Skip to main content

Da Ufficio Stampa Comune di Ferrara

 

FIRMA CONVENZIONE – Giovedì 21 dicembre alle 11.30 nella sala di Giunta della residenza municipale (piazza Municipio 2 – FE)

Firma convenzione per il cablaggio e l’infrastruttura in fibra ottica nel territorio comunale

20-12-2017

Giovedì 21 dicembre alle 11.30 nella sala di Giunta della residenza municipale (piazza Municipio 2 – FE) il Comune di Ferrara e Open Fiber firmeranno la convenzione relativa al Piano di sviluppo per il cablaggio e la realizzazione di un’infrastruttura in fibra ottica nel territorio comunale.

All’incontro interverranno:

Tiziano Tagliani – Sindaco di Ferrara
Aldo Modonesi – Assessore comunale ai Lavori Pubblici e Mobilità
Roberto Serra – Assessore comunale ai Servizi Informatici
Stefano Esposto – Regional Manager Emilia Romagna Open Fiber

Giornalisti, fotografi e operatori video sono invitati

Ufficio Stampa Open Fiber – Simone Carusone cell. 3471957157 – simone.carusone@openfiber.it
Portavoce Sindaco Comune di Ferrara – Anna Rosa Fava cell. 3483151730 – ar.fava@comune.fe.it

POLIZIA MUNICIPALE – I fatti registrati durante l’addestramento unità cinofila e il pattugliamento del territorio

Zona Gad, rinvenute grazie al fiuto dei cani sostanze stupefacenti nascoste

20-12-2017

Anche nella settimana dall’11 al 17 dicembre l’Unità cinofila della Polizia Municipale ha registrato
numerosi rinvenimenti di sostanze stupefacenti. In particolare nelle giornate di giovedì 14 e venerdì 15 dicembre nelle vie Orlando Furioso, viale Belvedere e piazza giordano Bruno, nella via Ticchioni e in piazza XXIV Maggio sono stati rinvenuti complessivamente grammi 137,9461 di marijuana, già suddivisi in porzioni e pronti per la vendita come pure sacchetti dove la sostanza stupefacente era stata raccolta sfusa.
I nascondigli, seppur ben congegnati, non sono sfuggiti al fiuto degli animali che vi hanno attirato i conduttori. La pattuglia cinofila, in questa fase dell’addestramento, anche se talvolta utilizzata di supporto ai controlli anti-abusivismo attivati in centro storico per il periodo natalizio, generalmente svolge funzioni di controllo del territorio come i Vigili di quartiere, aggiungendosi alle altre quattro pattuglie quotidianamente dedicate alla zona Gad. Di queste ultime, almeno una, in orario antimeridiano, si colloca nel piazzale della stazione soprattutto durante gli orari di arrivo e partenza degli studenti per proteggerli da approcci indesiderati, già segnalati a Comando di Polizia municipale. Queste pattuglie sono coinvolte nei servizi di vigilanza dinamica che vengono programmati dalla locale Questura e in due recenti circostanze sono stati di supporto in servizi di controllo rinforzato predisposti dai Carabinieri, tutti condotti nella zona Giardino, Arianuova e Doro.

(Comunicato a cura del Corpo Polizia Municipale Terre Estensi)

Nella foto scaricabile in fondo alla pagina gli ultimi rinvenimenti di sostanze.

CONSIGLIO COMUNALE – Prossime sedute giovedì 21 e venerdì 22 dicembre (alle 15.15) nella residenza municipale. Diretta ConsiglioWeb

Conclusa la prima seduta del Consiglio comunale del ciclo che culminerà con il voto sul Bilancio di Previsione (documentazione aggiornata al 20-12-2017 ore 19

20-12-2017

Si è conclusa mercoledì 20 dicembre nella residenza municipale di Ferrara – con la presentazione da parte dell’assessore Luca Vaccari della relazione riferita alla delibera sul Bilancio di Previsione del Comune di Ferrara – la prima delle tre sedute del Consiglio comunale dedicate ai lavori che culmineranno con il voto sulla delibera “Approvazione del Bilancio di Previsione del Comune di Ferrara per gli esercizi 2018/2020 e relativi allegati(Vedi SCHEDA allegata a fondo pagina).

