10 Febbraio 2023

11 febbraio, anche a Bologna un Carnevale per Assange

Francesco Reyes

Tempo di lettura: 3 minuti

11 febbraio, anche a Bologna un Carnevale per Assange

Anche Bologna parteciperà al “Carnevale Globale per Assange”, l’iniziativa lanciata da “Don’t Extradite Assange Campaign”, che vedrà quasi cinquanta città di tutto il mondo scendere in piazza ancora una volta a sostegno del giornalista australiano, attivista e fondatore di Wikileaks, divenuto simbolo della libertà di stampa, e poi della repressione contro i giornalisti occidentali troppo indipendenti, che lo ha portato a trascorrere gli ultimi quattro anni in un carcere di massima sicurezza londinese.

Perché Carnevale? L’antico significato della festa, che si celebra in questi giorni in tutto il mondo, si sposa alla perfezione con la persecuzione di cui Julian Assange è vittima da più di un decennio, dopo aver rivelato al mondo intero le prove dei crimini di guerra commessi dagli USA in Afghanistan e Iraq.
E così, come da tradizione del Carnevale, maschere, canti, balli, musica e cartelli satirici sul tema della libertà di stampa, di cui Assange è emblema, serviranno da un lato a sbeffeggiare i potenti ed i soprusi da loro commessi contro il 51enne australiano.
Dall’altro, come sottolineato dal giornalista John Rees, questa sarà l’occasione per far sentire la pressione internazionale al governo britannico e a quello americano, sottoscrivendo la petizione che chiede di fermare l’estradizione di Assange negli Stati Uniti e la lettera, diretta al presidente a stelle e strisce Joe Biden, che chiede di lasciar cadere le accuse contro il giornalista. In questo modo, migliaia di firme potranno aggiungersi a quelle già raccolte.

Dodici le città che hanno aderito all’iniziativa in tutta Italia, quattro delle quali in Emilia-Romagna. A Reggio Emilia è in programma un flash mob itinerante, a partire dalle 10:30 di fronte alla Prefettura, che porterà alla Prefetto Rolli un appello perché le istituzioni tutte si occupino di sostenere la liberazione di Julian.

A Bologna, come per la 24 ore per Assange  dello scorso 15 ottobre, sarà piazza Nettuno il fulcro delle iniziative, dalle 14 alle 17: a flash mob a tema carnevalesco si alterneranno letture, momenti di riflessione e dibattito. L’obiettivo di far conoscere a quante più persone possibili le ragioni per cui la restituzione della libertà a Julian Assange è una pretesa non più procrastinabile.

Per chi vuole informarsi ulteriormente e partecipare agli eventi, sono disponibili informazioni sulle altre iniziative su:  www.24hAssange.org

“Chi crede – come suggerisce Yanis Varoufakisnella trasparenza, nei diritti dei cittadini e in quello di poter pubblicare documenti, anche secretati, sui crimini dei nostri governi, ha il dovere di difendere Assange”, baluardo a difesa dei nostri (sempre più scricchiolanti) principi democratici.

Invitiamo la cittadinanza a prendersi cura delle aberrazioni del nostro sistema ‘democratico’, partecipando all’iniziativa (anche intervenendo) durante la giornata del 11 febbraio.

Francesco Reyes e Marco Francia (Bologna)

Il comunicato e il video di Amnesty International

ANNULLARE LE ACCUSE CONTRO JULIAN ASSANGE

dal sito ufficiale di Amnesty International


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Periscopio
Dai primi giorni di febbraio, in cima al “vecchio” ferraraitalia, vedete la testata periscopio, il nuovo nome del giornale. Nelle prossime settimane, nel sito troverete forse un po’ di confusione; infatti, per restare online, i nostri “lavori in corso” saranno alla luce del sole, visibili da tutti i lettori: piccoli e grandi cambiamenti, prove di colore, esperimenti e nuove idee grafiche. Cambiare nome e forma, è un lavoro delicato e complicato. Vi chiediamo perciò un po’ di pazienza. Solo a marzo (vi faremo sapere il giorno e l’ora) sarà pronta la nuova piattaforma e vedrete un giornale completamente rinnovato. Non per questo buttiamo via le cose che abbiamo imparato e scritto in questi anni. Non perdiamo il contatto con la nostra Ferrara: nella home di periscopio continuerà a vivere il nome ferraraitalia e i contenuti locali continueranno a essere implementati. Il grande archivio di articoli pubblicati nel corso degli anni sarà completamente consultabile sul nuovo quotidiano. In redazione abbiamo valutato tanti nomi prima di scegliere la testata “periscopio”: un occhio che cerca di guardare oltre il conformismo e la confusione mediatica in cui tutti siamo immersi. Con l’intenzione di diventare uno spazio ancora più visibile, una voce più forte e diffusa. Una proposta informativa sempre più qualificata, alternativa ai media mainstream e alla folla indistinta dei social media.Un giornale libero, senza padrini e padroni, di proprietà dei suoi redattori, collaboratori, lettori, sostenitori. Nei prossimi giorni i nostri collaboratori, i lettori più fedeli, le amiche e gli amici, riceveranno una mail molto importante.Contiene una proposta concreta per diventare insieme a noi protagonisti di questa nuova avventura. Versando una quota (anche modesta) e diventando comproprietari di periscopio, oppure partecipando all’impresa come lettori sostenitori. Intanto periscopio ha incominciato a scrutare… oltre il filo dell’orizzonte, o almeno un po’ più in là dal nostro naso. Buona navigazione a tutti.

Chi non ha ricevuto la mail e/o volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@ferraraitalia.it

L’autore

Francesco Reyes

Francesco Reyes

Ti potrebbe interessare:

  • “IO SONO GLI ALTRI”
    READING DI PRIMAVERA

  • diario in pubblico parole nuove

    Diario in pubblico /
    Parole nuove

  • NON DIRE, MOSTRA
    Interviene Luciana Passero: 3 aprile, ore 17 alla Biblioteca Ariostea

  • Mediterranea è sbarcata a Ferrara

  • Per certi versi /
    Il viale della mente

  • presto di mattina cerva aurora

    Presto di mattina /
    La cerva dell’aurora

  • NATURE URBANE E SPAZI PUBBLICI
    Secondo Incontro sulla Città che Vogliamo: lunedì 27 marzo alle 17

  • Gli operai GKN in piazza per “rompere l’assedio”
    (tutte le puntate di una lunga storia di lotta)

  • Cinquemila litri di acqua:
    critica alle critiche agli ambientalisti imbrattatori

  • Storie in pellicola
    Living: vivere alla ricerca del tempo perduto

L'INFORMAZIONE VERTICALE

CONTATTI
Articoli e informazioni a: redazione@periscopionline.it
Lettere e proposte di collaborazione a: direttore@periscopionline.it
Sostenitori e sponsor a:
Periscopio
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Seguici: