Skip to main content

da: ufficio stampa Comune di Ferrara

La newsletter dell’ 8 settembre 2014

CONSIGLIO COMUNALE – L’esito delle votazioni della seduta odierna nella residenza municipale
Costituzione della Commissione per lo Statuto e gettoni di presenza dei consiglieri
08-09-2014

Mozione “cantiere SuperBeton”
Con 2 voti a favore dei gruppi GOL, Lega Nord-Padania (9 astensioni dei gruppi M5S, FI e 21 contrari dei gruppi PD, Ferrara Concreta, SEL) il Consiglio comunale di Ferrara – riunito oggi pomeriggio, lunedì 8 settembre, nella residenza municipale – ha respinto in apertura di seduta la mozione presentata dal consigliere Francesco Rendine (GOL) relativa al “cantiere SuperBeton”.

Oltre al proponente nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri Giovanni Cavicchi (Lega nord-Padania), Paola Peruffo (FI), Vito Guzzinati (PD), sindaco Tiziano Tagliani, Alberto Bova (FC), Fabio Anselmi (FI), Fausto Facchini (PD), Leonardo Fiorentini (SEL), Ilaria Morghen (M5S).

Mozione “adesione all’associazione European Walled Towns”
Durante la prosecuzione dei lavori è stata ritirata dai proponenti del M5S, per consentire un ulteriore approfondimento, la mozione “Proposta di adesione all’associazione European Walled Towns”. Oltre all’esponente del gruppo presentatore Ilaria Morghen (M5S) nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri Fausto Facchini (PD), assessora Roberta Fusari, Leonardo Fiorentini (SEL), Fabio Anselmi (FI), Federico Balboni (M5S).

Queste le delibere esaminate

– Nomina di N.2 Consiglieri Comunali quali componenti della Commissione di cui all’art.13 della Legge 10/04/1951, N.287 per la formazione degli elenchi dei Giudici Popolari.
LA SCHEDA – I consiglieri comunali Davide Bertolasi-PD (per la maggioranza) e Silvia Mantovani-M5S (per l’opposizione) sono i nuovi membri della ‘Commissione per la formazione dei Giudici Popolari’, nomina resasi necessaria a seguito del rinnovo degli organi comunali con la consultazione elettorale del 25 maggio 2014 che ha decretato la decadenza della precedente.
La Commissione (art. 13 della Legge 10/4/1951, n° 287) è composta dal Sindaco o da un suo rappresentante e da due Consiglieri comunali con il compito di stilare due distinti elenchi dei cittadini residenti nel territorio del Comune (in possesso di cittadinanza italiana e godimento dei diritti civili e politici, buona condotta morale, età non inferiore a 30 anni e non superiore a 65 anni, titolo di studio rispettivamente di scuola media di 1° e 2° grado), per l’esercizio delle funzioni di giudice popolare nelle Corti di assise e nelle Corti d’assise di appello.

– Costituzione della Commissione per lo Statuto ed il Regolamento del Consiglio Comunale. Nomina del Presidente e del Vice Presidente.

LA SCHEDA – Sono i consiglieri comunali Giovanni Cavicchi (Lega Nord-Padania) e Vito Guzzinati (PD) rispettivamente il presidente e vice presidente della “Commissione per lo Statuto e per il Regolamento del Consiglio Comunale”, organismo incaricato di “formulare proposte relative allo Statuto e al Regolamento, esprimere pareri sulle questioni di interpretazione e sui conflitti di competenza” . La Commissione è composta da un rappresentante di ogni Gruppo Consiliare (Vito Guzzinati-PD, Alessandro Vitali-M5S, Fabio Anselmi-FI, Giovanni Cavicchi-Lega nord, Francesco Rendine-GOL, Leonardo Fiorentini-SEL, Alberto Bova-FC, Mauro Malaguti – F.lli d’Italia-AN). Vi partecipano di diritto il Sindaco o suo delegato e il Presidente del Consiglio Comunale. La Presidenza è attribuita ad un Consigliere della minoranza.

– Gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali e dei Consiglieri componenti le Commissioni Consiliari. Indennità del Presidente del Consiglio Comunale.