Il ciclo di incontri dell’assemblea cittadina proseguirà pertanto giovedì 21 e venerdì 22 dicembre (alle 15,15). 

L’ordine del giorno delle tre giornate di Assemblea – con modalità definite nel corso della Conferenza dei presidenti dei Gruppi consiliari convocata dal presidente del Consiglio comunale Girolamo Calò – comprendeva complessivamente l’esame di sei delibere degli assessori Roberto Serra, Cristina Corazzari e Luca Vaccari. Previsti, a partire da giovedì 21 alle 15.15, la presentazione dei 13 Emendamenti pervenuti (2 a firma del Sindaco, 7 a firma del gruppo Forza Italia, 4 a firma di consiglieri del gruppo Partito Democratico) e degli altri documenti presentati dai gruppo consiliari, gli interventi degli assessori e il dibattito che culminerà nel voto finale.

 

>> Come di consueto prevista la diretta audio video dell’intera seduta di Consiglio comunale sulla pagina internet del servizio ConsiglioWeb all’indirizzo http://www.comune.fe.it/index.phtml?id=472

 

 

————————————————–

Esito della seduta di mercoledì 20 dicembre 2017

 

Questa la scaletta dei lavori realizzata nella prima seduta di mercoledì 20 dicembre:

DELIBERE

Assessore al Commercio, Fiere e Mercati, Semplificazione amministrativa Roberto Serra

>> PG 140499/17 – Approvazione del Piano delle Alienazioni e del Piano delle Valorizzazioni per il triennio 2018-2020, ai sensi e per gli effetti dell’art. 58 della Legge 133/2008 di conversione del D.L. 112/2008, successivamente integrato dall’art. 33, comma 6, D.L. n. 98/2011, convertito nella Legge 111/2011, a sua volta modificato dall’art. 27 della Legge 214/2011

La delibera è stata illustrata dall’assessore Roberto Serra.

La delibera è stata approvata con 17 voti a favore (gruppi PD, SI, Misto) e 6 contrari (M5S, FI).

——————————————-

Assessora alla Pubblica Istruzione, Formazione, Comunicazione Cristina Corazzari
>> PG 136456/17 – Approvazione del Bilancio di Previsione 2018/2020 e del Piano Programma 2018-2020 dell’Istituzione dei Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie (Assessora Cristina Corazzari)

 (Vedi SCHEDA allegata a fondo pagina)

La delibera è stata illustrata dall’assessora Cristina Corazzari. Nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri Peruffo (FI), Soriani (PD), Fochi (M5S), Marescotti (Misto), A. Balboni (FdI/AN).

La delibera è stata approvata con 17 voti a favore (gruppi PD, SI, Misto) e 9 contrari (M5S, Lega Nord, FdI/AN, FI).

———————————————–

Assessore alla Contabilità e Bilancio, Partecipazioni Luca Vaccari
>> PG 146544/17 – Approvazione del “Regolamento in materia di accesso civico semplice e accesso civico generalizzato” (art. 5 D.Lgs. n. 33/2013) 

LA SCHEDA – Il Regolamento in materia di accesso civico semplice e accesso civico generalizzato nasce sulla base dei contenuti del D.lgs. n. 97 del 25/5/2016 – che ha innovato il precedente D.lgs. n. 33 del 14/3/2013, riguardante la disciplina del diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità e trasparenza – e delle linee guida in materia fornite dall’Autorità Nazionale Anti Corruzione con deliberazione n. 1309 del 28/12/2016. Il Regolamento in esame raccoglie tutte le vigenti disposizioni in materia di accesso civico, fornendo una guida completa ai cittadini che volessero utilizzare questo strumento e tutta la modulistica necessaria.

La delibera è stata illustrata dall’assessore Luca Vaccari.

La delibera è stata approvata con 19 voti a favore (gruppi PD, SI, Misto, M5S) e 6 contrari (Lega Nord, FdI/AN, FI).

