Giorno: 8 Giugno 2019

DIARIO IN PUBBLICO
Le mani, i gesti, gli eventi nella città delle 100 meraviglie

Ho resistito fino all’ultimo, ma non ce l’ho fatta! E penso alla faccia dell’ottimo direttore, Sergio Gessi, che con aria fatalistica sarà costretto a pubblicare il mio pezzullo quando ormai le jeux sont faits, dopo le 23 di domenica.

Questa volta partiamo dal movimento delle mani evidentissimo in tutte le trasmissioni o nelle informazioni social.
Salvini le congiunge in atto di preghiera secondo quella mistica del rosario che ha fatto furore in questi ultimi giorni.
Di Maio le strofina come se le lavasse. Probabilmente gesto apotropaico a scongiurare eventuali interventi in Europa.
Calenda avvicina pollice e indice quasi a sottolineare la minimalità della presenza del Pd nel ‘dibbattito’ nazionale e internazionale
Nicola Zingaretti le sbattacchia rumorosamente o ne alza una in timido segnale dei suoi trascorsi di sinistra radicale anche, diciamolo, radical chic.

E i nostri?
Uso contenuto del candidato Pd Aldo Modonesi che se le infila spesso in tasca.
Alan Fabbri le usa per non mollare il microfono o per stringere in morsa d’acciaio Matteo Salvini.
Ds gran signora l’uso che ne fa la Fusari: non gesticola ma al massimo delinea cerchietti in aria.
E avanti così.

Mentre i nostri dunque si esercitano nella speranza di arrivare primi, a Ferrara e per Ferrara sono successe cose ed eventi mirabili, spesso ignorati da tutti. Vale a dire la strepitosa presentazione alla J. Cabot University di Roma del volume su Bassani “Vivere è scrivere” presenti un’ottantina di studiosi americani, inglesi, italiani con commovente finale di una cena alla casa della Fornarina. Sì! Proprio la casa della giovanetta immortalata da Raffaello. Al premio Ippogrifo d’oro assegnato a Portia Prebys per i meriti acquisiti nel donare a Ferrara opere e oggetti appartenuti al grande scrittore e ora depositati nel bellissimo Centro studi bassaniani allocato in Casa Minerbi di Via Gioco del Pallone, ha fatto seguito un importantissimo convegno in cui si sono misurati i migliori critici di Bassani delle due sponde dell’oceano. Probabilmente l’argomento non sembrava adatto al tempo e alla curiosità dei ferraresi se solo una ventina di qualificatissimi uditori si sono presentati all’appuntamento che si è concluso con una visita speciale al Meis condotta dalla direttrice Simonetta della Seta che ha illustrato la splendida mostra sul Rinascimento ebraico, ricca di capolavori e di idee. Il convegno darà luogo a un volume di Atti che sanciranno l’attività scientifica del Centro studi bassaniani per il 2019/2020.

Dopo un giorno ecco che nell’afoso pomeriggio mi sovviene con un po’ di ansia di dovermi recare al Meis per sentire il concerto dedicato alle musiche di Salomone de’ Rossi nell’ambito della mostra sul Rinascimento ebraico. E’ stata un’esperienza straordinaria. Quelle musiche inducevano alla gentilezza e alla cortesia. Di là dal muro spuntavano le cime degli alberi e mi sembrava di essere in un racconto di Amos Oz o di David Grossman. I profumi del giardino si mescolavano al profumo dei sentimenti e accanto a me una deliziosa bambina batteva le mani e si lasciava andare accarezzandosi i lunghi capelli all’armonia. Che pace dei sentimenti, che nobiltà del cuore! Grazie al Meis e al Conservatorio Frescobaldi e a tutti gli straordinari artisti che hanno permesso questo momento di ‘cortesia’.

Ecco allora che in tutta la sua potenzialità si spiega l’attività culturale di questa strana città che s’inventa in una turbinosa ripresa di motivi, interventi, spunti, un passato e un presente degno di alta considerazione.