Dopo l’illustrazione della delibera da parte del presidente Girolamo Calò sono intervenuti i consiglieri Giampaolo Zardi (FI), Giovanni Cavicchi (Lega nord-Padania), Alessandro Vitali (M5S), Ruggero Tosi (PD), Alberto Bova (FC), Paola Peruffo (FI), Luigi Vitellio (PD), Federico Balboni (M5S), Matteo Fornasini (FI).

La delibera è stata approvata.

LA SCHEDA – Gettoni di presenza di importo invariato per i consiglieri comunali e indennità mensile ridotta del 15% per il presidente del Consiglio. Nel dettaglio, il provvedimento contempla la conferma degli importi (già in vigore dal 2006 e risultanti dalla riduzione del 10% operata in base alla Legge Finanziaria di quell’anno sulle somme del 2005) per i gettoni di presenza alle sedute del Consiglio (83,70 euro) e alle riunioni delle Commissioni consiliari (45 euro) e stabilisce la riduzione del 15% dell’indennità prevista per il presidente del Consiglio (2.787,75 euro dall’1 luglio 2014), così come richiesto proprio dal presidente attualmente in carica.

Assessore al Bilancio Luigi Marattin

– Delibera consiliare del 28 aprile 2014, n. 29730/14 relativa all’istituzione imposta TASI e determinazione aliquote imposta anno 2014 – Rettificazione e chiarimento.

Dopo l’illustrazione della delibera da parte dell’assessore Luigi Marattin è intervenuto il consigliere Fabio Anselmi (FI).

La delibera è stata approvata all’unanimità.

E’ ripreso ufficialmente il servizio “Consiglioweb” (raggiungibile dai siti internet comunali www.cronacacomune.it e www.comune.fe.it) che consente la diffusione in diretta audio e video dei lavori del Consiglio comunale con una nuova modalità tecnica messa a punto dai Servizi Informatici insieme all’Ufficio Stampa. Oltre alla diretta, sarà possibile rivedere e ascoltare l’intera seduta consiliare, salvata nell’apposita pagina di archivio internet.

VERDE PUBBLICO – Gli alberi di corso Ercole I d’Este saranno sostituiti nel prossimo inverno
Al via l’abbattimento di sedici alberi ad elevato rischio di cedimento
08-09-2014

Inizieranno oggi, lunedì 8 settembre, i lavori, programmati dall’Ufficio Verde pubblico del Comune di Ferrara, per l’abbattimento di sedici pioppi cipressini in via Ercole I d’Este. Si tratta di alberi per i quali accurate indagini di stabilità hanno rilevato un elevatissimo rischio di cedimento e che saranno sostituiti con altrettante piante nel prossimo inverno.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 9 settembre alle 11 in Castello Estense
Presentazione della 3a edizione del Festival delle associazioni di promozione sociale
08-09-2014

Martedì 9 settembre alle 11 nella sala Giunta in Castello Estense (2° piano) l’assessore comunale ai Servizi alla persona Chiara Sapigni prenderà parte alla conferenza stampa per la presentazione della terza edizione del Festival delle associazioni di promozione sociale, organizzato da TerzoMillennio. Saranno presenti anche la presidente della Provincia di Ferrara Marcella Zappaterra, il presidente di TerzoMillennio Riccardo Roversi e i rappresentanti delle associazioni aderenti all’iniziativa.

ASSESSORATO SERVIZI ALLA PERSONA – Gli adempimenti del nuovo Regolamento comunale per l’Edilizia Residenziale Pubblica
Graduatoria alloggi ERP, occorre riconfermare le domande entro al prossimo 30 settembre
08-09-2014

“Il prossimo martedì 30 settembre scadrà il termine per presentare la riconferma della propria domanda di assegnazione di alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica. Il passaggio, che riguarda coloro che hanno già fatto domanda entro il 30 giugno di quest’anno, è indispensabile per poter rientrare nella formazione della 27.a graduatoria che sarà predisposta entro il 2014”.

