Skip to main content

Da Ufficio Stampa Comune di Ferrara

 

BIBLIOTECA TEBALDI – Martedì 9 gennaio alle 17 nella sala di via Ferrariola a San Giorgio

Tornano le topo-storie per bambini dai 3 ai 10 anni

05-01-2018

Martedì 9 gennaio 2018 alle 17 alla biblioteca comunale Dino Tebaldi di San Giorgio (via Ferrariola 12) nuovo appuntamento del ciclo di incontri dedicati ai bimbi dai 3 ai 10 anni “Io leggo a te e tu leggi a me” che – per il mese di gennaio – sarà dedicato a “Tornano le topo-storie!”.

In programma per l’incontro di questa settimana c’è la lettura ad alta voce delle avventure del topo “Federico” di Leo Lionni (Babalibri) e “Un topolino per amico” di Bonny Becker (Nord-Sud).
Dopo la narrazione come consuetudine verrà data la possibilità ai bambini presenti di esprimersi a loro volta in veste di narratori in erba portando le proprie proposte, idee e suggerimenti di lettura. La partecipazione è libera e gratuita.

Per info: Biblioteca comunale Tebaldi del quartiere di San Giorgio, via Ferrariola 12 a Ferrara, email bibl.sangiorgio@comune.fe.it, tel. 0532 64215.

 

 

 

BIBLIOTECA LUPPI – Martedì 9 gennaio alle 17.30 nella sala di via Arginone a Porotto

Storie d’inverno per bambini dai 4 ai 10 anni

05-01-2018

Martedì 9 gennaio 2018 alle 17.30 alla Biblioteca Aldo Luppi, in via Arginone 320 nella frazione di Porotto a Ferrara, riprende l’attività di promozione della lettura per bambini dai 4 ai 10 anni con l’appuntamento settimanale di “Belle storie a Porotto”. L’appuntamento di questa settimana sarà con le “Storie d’inverno” a cura dei volontari dell’associazione Briciole di fole. La partecipazione è libera e gratuita.

Per info: Biblioteca Aldo Luppi, via Arginone 320, Ferrara, tel. 0532 731957, email bibl.porotto@comune.fe.it

 

 

 

POLIZIA MUNICIPALE – Durante le operazioni degli Agenti e dell’Unità cinofila domenica 31 dicembre e mercoledì scorso

Efficace attività di controllo antiabusivismo e nuovi ritrovamenti di sostanze stupefacenti

05-01-2018

Archiviata la festa di San Silvestro si tirano le prime somme su un aspetto di sicurezza urbana gestito nella serata dalla Polizia Municipale. Durante i controlli antiabusivismo condotti fin dal pomeriggio del 31 dicembre, sono stati emanati due ordini di allontanamento dall’area monumentale ed è stato effettuato un rinvenimento di merce che sarebbe stata, evidentemente, venduta abusivamente.

Come lo scorso anno, infatti, alcuni venditori sprovvisti dei necessari titoli abilitativi hanno cercato di intrufolarsi nell’area della festa confidando che, confondendosi fra la folla, non sarebbero stati più rintracciati. Al contrario sono stati individuati, sanzionati e la merce in vendita posta sotto sequestro; inoltre gli stessi hanno subito le disposizioni previste dalla Legge Minniti e recepite dal Regolamento di Polizia Urbana di Ferrara. Si trattava di due uomini di nazionalità extracomunitaria che fortunatamente non ponevano in vendita nulla di pericoloso, ma solo oggetti natalizi.

E’ intanto subito ripresa l’attività di monitoraggio dello spaccio in città: nel pomeriggio di mercoledì si sono registrati nuovi rinvenimenti da parte dell’Unità cinofila della Municipale, sia in centro storico (via Leoncorno, Baluardi, delle Volte) sia nella zona GAD (viale Belvedere, Orlando Furioso, piazza XXIV Maggio) per un totale di oltre 100 grammi di marijuana. Benché non sia stato possibile risalire agli autori, le sostanze stupefacenti sono state comunque poste sotto sequestro a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

(Comuniciazione a cura della Polizia Municipale Terre Estensi) 

Nella foto la merce sequestrata il 31/12/2017

CONFERENZA STAMPA – Martedì 9 gennaio alle 11 nella sala degli Arazzi in residenza municipale

Presentazione e firma accordo sulla sostenibilità ambientale dell’intervento edilizio “Le Corti di Medoro”

05-01-2018

Martedì 9 gennaio alle 11 nella sala degli Arazzi in residenza municipale, avrà luogo una conferenza stampa nel corso della quale sarà illustrato e firmato l’accordo sulla sostenibilità ambientale dell’intervento edilizio “Le Corti di Medoro” tra il Comune di Ferrara, Società Investire Sgr, Acer e Intercantieri Vittadello Spa.