E domani? Chissà.

logo-regione-emilia-romagna

Mercatone uno. La regione: “Soddisfazione per l’adesione bancaria alla nostra richiesta di sospensione mutui e prestiti,ora si attivi anche il Governo”.

Da: Regione Emilia Romagna
Mercatone Uno. La Regione: “Soddisfazione per l’adesione bancaria alla nostra richiesta di sospensione di mutui e prestiti, ora si attivi anche il Governo”

L’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi commenta positivamente la decisione di Intesa San Paolo: “Tutti gli istituti di credito accolgano questa linea, il nostro impegno proseguirà”

Bologna – “Apprendiamo con soddisfazione della decisione di Intesa San Paolo di sospendere fino a un anno il pagamento di mutui e prestiti personali per i dipendenti della ex Mercatone Uno, in seguito al nostro impegno in tal senso con le banche. Ora, si attivi anche il Governo che finora non ha dato alcuna risposta concreta e attivato alcuna procedura”.

Così l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi, ha commentato gli sviluppi riguardanti la crisi della Shernon Holding. “Una notizia positiva- ha affermato- conseguente al nostro lavoro affinché gli istituti di credito procedessero in tal senso. Rinnoviamo con forza la richiesta che tutte le banche attive in Emilia-Romagna accolgano questa linea, mostrando senso di responsabilità verso i lavoratori in situazione di difficoltà per una vicenda gravissima come quella che coinvolge questa azienda”.

“Allo stesso tempo- aggiunge l’assessore- chiediamo che il Governo, che finora non ha dato alcuna risposta concreta, riattivi il fondo nazionale di solidarietà stabilito dalla Legge 244 del 2007, per la sospensione dei mutui a chi abbia perso il posto di lavoro. Tutto ciò mentre i lavoratori, a oggi, sono senza stipendio, senza cassa integrazione, senza indennità di disoccupazione, una situazione che non può essere tollerata”.

“C’è un’unica certezza, quella che il sistema emiliano-romagnolo con le istituzioni in prima linea, continuerà a lavorare in modo unitario con le rappresentanze sindacali, in sintonia con le associazioni di consumatori, al fianco dei lavoratori senza reddito e di quanti siano colpiti da questa crisi, auspicando che in tempi brevi, anche in seguito al pronunciamento del Tribunale, si giunga allo sblocco degli ammortizzatori sociali”.

Da: Regione Emilia Romagna

Verso uno scambio con la protezione civile

Da: Comune e consorzio di bonifica

COMUNE E CONSORZIO DI BONIFICA, VERSO UNO SCAMBIO CON LA PROTEZIONE CIVILE
CRISTINA COLETTI: «DOPO LA STRABURARA, SI APRONO SPIRAGLI PER SOCIALIZZARE COMPETENZE FINALIZZATE ALLA SICUREZZA IDRAULICA DEI CITTADINI»

BONDENO (FERRARA), 08-06-2019.
Nasce da una manifestazione come “Straburana”, svoltasi nei giorni scorsi, l’ipotesi di uno scambio di conoscenze ed esperienze, tra la Protezione civile e il Consorzio di Bonifica, nel nome della sicurezza del territorio. Il dardo è stato “tratto” durante la manifestazione cicloturistica, culminata all’idrovora delle Pilastresi di Stellata. «Che il nostro sia un territorio caratterizzato dalla presenza di “terra e acque” è arcinoto, ma forse non tutti sanno che quello matildeo è anche uno dei più importanti d’Europa, dal punto di vista dell’ingegneria idraulica – spiega l’assessore con delega alla Protezione civile matildea, Cristina Coletti –. Per questo motivo, l’iniziativa cicloturistica ha focalizzato la sua attenzione sulla funzione del nostro complesso di canali e infrastrutture, fondamentale per le sue funzioni irrigue e per la sicurezza idraulica». L’iniziativa è stata organizzata dal Consorzio di Bonifica con la partecipazione di una serie di enti, tra i quali il Comune. Presente alla manifestazione sia il presidente del Consorzio di Bonifica, Francesco Vincenzi, accompagnato dal direttore generale Cinalberto Bertozzi, dal vice presidente Luigi Maccaferri, dalla dirigente Carla Zampighi e dal consigliere Andrea Costa. «L’idea che ha ispirato la giornata – dice l’assessore con delega alla Protezione civile, Cristina Coletti – è quella di un futuro incontro mirato a socializzare le rispettive competenze, tra volontari delle organizzazioni di Protezione civile e il personale tecnico del Consorzio di Bonifica, in modo da farci trovare pronti e lavorare in sinergia in caso di eventi climatici avversi. Organizzeremo prossimamente un incontro formativo teso proprio ad avvicinare le due realtà, i tecnici del Consorzio ed i nostri volontari della Protezione civile».