Ha rimarcato in particolare questa scadenza l’assessora alla Sanità e ai Servizi alla Persona Chiara Sapigni, oggi in conferenza stampa in residenza municipale convocata per riepilogare gli aspetti salienti del nuovo ‘Regolamento comunale per l’assegnazione degli alloggi ERP’. Lo strumento, che va a regolamentare l’accesso agli oltre tremila alloggi di proprietà comunale destinati all’edilizia residenziale pubblica, è stato licenziato lo scorso marzo dal Consiglio comunale di Ferrara.
“Per fruire insomma delle diverse modalità di punteggio previste dal nuovo Regolamento comunale che verranno appunto applicate a partire dalla 27.a graduatoria, in cui si terrà conto della storicità della domanda, – hanno ribadito i relatori – occorre riconfermare la propria richiesta di assegnazione presentando l’apposito modello a disposizione dell’Ufficio Abitazioni di Asp o degli sportelli delle associazioni sindacali maggiormente rappresentative (i moduli sono anche scaricabili dal sito web del Comune di Ferrara o dell’ASP). La riconferma è totalmente gratuita”. Le domande non riconfermate saranno escluse dalla 27.a graduatoria, ma potranno essere sempre ripresentate con domande nuove.
Erano inoltre presenti all’incontro della mattinata la dirigente del Servizio comunale Patrimonio Alessandra Genesini e il responsabile Ufficio Abitazioni ASP Fabrizio Samaritani insieme a referenti dei sindacati coinvolti (SUNIA, UNIAT, Sicet). “Al momento – ha ricordato Samaritani di ASP – dei circa 1900 richiedenti presenti in graduatoria soltanto 154 hanno riconfermato e sono 62 le nuove domande”.

(Testo a cura dell’assessorato comunale alla Sanità/Servizi alla persona)

Il nuovo Regolamento comunale per l’assegnazione di alloggi ERP

Il Consiglio Comunale, a marzo 2014, ha approvato il nuovo ‘Regolamento comunale per l’assegnazione degli alloggi ERP’; si tratta di uno strumento normativo importante di cui l’Amministrazione si è dotata, in quanto va a regolamentare l’accesso agli oltre 3.000 alloggi di proprietà comunale destinati all’edilizia residenziale pubblica.

Per comprendere appieno l’impatto sociale che gli alloggi di ERP hanno sulla nostra comunità civica, soprattutto in anni di crisi economica così forte, è sufficiente scorrere le graduatorie di questi ultimi anni, dalle quali risulta come il numero di famiglie che chiedono una casa popolare supera spesso le duemila unità.

LE NOVITA’ DEL REGOLAMENTO
La costruzione di uno strumento normativo a disciplina dell’ingresso nell’ERP era dunque un obiettivo strategico importante dell’Amministrazione: da un lato per adeguarsi ai nuovi criteri introdotti in materia dalla Regione Emilia Romagna (con la L.R.24/2013) e dall’altro per introdurre nuove condizioni di punteggio per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica.

In particolare sono state previste nuove condizioni di punteggio a beneficio delle giovani coppie, delle famiglie numerose o monogenitoriali; inoltre è stata inserita un’altra nuova condizione di punteggio particolare, quella della storicità della domanda, cioè del tempo che è trascorso dalla presentazione della domanda di assegnazione.

Sono state anche rimodulate le condizioni di punteggio, al fine di consentire l’accesso all’erp anche ai nuclei che non rientrano tra quelli assistiti/assistibili per l’emergenza o tra quelli segnalati dai Servizi socio sanitari. I nuclei in sostegno per l’emergenza abitativa o in assistenza da parte degli Enti socio assistenziali hanno un punteggio importante in graduatoria, ma questo punteggio non si conserva per sempre (dura al massimo 24 mesi) e non è cumulabile con gran parte delle altre condizioni di punteggio previste dal regolamento, in modo tale che anche un nucleo non assistito (per l’emergenza o dai servizi socio assistenziali) può acquisire, in base alle proprie condizioni, un punteggio significativo per la posizione in graduatoria.

Il nuovo regolamento di assegnazione, nella sua azione combinata con il regolamento sul sostegno all’emergenza abitativa, cerca, nei limiti dei mezzi di cui l’Amministrazione può disporre, di sostenere complessivamente le famiglie nella ricerca di un alloggio ERP restando comunque all’interno dei requisiti previsti dalla disciplina regionale, che espressamente vieta ai Comuni di crearne di ulteriori. In particolare, in adesione a quanto disposto dalla nuova normativa regionale, chi è stato dichiarato decaduto dall’assegnazione (o è stato sfrattato da un alloggio di edilizia residenziale pubblica) non può presentare una nuova domanda di ERP per due anni o, in caso di morosità, finchè la morosità persiste.