All’incontro con i giornalisti interverranno l’assessora comunale all’Urbanistica Roberta Fusari, il dirigente comunale del Servizio Ambiente Alessio Stabellini, i rappresentanti di Acer Ferrara Diego Carrara (direttore) e Marco Cenacchi (progettazione), di Intercantieri-Vittadello Spa Alessandro Melato e Gualtiero Magnani (Dir. Tecnica), di investire Sgr Paolo Boleso e Marco Polvara. Saranno inoltre presenti per l’occasione Edoardo Zanchini, vice presidente nazionale Legambiente e Marco Mari, vice presidente nazionale Green Building Council Italia.

 

RASSEGNA NATALIZIA – Fino a domenica 14 gennaio, ore 14.30-18, nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo a Fossalta

Presepe artistico e piccoli presepi in mostra a Fossalta

05-01-2018

Fino a domenica 14 gennaio 2018, ore 14.30-18, nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo, in via Argine Volano 184 è possibile visitare il Presepe artistico di Fossalta e la Mostra piccoli presepi del Natale. Le visite in orario mattutino possono essere concordate su prenotazione telefonica (cell. 349 5256683). La rassegna è  organizzata dall’Associazione Volontari Iniziative Parrocchiali (AVIP) di Fossalta in collaborazione con Comune di Copparo e Comune di Ferrara.

SCHEDA a cura degli organizzatori
Continuano fino a domenica 14 gennaio 2018 le visite al Presepe artistico di Fossalta e Mostra piccoli presepi del Natale, tutti i giorni dalle 14.30 alle 18, la mattina su prenotazione telefonando al 349 5256683. All’interno della chiesa di Sant’Andrea Apostolo, in via Argine Volano 184, il presepe artistico tradizionale curato dai volontari dell’AVIP Fossalta stupisce quest’anno con un nuovo paesaggio magistralmente sorto oltre la finestra, ben ampliata nelle sue dimensioni per dare al visitatore nuovi orizzonti. Si può dire proprio “un altro presepe nel presepe” da non perdere!
Al suo opposto rimane la caratteristica Via delle Volte, vanto della città di Ferrara al suo primo nascere, seguita dal rinascimentale colonnato antistante la Villa Mensa, mentre di lato appare la Natività sviluppata in due momenti.
Lo sguardo continua nell’infinità di particolari che caratterizzano da sempre le scene più varie della vita ferrarese novecentesca. L’iniziativa della Mostra di Piccoli Presepi del Natale organizzata dall’Associazione Volontari Iniziative Parrocchiali (AVIP) di Fossalta, in collaborazione con Comune di Copparo e Comune di Ferrara, che quest’anno si presenta particolarmente ricca di opere creative, culminerà domenica 14 gennaio, alle 17, dove a tutti gli espositori verrà rilasciato un riconoscimento di partecipazione alla Mostra alla presenza di rappresentanti dell’Arcidiocesi e dei Comuni di Copparo e Ferrara.

INTERPELLANZA – Presentata dal gruppo M5S in Consiglio comunale

Richiesta in merito alla raccolta rifiuti sul territorio comunale

05-01-2018

Ecco l’interpellanza pervenuta:

– la consigliera Morghen (gruppo M5S in Consiglio comunale) ha interrogato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessora all’Ambiente Caterina Ferri in merito alla raccolta dei rifiuti sul territorio comunale.

>> Pagina riservata alle interpellanze/interrogazioni presentate dai Consiglieri comunali e relative risposte (a cura del Settori Affari Generali/Assistenza agli organi del Comune di Ferrara)

tag:

Riceviamo e pubblichiamo


Ogni giorno politici, sociologi economisti citano un fantomatico “Paese Reale”. Per loro è una cosa che conta poco o niente, che corrisponde al “piano terra”, alla massa, alla gente comune. Così il Paese Reale è solo nebbia mediatica, un’entità demografica a cui rivolgersi in tempo di elezioni.
Ma di cosa e di chi è fatto veramente il Paese Reale? Se ci pensi un attimo, il Paese Reale siamo Noi, siamo Noi presi Uno a Uno.  L’artista polesano Piermaria Romani  si è messo in strada e ha pensato a una specie di censimento. Ha incontrato di persona e illustrato il Paese Reale. Centinaia di ritratti e centinaia di storie.
(Cliccare sul ritratto e ingrandire l’immagine per leggere il testo)

PAESE REALE

di Piermaria Romani

 

Cari lettori,

dopo molti mesi di pensieri, ripensamenti, idee luminose e amletici dubbi, quello che vi trovate sotto gli occhi è il Nuovo Periscopio. Molto, forse troppo ardito, colorato, anticonvenzionale, diverso da tutti gli altri media in circolazione, in edicola o sul web.

Se già frequentate  queste pagine, se vi piace o almeno vi incuriosisce Periscopio, la sua nuova veste grafica e i nuovi contenuti vi faranno saltare di gioia. Non esiste in natura un quotidiano online con il coraggio e/o l’incoscienza di criticare e capovolgere l’impostazione classica di questo “giornale” .