Ufficio stampa
Città di Bondeno (Ferrara)
Piazza Garibaldi, 1

Da: Comune e consorzio di bonifica

Cambiamenti climatici- Global Climate Strike

Da: Circolo Legambiente Delta del Po

Cambiamenti climatici – Global Climate Strike

Eventi estremi sulla costa del Delta del Po

Si svolge mercoledì 12 giugno l’incontro con i cittadini e gli operatori della costa per evidenziare quali saranno i cambiamenti climatici presenti e futuri sulla costa del Delta del Po

12 GIUGNO 2019

ORE 15.30

Lido delle Nazioni – Comacchio (FE)

Lungomare Italia 3

Stabilimento Balneare “Prestige”

Mercoledì 12 Giugno Legambiente organizza a Lido delle Nazioni – Comacchio un seminario dedicato alla salvaguardia del nostro territorio letta attraverso relazioni scientifiche che la sfida dei cambiamenti climatici impone.

È un seminario con esperti e tecnici sui rischi legati al cambiamento climatico e le possibili soluzioni per mitigarlo (in allegato il programma dettagliato). Un tema più attuale che mai dopo le rotture del Reno e le esondazioni recenti e le mareggiate invernali lungo la costa.

Da: Circolo Legambiente Delta del Po

L’opera da tre soldi di Kurt Weill

Da: Conservatorio Ferrara Press
A cura del Gruppo di Ottoni del Conservatorio Frescobaldi

Domenica 9 giugno 2019 ore 11

Museo Archeologico di Ferrara

Ingresso a pagamento

COMUNICATO STAMPA

***

Domenica 9 giugno alle ore 11 al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (via XX Settembre 122) l’Ensemble di Ottoni del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara eseguirà una rielaborazione e trascrizione dell’Opera da tre soldi di Kurt Weill.

Si esibiranno Martina Dainelli, Luca Brunelli, Lorenzo Rizzuta e Ciro Grieco alle trombe, Massimo Mondaini, Francesco Rizzuta e Maria Benedetta Piermattei ai corni, Giacomo Scanavini al trombone, Paolo Lenzi alla tuba, voce soprano sarà Yindi O’Connell, sotto la direzione di Enrico Dolcetto.

Da: Conservatorio Ferrara

Mostra fotografica grotte boldini

Da: Teatro nuovo Ferrara

E con grande piacere che informiamo della mostra fotografica “ANIMO DI PALCO” presso Grotte Boldini in Via Previato 8, che avverrà dal 15 al 23 giugno dalle ore 18 alle ore 21.00, con inaugurazione il 14 giugno alle ore 20. La mostra fotografica ha come tema le foto degli spettacoli della stagione teatrale 2018/2019 del Teatro Nuovo di Ferrara, eseguite dai fotografi: SONIA CAMPANELLI – STEFANO PAVANI E VALENTINA MAZZA. La direzione del Teatro Nuovo di Ferrara ringrazia pubblicamente i fotografi sopra citati per l’ottimo lavoro svolto e invitiamo il pubblico del Teatro e tutti i cittadini ferraresi a partecipare numerosi.