Inoltre, chi si trova in emergenza abitativa e ha maturato un debito nei confronti del Comune o dell’ACER, vedrà decurtato il proprio punteggio totale nella graduatoria di assegnazione: 5 punti in meno se non ha pattuito un piano di rientro; 1 punto in meno se ha pattuito il piano di rientro ed ha versato almeno il 30% del debito.

Infine, chi è stato dichiarato decaduto dall’emergenza abitativa perderà il relativo punteggio nella graduatoria dell’ERP (cioè perderà i 25 punti riconosciuti a questa condizione di punteggio).

Il nuovo regolamento ha inoltre dato all’Amministrazione un’ulteriore strumento di azione, da utilizzare per intervenire a favore di particolari categorie di famiglie che chiedono l’assegnazione di un’abitazione ERP: la sottograduatoria, cioè una graduatoria/sottoinsieme di quella generale, in cui sono inseriti solo i nuclei in possesso di una delle condizioni di punteggio previste dal Regolamento. Quest’anno, in ottemperanza dell’ordinanza del Commissario Straordinario delegato alla ricostruzione post sisma (ordinanza 26/2014), è stata creata, sentite le Organizzazioni Sindacali, una sottograduatoria per la collocazione in ERP dei nuclei la cui abitazione è stata lesionata dal sisma.

GLI ADEMPIMENTI CHE IL NUOVO REGOLAMENTO RICHIEDE
Come detto, una delle molte novità introdotte è rappresentata dalla STORICITA’ DELLA DOMANDA IN GRADUATORIA (condizione di punteggio A.17).
Questa condizione di punteggio viene attribuita d’ufficio ed è pari a 0,5 punti per ogni anno solare di “permanenza” della domanda in graduatoria (sino ad un massimo di 5 punti).

La storicità della domanda in graduatoria, assieme alle altre condizioni di punteggio previste dal nuovo regolamento, verrà applicata a partire dalla 27° graduatoria, da predisporre entro la fine del 2014; il 27° aggiornamento infatti sarà la prima graduatoria predisposta in base alle nuove condizioni di punteggio approvate dal Consiglio comunale.

Occorre che chi ha già fatto domanda di ERP entro il 30 giugno 2014 riconfermi la propria domanda presentando l’apposito modello (chi ha fatto la domanda dopo il 30 giugno 2014 non deve fare alcuna riconferma, in quanto – trattandosi di domanda nuova – sarà direttamente inserita come tale nella 27° graduatoria con la valutazione dei criteri previsti nel nuovo regolamento).

Le domande non riconfermate saranno escluse dalla 27° graduatoria, ma potranno essere sempre ripresentate come domande nuove.

La riconferma non è soggetta ad imposta di bollo e va fatta compilando gli appositi moduli a disposizione presso l’Ufficio Abitazioni di ASP o presso gli Sportelli delle Associazioni Sindacali maggiormente rappresentative; i moduli sono inoltre scaricabili dal sito web dell’Amministrazione o dell’ASP.

Per riconfermare la propria domanda c’è tempo sino al 30 settembre 2014. La riconferma va presentata all’Ufficio Abitazioni di ASP in via Ripagrande 5; gli uffici sono aperti al pubblico nelle giornate di lunedì e mercoledì dalle 9.00 alle 13.00 e di martedì dalle 14.30 alle 17.00 (tel. 0532/799713 oppure 0532/799715).

Visita sul sito comunale la pagina “Assegnazione alloggi Edilizia Residenziale pubblica”

ESTATEBAMBINI 2014 – Decretato lo spettacolo vincitore della rassegna di teatro per ragazzi
Due pasticceri sul podio di Festebà 2014
08-09-2014

(Comunicato a cura dell’Ufficio stampa di EstateBambini)