—————————————

>> PG 141793/17-Determinazione aliquote IUC-TASI anno 2018, conferma aliquote 2017

LA SCHEDA – Con questa delibera si confermano per il 2018 le stesse aliquote IUC-TASI vigenti nel 2017. L’applicazione della TASI è ormai limitata a due sole fattispecie: fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, e fabbricati rurali a uso strumentale. La delibera viene proposta per evitare dubbi interpretativi.

La delibera è stata illustrata dall’assessore Luca Vaccari.

La delibera è stata approvata con 15 voti a favore (gruppi PD, Misto) e 9 contrari (Lega Nord, FdI/AN, FI, M5S).

———————————————–

>> PG 136952/17 – Approvazione nota di aggiornamento al DUP 2018-2020

 (Vedi SCHEDA allegata a fondo pagina)

La delibera è stata illustrata dall’assessore Luca Vaccari (che ha illustrato anche tre emendamenti del Sindaco – approvati). Sono poi intervenuti i consiglieri Fornasini-FI (che ha illustrato tre emendaneti a nome del gruppo – respinti), Anselmi (FI), Fochi (M5S), Cristofori (PD), Bianchini (PD), Bazzocchi (M5S), A.Balboni (FdI/AN), Morghen (M5S), sindaco Tiziano Tagliani.

La delibera è stata approvata con 15 voti a favore (gruppi PD, SI) e 9 contrari (Lega Nord, FdI/AN, FI, M5S).

————————————————

>> PG 135683/17 – Approvazione del Bilancio di Previsione del Comune di Ferrara per gli esercizi 2018/2020 e relativi allegati

La delibera è stata illustrata dall’assessore Luca Vaccari.

(Vedi SCHEDA allegata a fondo pagina)

 

I lavori del Consiglio comunale proseguiranno giovedì 21 e venerdì 22 dicembre (alle 15,15). 

 

——————————————

La seduta si è conclusa alle 19.30

MOBILITA’ – Servizio utilizzabile sia nei parcheggi su strada sia nei parcheggi con sbarra

Con la nuova App Ferrara Tua più semplice e rapido il pagamento della sosta in città

20-12-2017

Potrà essere utilizzata per il pagamento della sosta a Ferrara sia nei parcheggi su strada sia nei parcheggi con sbarra (San Guglielmo, Centro Storico e prossimamente Diamanti), la nuova App Ferrara Tua già disponibile per tutti i sistemi operativi. Il nuovo strumento, che permetterà di pagare tramite smartphone solo i minuti effettivi di sosta dell’auto, è stato presentato oggi, mercoledì 20 dicembre 2017, in conferenza stampa nella residenza municipale di Ferrara dall’assessore comunale alla Mobilità e Lavori pubblici Aldo Modonesi, dall’amministratore unico di Ferrara Tua srl Paolo Paramucchi e dal direttore generale di Ferrara Tua Stefano Lucci, assieme a Nicola Borsetti dell’omonimo Studio incaricato della campagna promozionale del servizio.
“Questa nuova app – ha precisato l’assessore Modonesi – nasce dalla necessità di dotare Ferrara Tua di uno strumento proprio, che ha differenza delle altre app già esistenti e basate su sistemi di funzionamento standard per tutte le città, sia ritagliato sui propri servizi attivi a Ferrara. Il suo utilizzo inoltre non comporterà costi aggiuntivi né alla società né agli utenti, che pagheranno solo i minuti effettivi di sosta”.
“Per le altre due app esistenti, ossia Pyng e Sostafacile – ha confermato Stefano Lucci – la totale gratuità del servizio verrà a mancare, con la prevista attivazione di costi fissi aggiuntivi a quelli della sosta, mentre l’utilizzo dell’app di FerraraTua sarà totalmente gratuito. Prevediamo inoltre di inserire in futuro nella stessa app la possibilità di accesso ad altri servizi gestiti da FerraraTua”.
“L’app è già scaricabile da tutti i sistemi operativi e utilizzabile da tutti gli smartphone – ha sottolineato Paolo Paramucchi – e rientra tra gli investimenti compiuti da FerraraTua per migliorare la fruibilità della sosta sia su strada che all’interno dei parcheggi in struttura”.

LA SCHEDA a cura di Ferrara Tua
Con la nuova App gratuita Ferrara Tua, che si aggiunge alle App già esistenti per il pagamento della sosta Pyng e Sostafacile, è possibile pagare comodamente la sosta in città tramite pochi semplici passaggi.
Scaricabile da Google Play Store, da App Store oppure fruibile come WebApp per tutti gli altri sistemi operativi, renderà possibile il pagamento della sosta a Ferrara sia nei parcheggi “su strada” a strisce blu sia nei “parcheggi a barriera” (San Guglielmo, Centro Storico e prossimamente Diamanti) senza la necessità di recarsi ai parcometri.
La nuova App – dotata di un’interfaccia intuitiva e completa del servizio di geolocalizzazione per identificare rapidamente i parcheggi – è parte integrante di un programma di iniziative sulla mobilità studiato con l’obiettivo di offrire le più moderne tecnologie abilitanti al servizio del cittadino, portare l’innovazione a misura d’uomo e fornire un sempre più evoluto accesso ai servizi.

 

Tutti i dettagli sull’utilizzo e il funzionamento del servizio nel pieghevole in allegato scaricabile a fondo pagina

LAVORI PUBBLICI/SPORT – Crescono gli interventi per il recupero e il rilancio della zona cittadina affacciata sul Volano

Nuova sede del Cus Ferrara canottaggio, al via il cantiere alla darsena di San Paolo

20-12-2017

“La nuova sede destinata al Cus Ferrara canottaggio è un tassello importante nel percorso avviato per il recupero e il rilancio della darsena di San Paolo”. Così l’assessore ai Lavori Pubblici Aldo Modonesi ha presentato in conferenza stampa l’avvio dei lavori, già subito dopo Natale, per la realizzazione di un progetto del valore di 900mila euro che prevede spogliatoi, palestra, deposito imbarcazioni, zona ricreativa a disposizione della cittadinanza con ristorante e grande terrazzo affacciato sul fiume e sulla città. Il tutto realizzato in tempi ridottissimi (circa 5 mesi e mezzo), con materiali in metallo e in legno e concepito nella logica regionale per edifici performanti e sostenibili.  Il progetto, che ha partecipato al bando regionale destinata alla riqualificazione dell’impiantistica sportiva locale, dalla Regione ha ottenuto un finanziamento di 400mila euro (“è stato riconosciuto uno dei migliori presentati” ha confermato l’assessore), mentre la parte restante sarà di competenza del Comune con un contributo del Cus Ferrara.

All’incontro con i giornalisti erano inoltre presenti l’assessore comunali allo Sport Simone Merli, il dirigente del Servizio comunale Edilizia Settore Opere Pubbliche Mobilità Ferruccio Lanzoni,  il presidente del Cus Ferrara Giorgio Tosi e Daniele Spoletini responsabile della società LCF Engineering (Laboratorio Città di Ferrara, incaricato della progettazione esecutiva).

“Decisiva, per la messa a segno di questo risultato – ha aggiunto l’assessore allo Sport Simone Merli –  la collaborazione del Cus Ferrara, società la cui sezione canottaggio è stata caratterizzata in questi anni dalla presenza di atleti di qualità, finora costretti ad un impianto inadeguato. Il contributo della Regione, ai cui bandi d’ora in poi parteciperemo sempre più convintamente, ha sicuramente premiato la qualità della proposta, il cui valore aggiunto è quello di avere messo insieme soggetti pubblici e privati a vantaggio della qualificazione impiantistica locale”.

Anche Giorgio Tosi ha riconosciuto all’Amministrazione comunale grande impegno e attenzione per questo progetto, destinato alla rivitalizzazione dell’attività del canottaggio ferrarese, connotato in questi ultimi anni da risultati eccezionali nonostante le criticità logistiche. Il presidente si è poi impegnato a potenziare ancora di più questa disciplina, promuovendo in particolare sia l’attività giovanile e agonistica e sia quella sociale.

 

(Comunicazione a cura dei progettisti)

SEDE PER SERVIZI E RIMESSA BARCHE PER CANOTTAGGIO PRESSO LA DARSENA SAN PAOLO – SUMMERY PRESS

Con determinazione n. DD-2017-312 del 23/02/2017, la società di ingegneria LCF Engineering srl è stata incaricata della progettazione esecutiva, redazione del progetto di prevenzione incendi, direzione lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione, la redazione della redazione energetica relativamente ai Lavori per la nuova costruzione sede per servizi e rimessa barche per canottaggio presso la Darsena S. Paolo.

L’ approccio progettuale parte e sviluppa in coerenza tre attenzioni particolari: la prima riguarda l’inserimento dell’edificio all’interno del piano urbanistico di riqualificazione urbana dell’intera area della Darsena, la seconda riguarda l’ottenimento di parametri energetici altamente prestazionali attraverso scelte compositive e costruttive, la terza riguarda la massima funzionalità per l’ottenimento di spazi adeguati all’eccellenza dell’attività di canottaggio del CUS, per il centro sportivo.

Da una parte dunque si è cercato di valorizzare il prospetto su via Darsena come prospetto più compatto e di carattere urbano, dall’altra viceversa i prospetti verso il Po di Volano più frammentati che aprono spazi di visuale e prospettive verso il parco e il corso d’acqua stesso, in particolare attraverso il punto di ristoro “cannocchiale” e l’ampia terrazza pubblica.

Allo stesso tempo si è cercato di ottimizzare l’utilizzo della luce naturale, caratterizzando l’edificio con grandi vetrate e si è affrontato il problema del surriscaldamento estivo garantendo un’ottima permeabilità all’aria della maggior parte degli involucri. Le volumetrie definite infatti consentono una adeguata permeazione solare, attraverso aggetti opportunamente dimensionati, e dei flussi dell’aria, attraverso una conformazione che consente il passaggio dei flussi d’aria in relazione ai venti dominanti.

Il fabbricato si compone dunque di tre volumi che interagiscono tra loro mantenendo una loro logica compositiva e costruttiva.
Il volume a due livelli, accessibile dalla Via Darsena e dal lungofiume, è stato progettato per ospitare a piano terra gli spazi del centro sportivo e al piano primo un’area bar con vista sul parco. Quest’ultima è a servizio degli atleti ma aperta al pubblico.
L’estremo destro del fabbricato (visto dal fiume) ospita la rimessa barche, un volume puro a doppia altezza, all’interno del quale sono stati collocati gli spazi tecnici, come la centrale elettro-meccanica, il magazzino minuterie per le piccole riparazioni delle imbarcazioni e l’ascensore.
La parte centrale, che funge da cerniera tra i due estremi, ospita al piano terra l’ingresso da via Darsena e i restanti spazi del centro sportivo.
Al piano primo dello spazio centrale è situata una terrazza che potrà dare valore aggiunto al ristorante nel periodo estivo, oltre ad essere un meraviglioso vista point sul campo di gara durante le manifestazioni di canottaggio. Tale spazio sarà raggiungibile sia dalle due scale poste rispettivamente su Via Darsena e sul lungofiume.

L’edificio sarà realizzato interamente con tecnologie a secco. La domanda di energia sarà minimizzata con l’implementazione di strategie di tipo passivo e sarà soddisfatta mediante il ricorso a sistemi integrati ad elevata prestazione. Per quanto possibile, questi sistemi saranno alimentati con energia derivante da fonti rinnovabili. (comunicazione a cura Arch. Daniele Spoletini)

CONCERTO NATALIZIO – Venerdì 22 dicembre alle 18 nella sede di MusiJam Ferrara (viale Alfonso I d’Este 13)

Concerto di auguri e solidarietà: “Il Mondo si cambia con l’esempio!”

