Skip to main content

2 Dicembre 2019

Periferie

Tempo di lettura: < 1 minuto


Diceva un professore che per conoscere una città bisogna guardare le sue periferie. Io aggiungo che per conoscere bene una città bisogna vivere nelle sue periferie e, soprattutto, nei parchi. Lì la vita viene impressa, sotto forma di odierne epigrafi, ovunque da giovani che crescono, e che compongono ciò che la città sarà. La periferie è il cuore sincero, senza veli, senza trucco per turisti. La periferia non mente. La periferia racconta, basta saperla ascoltare.

tag:

Jonatas Di Sabato

Giornalista, Anarchico, Essere Umano

Ogni giorno politici, sociologi economisti citano un fantomatico “Paese Reale”. Per loro è una cosa che conta poco o niente, che corrisponde al “piano terra”, alla massa, alla gente comune. Così il Paese Reale è solo nebbia mediatica, un’entità demografica a cui rivolgersi in tempo di elezioni.
Ma di cosa e di chi è fatto veramente il Paese Reale? Se ci pensi un attimo, il Paese Reale siamo Noi, siamo Noi presi Uno a Uno. L’artista polesano Piermaria Romani si è messo in strada e ha pensato a una specie di censimento. Ha incontrato di persona e illustrato il Paese Reale. Centinaia di ritratti e centinaia di storie.
(Cliccare sul ritratto e ingrandire l’immagine per leggere il testo)

PAESE REALE
di Piermaria Romani


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it