La Giuria popolare di Festebà riunita in seduta plenaria e al completo dei suoi 90 componenti, ha raggiunto oggi il verdetto che proclama il vincitore di questa ottava edizione del festival di teatro ragazzi inserito nel programma di EstateBambini 2014. Come nelle passate edizioni, il confronto tra i giurati è stato intenso e vissuto con passione e partecipazione; in particolare i piccoli giurati hanno mostrato un interesse e un coinvolgimento da veri professionisti, arrivando a concordare lo spettacolo “Pasticceri. Io e mio fratello Roberto” della Compagnia Abbiati – Capuano il vincitore finale.
Questa la motivazione: “lo spettacolo ha meritato la vittoria grazie al connubio tra una comicità genuina e una storia di amore e poesia. Ha saputo divertire e sorprendere, amalgamando dolci risate a momenti intensi e profumati. Scenografia realistica, musiche coinvolgenti e l’uso drammaturgico delle luci sono parsi come veri e propri strati di una torta assai golosa. Il rapporto agrodolce tra i fratelli ha suscitato nel pubblico interesse e appetito, catturando l’attenzione in tutti i momenti senza dimostrare la fatica nella preparazione dei dolci. Il pubblico, dopo essere stato cotto a puntino, è tornato a casa allegro e addolcito”.
La giuria di Festebà ha attribuito inoltre la Menzione speciale per l’edizione 2014 allo spettacolo “Giungla” di Roberto Anglisani per “la straordinaria abilità interpretativa dell’attore, il ritmo serrato della narrazione che permette allo spettatore di ‘essere’ parte integrante della storia, l’originalità del testo teatrale che rilegge un grande classico come “Il libro della Giungla” in chiave reale e drammaticamente attuale; l’assenza di scenografia che esalta il lavoro personale e artistico dell’attore, ed il sapiente uso delle sonorità, che si amalgama con l’utilizzo poliedrico della voce e con il linguaggio magistrale del corpo”.
Lo spettacolo vincitore andrà in scena nuovamente durante la rassegna invernale di Teatro Ragazzi del Teatro Comunale di Ferrara ‘…se una domenica d’inverno un bambino’. Ma gli spettacoli di EstateBambini non finiscono con la conclusione di Festebà, proseguono infatti con un programma ricco ed interessante fino alla fine della festa, mercoledì sera. Per consultarlo: www.estatebambini.it

BIBLIOTECA ARIOSTEA – Martedì 9 settembre alle 17 incontro a cura di Vincenzo Iannuzzo
Ricordando successi, aneddoti e misteri di Lucio Battisti
08-09-2014

A sedici anni esatti dalla scomparsa Lucio Battisti, martedì 9 settembre alle 17, nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea, Vincenzo Iannuzzo ripercorrerà le tappe più importanti della vita e dell’esperienza musicale del celebre cantautore, attraverso successi, aneddoti, curiosità e misteri. All’incontro, dal titolo ‘Ci ritorni in mente’, e organizzato in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Terzo Millenio, interverranno anche Sergio Rossoni, Valentina Piccinini e Alex Mari, con voce recitante Ilaria Zeri assieme allo stesso Vincenzo Iannuzzo.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Il 9 settembre del 1998 moriva a Milano Lucio Battisti, il cantore delle emozioni, un artista che ha fatto la storia della musica leggera del nostro Paese contrassegnando l’immaginario melodico di tante generazioni.
Oltre alla sua produzione, Lucio Battisti ha lasciato in eredità alla musica italiana un consistente numero di innovazioni tecniche e stilistiche, derivate dalla fusione della tradizione melodica italiana con le sonorità nuove della musica rock e pop internazionali. I brani firmati Mogol-Battisti, ma anche le collaborazioni con Panella e con la moglie, hanno traghettato la musica ‘leggera’ italiana verso la modernità e la molteplicità di linguaggi musicali e poetici, offrendo in ogni fase della sua intensa esperienza artistica un interessante sovrapporsi di tonalità e testo lirico.

CONFERENZA STAMPA – Martedì 9 settembre alle 17,30 al Centro Isola del Tesoro (piazza XXIV Maggio)
Presentazione dei primi dati sulla partecipazione alla 21a edizione di EstateBambini e alla prima Notte bianca dei bambini
08-09-2014