20-12-2017

Venerdì 22 dicembre 2017 alle 18 nella sede dell’Associazione culturale e Scuola di musica MusiJam Ferrara, in viale Alfonso I d’Este 13, le note di auguri e di festa, invaderanno il Baluardo della Montagna di San Giorgio con un concerto dal titolo “Il Mondo si cambia con l’esempio!”.
La musica sarà ambasciatrice somma e attraverso la sua capacità di sviluppare un comune sentire, supererà ogni barriera, ogni differenza e si unirà in un coro per intonare melodie di solidarietà. Dopo un importante ed emozionante lavoro di laboratorio corale con un gruppo di ragazzi del Centro diurno ‘Il Convento’-Area San Bartolo di Ferrara, i loro talenti apriranno il concerto unendosi agli allievi della Scuola di musica Musijam in un momento di toccante integrazione e condivisione. La serata si aprirà con un lume che si accende, come una luce di nuove possibilità. “Metti un lume alla finestra falalalala lalalala…”.
La serata proseguirà con note particolari di cornamuse scozzesi, da ascoltare degustando un piacevole vin brulè caldo per passare poi alle prime esperienze musicali di grandi e piccoli allievi e giungere al gran finale con le emozionanti e frizzanti Fisarmoniche del Baluardo. Una serata per non perdere i valori della tradizione.

Per info: cell. 320 4878109, 349 7582655.

(Comunicato a cura di Scuola di musica MusiJam Ferrara)

INTERPELLANZE – Presentate dal gruppo Gruppo Gol in Consiglio comunale

Richieste in merito alla raccolta rifiuti per le attività produttive e ai problemi avuti da estense.com

20-12-2017

Ecco le interpellanze pervenute:

– il consigliere Rendine (gruppo Giustizia Onore Libertà in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani e l’assessora all’Ambiente Caterina Ferri in merito al sistema di raccolta rifiuti per le attività produttive e per i professionisti;
– il consigliere Rendine (gruppo Giustizia Onore Libertà in Consiglio comunale) ha interpellato il sindaco Tiziano Tagliani in merito ai problemi avuti al giornale on line Estense.com.

>> Pagina riservata alle interpellanze/interrogazioni presentate dai Consiglieri comunali e relative risposte (a cura del Settori Affari Generali/Assistenza agli organi del Comune di Ferrara)

tag:

Riceviamo e pubblichiamo


Ogni giorno politici, sociologi economisti citano un fantomatico “Paese Reale”. Per loro è una cosa che conta poco o niente, che corrisponde al “piano terra”, alla massa, alla gente comune. Così il Paese Reale è solo nebbia mediatica, un’entità demografica a cui rivolgersi in tempo di elezioni.
Ma di cosa e di chi è fatto veramente il Paese Reale? Se ci pensi un attimo, il Paese Reale siamo Noi, siamo Noi presi Uno a Uno.  L’artista polesano Piermaria Romani  si è messo in strada e ha pensato a una specie di censimento. Ha incontrato di persona e illustrato il Paese Reale. Centinaia di ritratti e centinaia di storie.
(Cliccare sul ritratto e ingrandire l’immagine per leggere il testo)

PAESE REALE

di Piermaria Romani

 

Cari lettori,

dopo molti mesi di pensieri, ripensamenti, idee luminose e amletici dubbi, quello che vi trovate sotto gli occhi è il Nuovo Periscopio. Molto, forse troppo ardito, colorato, anticonvenzionale, diverso da tutti gli altri media in circolazione, in edicola o sul web.

Se già frequentate  queste pagine, se vi piace o almeno vi incuriosisce Periscopio, la sua nuova veste grafica e i nuovi contenuti vi faranno saltare di gioia. Non esiste in natura un quotidiano online con il coraggio e/o l’incoscienza di criticare e capovolgere l’impostazione classica di questo “giornale” .

Tanto che qualcuno si è chiesto se  i giornali ancora servono, se hanno ancora un ruolo e un senso i quotidiani.  Arrivano sempre “dopo la notizia”, mettono tutti lo stesso titolo in prima pagina, seguono diligentemente il pensiero unico e il potente di turno, ricalcano in fotocopia le solite sezioni interne: politica interna, esteri, cronaca, economia, sport… Anche le parole sembrano piene di polvere, perché il linguaggio giornalistico, invece di arricchirsi, si è impoverito.  Il vocabolario dei quotidiani registra e riproduce quello del sottobosco politico e della chiacchiera televisiva, oppure insegue inutilmente la grande nuvola confusa del web.