Da lunedì 11 a giovedì 14 giugno la musica scorre sul fiume con i saggi della scuola di musica e serate musicali

Da: Wunderkammer Ferrara
SAGGI DI CLASSE SUL FIUME 2019

LUNEDÌ 10, MARTEDÌ 11 E MERCOLEDÌ 12 GIUGNO ALLE ORE 19

+

VIVIANA CORRIERI QUINTET

POP FUSION SULLA DARSENA DI FERRARA

GIOVEDÌ 13 GIUGNO DALLE ORE 19

Piazzale davanti a Palazzo Savonuzzi

via Darsena 57 a Ferrara

Ricchi sono gli appuntamenti per la settimana con Un fiume di Musica 2019, eccezionalmente attivo da lunedì a giovedì negli spazi esterni di Palazzo Savonuzzi (Wunderkammer, via Darsena 57) nel consueto orario da aperitivo alle 19.

I Saggi della Scuola di Musica Moderna – Lunedì 10, martedì 11 e mercoledì 12 giugno su un palco che si affaccia sul fiume si avvicenderanno gli allievi della Scuola di Musica Moderna organizzati in 70 diverse formazioni in grado di spaziare dal trio rock, all’ensemble jazzistico, fino al gruppo corale. Ulteriori esibizioni si svolgeranno nell’aula magna ‘Stefano Tassinari’ di Palazzo Savonuzzi e vedranno la partecipazione degli studenti in formazione acustica.

Viviana Corrieri Quintet – Giovedì 13 giugno alle 19 a Un fiume di Musica 2019 arriva il quintetto pop-fusion che porta sulla darsena i classici di Stevie Wonder, Elthon John, Mariah Carey, Oleta Adams, Elisa, John Legend, Aretha Franklin e Van Morrison, riarrangiati in chiave acusitca. Il gruppo è compost da Viviana Corrieri alla voce, Julie Shaperd alla viola, Lorenzo Pieragnoli alla chitarra e Massimo Mantovani al pianoforte,

Musica, cibo, socialità. Anche nel 2019 la musica torna a scorrere lungo il fiume Volano di Ferrara, con la quarta edizione di Un Fiume di Musica e con un programma ricco di buona musica e ricette prelibate. Dal 16 maggio al 15 agosto, il tratto di darsena di fronte Palazzo Savonuzzi in via Darsena, 57 si trasforma in una vivace piazza sul fiume grazie agli aperitivi musicali e i saggi organizzati dalla Scuola di Musica Moderna-AMF.

***

Filo rosso del progetto saranno gli appuntamenti settimanali del giovedì sera in darsena, dove si potrà ascoltare la musica suonata dal vivo dagli insegnanti della Scuola di Musica Moderna. Diversi repertori e differenti sonorità si avvicenderanno una settimana dopo l’altra, sempre affiancati da una ricca offerta enogastronomica. Il ristorante La Romantica (via Ripagrande 36 Ferrara) e Da Maria pasta fresca (via Ripagrande 138 Ferrara) prepareranno ogni settimana un menu diverso, spaziando dalle ricette tradizionali ai piatti vegetariani e vegani, alla cucina più sperimentale.

Un Fiume di Musica è un progetto curato dall’ AMF – Scuola di musica moderna di Ferrara, in collaborazione con il Consorzio Wunderkammer (di cui l’AMF fa parte), con il patrocinio del Comune di Ferrara e la partecipazione di Nena battello fluviale. Il progetto Un Fiume di Musica è la colonna portante di Smart Dock, un più ampio e corale percorso di rigenerazione urbana della darsena, ideato e coordinato dall’APS Basso Profilo dal 2015. La creazione di un giardino di alberi da frutta per la darsena ha avviato il progetto nella primavera di quattro anni fa. Un’azione concreta che ha trasformato in maniera sensibile l’aspetto di questo tratto di darsena per lungo tempo trascurato. Oltre a proporre buona musica e aperitivi da gustare in compagnia, Un Fiume di Musica è anche un invito a riscoprire e riconquistare il fiume, un appello rivolto alla città e in modo particolare a chi abita il quartiere Darsena-Giardino.

__

CREDIT_ le foto dei saggi dello scorso anno sono di Giulia Paratelli

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013