica già in emergenza, ma lo sciopero di medici e infermieri non basterà a salvare il SSN

16.11.2023 – Lettera aperta: “L’invito a tacere del Sindaco di Ferrara al Vescovo sui Cpr è un atto grossolano e intollerabile”

04.12.2023 – Alla canna del gas: l’inganno mortale del “mercato libero”

14.11.2023 – Ferrara, la città dei fantasmi

07.12.2023 – Un altro miracolo italiano: San Giuliano ha salvato Venezia

La nostra Top five
I
 5 articoli degli ultimi 30 giorni consigliati dalla redazione

1
2
3
4
5

Pescando un pesce d’oro
5 titoli evergreen dall’archivio di 50.000 titoli  di Periscopio

1
2
3
4
5

Caro lettore

Dopo molti mesi di pensieri, ripensamenti, idee luminose e amletici dubbi, quello che vi trovate sotto gli occhi è il Nuovo Periscopio. Molto, forse troppo ardito, colorato, anticonvenzionale, diverso da tutti gli altri media in circolazione, in edicola o sul web.

Se già frequentate  queste pagine, se vi piace o almeno vi incuriosisce Periscopio, la sua nuova veste grafica e i nuovi contenuti vi faranno saltare di gioia. Non esiste in natura un quotidiano online con il coraggio e/o l’incoscienza di criticare e capovolgere l’impostazione classica di questo “il giornale” un’idea (geniale) nata 270 anni fa, ma che ha introdotto  dei codici precisi rimasti quasi inalterati. Nemmeno la rivoluzione digitale, la democrazia informava, la nascita della Rete, l’esplosione dei social media, hanno cambiato di molto le testate giornalistiche, il loro ordine, la loro noia.

Tanto che qualcuno si è chiesto se ancora servono, se hanno ancora un ruolo e un senso i quotidiani.  Arrivano sempre “dopo la notizia”, mettono tutti lo stesso titolo in prima pagina, seguono diligentemente il pensiero unico e il potente di turno, ricalcano in fotocopia le solite sezioni interne: politica interna, esteri, cronaca, economia, sport…. Anche le parole sembrano piene di polvere, perché il linguaggio giornalistico, invece di arricchirsi, si è impoverito.  Il vocabolario dei quotidiani registra e riproduce quello del sottobosco politico e della chiacchiera televisiva, oppure insegue inutilmente la grande nuvola confusa del web.

Periscopio propone un nuovo modo di essere giornale, di fare informazione. di accostare Alto e Basso, di rapportarsi al proprio pubblico. Rompe compartimenti stagni delle sezioni tradizionali di quotidiani. Accoglie e dà riconosce uguale dignità a tutti i generi e tutti linguaggi: così in primo piano ci può essere una notizia, un commento, ma anche una poesia o una vignetta.  Abbandona la rincorsa allo scoop, all’intervista esclusiva, alla firma illustre, proponendo quella che abbiamo chiamato “informazione verticale”: entrare cioè nelle  “cose che accadono fuori e dentro di noi”, denunciare Il Vecchio che resiste e raccontare Il Nuovo che germoglia, stare dalla parte dei diritti e denunciare la diseguaglianza che cresce in Italia e nel mondo. .

Con il quotidiano di ieri, così si diceva, oggi ci si incarta il pesce. Non Periscopio, la sua “informazione verticale” non invecchia mai e dal nostro archivio di quasi 50.000 articoli (disponibile gratuitamente) si pescano continuamente contenuti utili per integrare le ultime notizie uscite. Non troverete mai, come succede in quasi tutti i quotidiani on line,  le prime tre righe dell’articolo in chiaro… e una piccola tassa per poter leggere tutto il resto.

Sembra una frase retorica ma non lo è: “Periscopio è un giornale senza padrini e senza padroni”. Siamo orgogliosamente antifascisti, pacifisti, nonviolenti, femministi, ambientalisti. Crediamo nella Sinistra (anche se la Sinistra non crede più a se stessa), ma non apparteniamo a nessuna casa politica, non fiancheggiamo nessun partito e nessun leader. Anzi, diffidiamo dei leader e dei capipopolo, perfino degli eroi. Non ci piacciono i muri, quelli materiali come  quelli immateriali, frutto del pregiudizio e dell’egoismo. Ci piace “il popolo” (quello scritto in Costituzione) e vorremmo cancellare “la nazione”, premessa di ogni guerra e  di ogni violenza.

Periscopio è quindi un giornale popolare, non nazionalpopolare. Un quotidiano “generalista”,  scritto per essere letto da tutti (“quelli che hanno letto milioni di libri o che non sanno nemmeno parlare” F. De Gregori), da tutti quelli che coltivano la curiosità, e non dalle elites, dai circoli degli addetti ai lavori, dagli intellettuali del vuoto e della chiacchiera.

Periscopio è  proprietà di un azionariato diffuso e partecipato, garanzia di una gestitone collettiva e democratica del quotidiano. Si finanzia, quindi vive, grazie ai liberi contributi dei suoi lettori amici e sostenitori. Accetta e ospita sponsor ed inserzionisti solo socialmente, eticamente e culturalmente meritevoli.

Nato quasi otto anni fa con il nome Ferraraitalia già con una vocazione glocal, oggi il quotidiano è diventato: Periscopio naviga già in mare aperto, rivolgendosi a un pubblico nazionale e non solo. Non ci dimentichiamo però di Ferrara, la città che ospita la redazione e dove ogni giorno si fabbrica il giornale. e Ferraraitalia continua a vivere dentro Periscopio all’interno di una sezione speciale, una parte importante del tutto. 
Oggi Periscopio ha oltre 320.000 lettori, ma vogliamo crescere e farsi conoscere. Dipenderà da chi lo scrive ma soprattutto da chi lo legge e lo condivide con chi ancora non lo conosce. Per una volta, stare nella stessa barca può essere una avventura affascinante.  Buona navigazione a tutti.

Tutti i contenuti di Periscopio, salvo espressa indicazione, sono free. Possono essere liberamente stampati, diffusi e ripubblicati, indicando fonte, autore e data di pubblicazione su questo quotidiano.

Francesco Monini
direttore responsabile


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it