Periscopio propone un nuovo modo di essere giornale, di fare informazione. di accostare Alto e Basso, di rapportarsi al proprio pubblico. Rompe compartimenti stagni delle sezioni tradizionali di quotidiani. Accoglie e riconosce uguale dignità a tutti i generi e a tutti linguaggi: così in primo piano ci può essere una notizia, un commento, ma anche una poesia o una vignetta.  Abbandona la rincorsa allo scoop, all’intervista esclusiva, alla firma illustre, proponendo quella che abbiamo chiamato “informazione verticale”: entrare cioè nelle  “cose che accadono fuori e dentro di noi”, denunciare Il Vecchio che resiste e raccontare Il Nuovo che germoglia; stare dalla parte dei diritti e denunciare la diseguaglianza che cresce in Italia e nel mondo. Insomma: un giornale non rivolto a questo o a quel salotto, ma realmente al servizio della comunità.

Con il quotidiano di ieri – così si diceva – oggi “ci si incarta il pesce”. Non Periscopio, la sua “informazione verticale” non invecchia mai e dal nostro archivio di  50.000 articoli (disponibile gratuitamente) si pescano continuamente contenuti utili per integrare le ultime notizie uscite. Non troverete mai, come succede in quasi tutti i quotidiani on line,  le prime tre righe dell’articolo in chiaro… e una piccola tassa per poter leggere tutto il resto.

Sembra una frase retorica ma non lo è: “Periscopio è un giornale senza padrini e senza padroni”. Siamo orgogliosamente antifascisti, pacifisti, nonviolenti, femministi, ambientalisti. Crediamo nella Sinistra (anche se la Sinistra non crede più a se stessa), ma non apparteniamo a nessuna casa politica, non fiancheggiamo nessun partito e nessun leader. Anzi, diffidiamo dei leader e dei capipopolo, perfino degli eroi. Non ci piacciono i muri, quelli materiali come  quelli immateriali, frutto del pregiudizio e dell’egoismo. Ci piace “il popolo” (quello scritto in Costituzione) e vorremmo cancellare “la nazione”, premessa di ogni guerra e di ogni violenza.

Periscopio è quindi un giornale popolare, non nazionalpopolare. Un quotidiano “generalista”,  scritto per essere letto da tutti (“quelli che hanno letto milioni di libri o che non sanno nemmeno parlare” F. De Gregori), da tutti quelli che coltivano la curiosità, e non dalle élite, dai circoli degli addetti ai lavori, dagli intellettuali del vuoto e della chiacchiera.

La redazione e gli oltre 50 collaboratori scrivono e confezionano Periscopio  a titolo assolutamente volontario; lo fanno perché credono nel progetto del giornale e nel valore di una informazione diversa. Per questa ragione il giornale è sostenuto da una associazione di volontariato senza fini di lucro. I lettori – sostenitori, fanno parte a tutti gli effetti di una famiglia volonterosa e partecipata a garanzia di una gestitone collettiva e democratica del quotidiano che si finanzia, quindi vive, grazie ai liberi contributi dei suoi lettori, amici e sostenitori. Accetta e ospita sponsor ed inserzionisti solo socialmente, eticamente e culturalmente meritevoli.

Nato 10 anni fa con il nome Ferraraitalia già con una vocazione glocal, oggi il quotidiano è diventato Periscopio e naviga già in mare aperto, rivolgendosi a un pubblico nazionale e non solo. Non ci dimentichiamo però di Ferrara, la città che ospita la redazione e dove ogni giorno si fabbrica il giornale.  Ferraraitalia continua a vivere dentro Periscopio all’interno di una sezione speciale, una parte importante del tutto. 

Oggi Periscopio conta oltre 320.000 lettori, ma vuole crescere e farsi conoscere. Dipenderà da chi lo scrive ma soprattutto da chi lo legge e lo condivide con chi ancora non lo conosce. Per una volta, stare nella stessa barca può essere una avventura affascinante.  Buona navigazione a tutti.

Tutti i contenuti di Periscopio, salvo espressa indicazione, sono free. Possono essere liberamente stampati, diffusi e ripubblicati, indicando fonte, autore e data di pubblicazione su questo quotidiano.

Francesco Monini
direttore responsabile


Chi volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@periscopionline.it