Tag: The Hollies

Un film da fine del mondo

The Air That I Breathe (The Hollies, 1974)

Tempo fa ho visto un film meraviglioso… ‘Cercasi amore per la fine del mondo’…
Non è una commedia, non è un film romantico, non è un film catastrofico, non è un film drammatico, è semplicemente un po’ tutte queste cose e un po’ qualcos’altro.
Gli ultimi giorni di un uomo normale negli ultimi giorni del mondo.
Voi cosa fareste al suo posto? Io cosa farei? Non lo so, e spero tanto di non doverlo decidere un giorno. Ma se un giorno dovessi trovarmi nei suoi panni, penso che vorrei avere la forza d’esser come lui.

Dodge Petersen (un Steve Carell in stato di grazia) fa l’assicuratore. Mancano tre settimane all’impatto con un enorme asteroide che causerà l’estinzione della vita sulla Terra. La moglie, stanca, depressa e preda della disperazione, fugge via lasciandolo solo ad aspettare la fine del mondo.
Intorno a lui la gente reagisce alla situazione nei modi più strani, a volte tragici, a volte divertenti. Nel frattempo, il ritrovamento della lettera del suo primo grande amore e l’incontro con la sua vicina di casa danno all’uomo un ultimo scopo da raggiungere…

Dodge non è un eroe, tantomeno un supereroe, è semplicemente un uomo normale, un uomo alla ricerca di se stesso prima che sia troppo tardi. E nella sua ricerca capirà che l’unica cosa veramente importante, l’unico bene veramente prezioso, la cosa che rimane alla fine di tutto e per cui vale la pena vivere anche solo per le poche ore che restano, è l’amore.
Il film scorre leggero. La tragedia finale incombe e tutto accade nella più totale bizzarria, nella più assoluta, disperata, amara allegria.
Tra fughe di massa, suicidi, sommosse, orge e feste d’addio, due persone cercano la salvezza assaporando gli ultimi giorni del mondo con un’intensità tale che la vita intera non avrebbe saputo dare.
Non si parla d’imprese eroiche, la scena non appartiene ad astronauti e scienziati, non c’è più tempo, non serve più. Ciò che resta non è più là fuori, ma tutto dentro di noi. Si parla di sentimenti, d’amicizia e d’amore. Ma fidatevi, non è affatto noioso.
È divertente e commovente… Vedere per credere!

The Beach (Rob Simonsen & Jonathan Sadoff, 2012)

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013