Tanto che qualcuno si è chiesto se  i giornali ancora servono, se hanno ancora un ruolo e un senso i quotidiani.  Arrivano sempre “dopo la notizia”, mettono tutti lo stesso titolo in prima pagina, seguono diligentemente il pensiero unico e il potente di turno, ricalcano in fotocopia le solite sezioni interne: politica interna, esteri, cronaca, economia, sport… Anche le parole sembrano piene di polvere, perché il linguaggio giornalistico, invece di arricchirsi, si è impoverito.  Il vocabolario dei quotidiani registra e riproduce quello del sottobosco politico e della chiacchiera televisiva, oppure insegue inutilmente la grande nuvola confusa del web.

Periscopio propone un nuovo modo di essere giornale, di fare informazione. di accostare Alto e Basso, di rapportarsi al proprio pubblico. Rompe compartimenti stagni delle sezioni tradizionali di quotidiani. Accoglie e riconosce uguale dignità a tutti i generi e a tutti linguaggi: così in primo piano ci può essere una notizia, un commento, ma anche una poesia o una vignetta.  Abbandona la rincorsa allo scoop, all’intervista esclusiva, alla firma illustre, proponendo quella che abbiamo chiamato “informazione verticale”: entrare cioè nelle  “cose che accadono fuori e dentro di noi”, denunciare Il Vecchio che resiste e raccontare Il Nuovo che germoglia; stare dalla parte dei diritti e denunciare la diseguaglianza che cresce in Italia e nel mondo. Insomma: un giornale non rivolto a questo o a quel salotto, ma realmente al servizio della comunità.

Con il quotidiano di ieri – così si diceva – oggi “ci si incarta il pesce”. Non Periscopio, la sua “informazione verticale” non invecchia mai e dal nostro archivio di  50.000 articoli (disponibile gratuitamente) si pescano continuamente contenuti utili per integrare le ultime notizie uscite. Non troverete mai, come succede in quasi tutti i quotidiani on line,  le prime tre righe dell’articolo in chiaro… e una piccola tassa per poter leggere tutto il resto.

Sembra una frase retorica ma non lo è: “Periscopio è un giornale senza padrini e senza padroni”. Siamo orgogliosamente antifascisti, pacifisti, nonviolenti, femministi, ambientalisti. Crediamo nella Sinistra (anche se la Sinistra non crede più a se stessa), ma non apparteniamo a nessuna casa politica, non fiancheggiamo nessun partito e nessun leader. Anzi, diffidiamo dei leader e dei capipopolo, perfino degli eroi. Non ci piacciono i muri, quelli materiali come  quelli immateriali, frutto del pregiudizio e dell’egoismo. Ci piace “il popolo” (quello scritto in Costituzione) e vorremmo cancellare “la nazione”, premessa di ogni guerra e di ogni violenza.

Periscopio è quindi un giornale popolare, non nazionalpopolare. Un quotidiano “generalista”,  scritto per essere letto da tutti (“quelli che hanno letto milioni di libri o che non sanno nemmeno parlare” F. De Gregori), da tutti quelli che coltivano la curiosità, e non dalle élite, dai circoli degli addetti ai lavori, dagli intellettuali del vuoto e della chiacchiera.

La redazione e gli oltre 50 collaboratori scrivono e confezionano Periscopio  a titolo assolutamente volontario; lo fanno perché credono nel progetto del giornale e nel valore di una informazione diversa. Per questa ragione il giornale è sostenuto da una associazione di volontariato senza fini di lucro. I lettori – sostenitori, fanno parte a tutti gli effetti di una famiglia volonterosa e partecipata a garanzia di una gestitone collettiva e democratica del quotidiano che si finanzia, quindi vive, grazie ai liberi contributi dei suoi lettori, amici e sostenitori. Accetta e ospita sponsor ed inserzionisti solo socialmente, eticamente e culturalmente meritevoli.

Nato 10 anni fa con il nome Ferraraitalia già con una vocazione glocal, oggi il quotidiano è diventato Periscopio e naviga già in mare aperto, rivolgendosi a un pubblico nazionale e non solo. Non ci dimentichiamo però di Ferrara, la città che ospita la redazione e dove ogni giorno si fabbrica il giornale.  Ferraraitalia continua a vivere dentro Periscopio all’interno di una sezione speciale, una parte importante del tutto. 

Oggi Periscopio conta oltre 320.000 lettori, ma vuole crescere e farsi conoscere. Dipenderà da chi lo scrive ma soprattutto da chi lo legge e lo condivide con chi ancora non lo conosce. Per una volta, stare nella stessa barca può essere una avventura affascinante.  Buona navigazione a tutti.

Tutti i contenuti di Periscopio, salvo espressa indicazione, sono free. Possono essere liberamente stampati, diffusi e ripubblicati, indicando fonte, autore e data di pubblicazione su questo quotidiano.

Francesco Monini
direttore responsabile


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it