Martedì 9 settembre, alle 17,30, nel corso della tradizionale visita ufficiale agli spazi di EstateBambini, il sindaco Tiziano Tagliani incontrerà i giornalisti nella sala Azzurra del Centro comunale Isola del Tesoro, in piazza XXIV Maggio, per tracciare un primo bilancio delle attività e della partecipazione alla 21a edizione della manifestazione per le famiglie e alla prima Notte bianca dei bambini.
Prenderanno parte all’incontro anche l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Annalisa Felletti, l’assessore alla Cultura del Comune di Cento Claudia Tassinari, il direttore dell’Istituzione scolastica comunale Mauro Vecchi, il responsabile dell’Unità organizzativa Politiche familiari del Comune Tullio Monini, la presidente dell’associazione Circi Paola Felletti Spadazzi oltre ai rappresentanti dei soggetti sostenitori della manifestazione: Hera, Afm e Cidas.
L’incontro offrirà inoltre l’occasione per illustrare le iniziative legate al rientro da Cento a Ferrara del Biblù, l’autobus-biblioteca per bambini dell’associazione Circi.

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 10 settembre alle 10,45 in sala Zanotti
Presentazione delle iniziative in programma a Ferrara per la Festa dei vicini 2014
08-09-2014

Mercoledì 10 settembre alle 10,45, nella sala Zanotti della residenza municipale, sarà illustrato alla stampa il programma delle iniziative previste in città il prossimo 12 settembre per la Festa dei vicini 2014.
Interverranno all’incontro con i giornalisti l’assessore comunale alla Salute e Servizi alla Persona Chiara Sapigni, la dirigente del Servizio Patrimonio del Comune di Ferrara Alessandra Genesini e il direttore di Acer Diego Carrara.

CONFERENZA STAMPA – Mercoledì 10 settembre alle 11,30 in sala Zanotti
Presentazione del programma della seconda edizione di ‘Pizza street’
08-09-2014

Mercoledì 10 settembre alle 11,30, nella sala Zanotti della residenza municipale, sarà illustrato alla stampa il programma della seconda edizione di ‘Pizza street’, manifestazione organizzata dall’agenzia FEshion Coupon e dalla pizzeria Andrea&Lauretta, in collaborazione con l’Assessorato al Commercio del Comune di Ferrara, per il 12, 13 e 14 settembre prossimi in via Voltapaletto.
Assieme all’assessore comunale al Commercio Roberto Serra, interverranno all’incontro con i giornalisti Alessandra Scotti di Feshion Coupon e Riccardo Visini della pizzeria Andrea&Lauretta.

tag:

COMUNE DI FERRARA


Ogni giorno politici, sociologi economisti citano un fantomatico “Paese Reale”. Per loro è una cosa che conta poco o niente, che corrisponde al “piano terra”, alla massa, alla gente comune. Così il Paese Reale è solo nebbia mediatica, un’entità demografica a cui rivolgersi in tempo di elezioni.
Ma di cosa e di chi è fatto veramente il Paese Reale? Se ci pensi un attimo, il Paese Reale siamo Noi, siamo Noi presi Uno a Uno.  L’artista polesano Piermaria Romani  si è messo in strada e ha pensato a una specie di censimento. Ha incontrato di persona e illustrato il Paese Reale. Centinaia di ritratti e centinaia di storie.
(Cliccare sul ritratto e ingrandire l’immagine per leggere il testo)

PAESE REALE

di Piermaria Romani

 

Cari lettori,

dopo molti mesi di pensieri, ripensamenti, idee luminose e amletici dubbi, quello che vi trovate sotto gli occhi è il Nuovo Periscopio. Molto, forse troppo ardito, colorato, anticonvenzionale, diverso da tutti gli altri media in circolazione, in edicola o sul web.

Se già frequentate  queste pagine, se vi piace o almeno vi incuriosisce Periscopio, la sua nuova veste grafica e i nuovi contenuti vi faranno saltare di gioia. Non esiste in natura un quotidiano online con il coraggio e/o l’incoscienza di criticare e capovolgere l’impostazione classica di questo “giornale” .

Tanto che qualcuno si è chiesto se  i giornali ancora servono, se hanno ancora un ruolo e un senso i quotidiani.  Arrivano sempre “dopo la notizia”, mettono tutti lo stesso titolo in prima pagina, seguono diligentemente il pensiero unico e il potente di turno, ricalcano in fotocopia le solite sezioni interne: politica interna, esteri, cronaca, economia, sport… Anche le parole sembrano piene di polvere, perché il linguaggio giornalistico, invece di arricchirsi, si è impoverito.  Il vocabolario dei quotidiani registra e riproduce quello del sottobosco politico e della chiacchiera televisiva, oppure insegue inutilmente la grande nuvola confusa del web.

Periscopio propone un nuovo modo di essere giornale, di fare informazione. di accostare Alto e Basso, di rapportarsi al proprio pubblico. Rompe compartimenti stagni delle sezioni tradizionali di quotidiani. Accoglie e riconosce uguale dignità a tutti i generi e a tutti linguaggi: così in primo piano ci può essere una notizia, un commento, ma anche una poesia o una vignetta.  Abbandona la rincorsa allo scoop, all’intervista esclusiva, alla firma illustre, proponendo quella che abbiamo chiamato “informazione verticale”: entrare cioè nelle  “cose che accadono fuori e dentro di noi”, denunciare Il Vecchio che resiste e raccontare Il Nuovo che germoglia; stare dalla parte dei diritti e denunciare la diseguaglianza che cresce in Italia e nel mondo. Insomma: un giornale non rivolto a questo o a quel salotto, ma realmente al servizio della comunità.

Con il quotidiano di ieri – così si diceva – oggi “ci si incarta il pesce”. Non Periscopio, la sua “informazione verticale” non invecchia mai e dal nostro archivio di  50.000 articoli (disponibile gratuitamente) si pescano continuamente contenuti utili per integrare le ultime notizie uscite. Non troverete mai, come succede in quasi tutti i quotidiani on line,  le prime tre righe dell’articolo in chiaro… e una piccola tassa per poter leggere tutto il resto.

Sembra una frase retorica ma non lo è: “Periscopio è un giornale senza padrini e senza padroni”. Siamo orgogliosamente antifascisti, pacifisti, nonviolenti, femministi, ambientalisti. Crediamo nella Sinistra (anche se la Sinistra non crede più a se stessa), ma non apparteniamo a nessuna casa politica, non fiancheggiamo nessun partito e nessun leader. Anzi, diffidiamo dei leader e dei capipopolo, perfino degli eroi. Non ci piacciono i muri, quelli materiali come  quelli immateriali, frutto del pregiudizio e dell’egoismo. Ci piace “il popolo” (quello scritto in Costituzione) e vorremmo cancellare “la nazione”, premessa di ogni guerra e di ogni violenza.

Periscopio è quindi un giornale popolare, non nazionalpopolare. Un quotidiano “generalista”,  scritto per essere letto da tutti (“quelli che hanno letto milioni di libri o che non sanno nemmeno parlare” F. De Gregori), da tutti quelli che coltivano la curiosità, e non dalle élite, dai circoli degli addetti ai lavori, dagli intellettuali del vuoto e della chiacchiera.

La redazione e gli oltre 50 collaboratori scrivono e confezionano Periscopio  a titolo assolutamente volontario; lo fanno perché credono nel progetto del giornale e nel valore di una informazione diversa. Per questa ragione il giornale è sostenuto da una associazione di volontariato senza fini di lucro. I lettori – sostenitori, fanno parte a tutti gli effetti di una famiglia volonterosa e partecipata a garanzia di una gestitone collettiva e democratica del quotidiano che si finanzia, quindi vive, grazie ai liberi contributi dei suoi lettori, amici e sostenitori. Accetta e ospita sponsor ed inserzionisti solo socialmente, eticamente e culturalmente meritevoli.

Nato 10 anni fa con il nome Ferraraitalia già con una vocazione glocal, oggi il quotidiano è diventato Periscopio e naviga già in mare aperto, rivolgendosi a un pubblico nazionale e non solo. Non ci dimentichiamo però di Ferrara, la città che ospita la redazione e dove ogni giorno si fabbrica il giornale.  Ferraraitalia continua a vivere dentro Periscopio all’interno di una sezione speciale, una parte importante del tutto. 

Oggi Periscopio conta oltre 320.000 lettori, ma vuole crescere e farsi conoscere. Dipenderà da chi lo scrive ma soprattutto da chi lo legge e lo condivide con chi ancora non lo conosce. Per una volta, stare nella stessa barca può essere una avventura affascinante.  Buona navigazione a tutti.

Tutti i contenuti di Periscopio, salvo espressa indicazione, sono free. Possono essere liberamente stampati, diffusi e ripubblicati, indicando fonte, autore e data di pubblicazione su questo quotidiano.

Francesco Monini
direttore responsabile


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it